Su quale tipo di terreno preferisci correre ?

Pubblicato da GIAN CARLO mercoledì 14 gennaio 2009

Torno ora da 10km in 47.30 e...miracolo ha smesso di piovere nel momento in cui sono uscito di casa. Quindi archivio la tesi del complotto e passo la mano ad un post...speriamo stuzzicante:
In questi giorni, tra pioggia al centro sud e neve al centro nord, abbiamo spesso corso su superfici rese difficili. Qualcuno però in queste difficoltà ci sguazza e tira fuori il meglio di se. Proviamo a dire che, anche alla luce delle suddette ultime vicissitudini, esistono questi differenti terreni:
  1. PISTA
  2. ASFALTO
  3. STERRATO
  4. ERBA
  5. FANGO
  6. SABBIA
  7. NEVE
  8. GHIACCIO

Le domande come sempre sono 3:

  1. Avete per caso corso su qualche altra superficie ? Attenzione, se dite acqua esagerate !
  2. Su quale fra i terreni citati preferite correre ?
  3. Dove siete maggiormente competitivi(può essere anche la stessa risposta della N.2) ?

Se le risposte generassero pure discussione sarebbe il TOP

63 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. Karim ha scritto:
  2. 1. Acqua. A quel tempo mi chiamavano gesù.
    2. Asfalto. Adoro, l'odore dell'asfalto dopo la pioggia e quello del Napalm al mattino.
    3. Asfalto.

     
  3. R. Davide ha scritto:
  4. 1) Sottobosco..ma forse vale come sterrato..in specifico terreno ricoperto da aghi di pino..è bellissimo..
    2) Asfalto in salita..mi piace moltissimo il sottobosco in mezzo a sterrato, erba e felci..
    3) Asfalto perchè ci corro sempre, terra umida e sabbia per via del mio basso peso.

     
  5. Sarah Burgarella ha scritto:
  6. 1. Ehm, quella del tapis roulant... Poi ci sarebbero le mulattiere, ossia sassi grossi e scomodi su cui si rischiano storte alle caviglie...

    2. Asfalto e sterrato. Come sterrato, quello bianco e polveroso dei sentieri nella macchia mediterranea, oppure quello fatto di ghiaiettina fine fine dei lungo fiume, che poi scendendo diventa polveroso anche quello, oppure quella bella terra scura e compatta che si trova nei boschi

    3. Ehm, preferirei non rilasciare dichiarazioni :-)

    PS: e vai una tregua dalla pioggia!

     
  7. Lucky73 ha scritto:
  8. 1. sassi
    2. Diciamo asfalto, più facile però ho poca esperienza e potrei cambiare idea
    3. forse pista

     
  9. Mathias ha scritto:
  10. 1. ne hai anche elencate più di quelle che ho calpestato in vita mia. Mai neve e ghiaccio
    2.Vabbè asfalto per abitudine, ma una corsa come la mezza di bidderosa, su sabbia dura è una cosa che si fa ricordar per sempre..odiosa la sabbia molle invece
    3. Datemi uno sterrato, in salita, e non ce n'è per nessuno..

     
  11. jaja56 ha scritto:
  12. 1-letame qualche volta capita
    2-asfalto soffro le strade sterrate con ciotoli
    3-asfalto o sterrato battuto seza sassi

     
  13. Filippo Lo Piccolo ha scritto:
  14. Gian Carlo, dal 2005 al 2007 la mia prima sede lavorativa è stata Catanzaro ed ebbi la fortuna di conoscere il Violettaclub venendo ad abitare a Lamezia Terme.
    Era molto meglio vivere lì e devo moltissimo alla mia società che mi ha offerto l'appartamento per meglio adattarmi, ma la vita solitaria era impossibile da reggere a lungo e con la corsa fatta il meglio possibile.
    Questo risponde alla tua domanda precedente.
    Non esiste una superficie che preferisco: corro il lungo in campestre, qualunque lavoro mi stimola, nuove sfide e col tempo e costanza anche la pista è diventata mia amica.
    E' innegabile che mi ritengo uno "stradaiolo" mentre pago carissimo nei cross (specie pesanti). E quest'anno a meno di miracoli sarà il solito "cesso" la mia prestazione... Dopo questo stop...
    Su terreno pendente vado a corrente alternata: a volte faccio prestazioni sbalorditive, altre volte solo giornate storte e tanta fatica. Penso di essere migliorato comunque da 5 anni a questa parte.
    Ad ogni modo la classifica:
    1 - Strada (da sempre mia!)
    2 - Pista (per le emozioni che ti da)
    3 - Sterrato (ondulato è meglio)
    4 - Erba (ogni tanto ci vuole)
    5 - Fango (mi diverte quando piove)
    6 - (Neve, poche volte nella vita credo 2 o 3 a Palermo)
    7 - Sabbia (memorabile e vado pure forte lì! Una volta ho vinto una garetta a Mondello!) E' pericoloso abusarne.
    8 - Ghiaccio Non Pervenuto ;-)

     
  15. Diego ha scritto:
  16. 1: Sulla GNOCCA !!!
    2: Alla pari, sterrato e asfalto.
    3: Sterrato collinare: i cambiamenti di ritmo mi stimolano molto !

     
  17. Marco Bucci ha scritto:
  18. Anche oggi di pioggia...poca ma l'ho presa...un'oretta sotto quella gnagnarella alla Farnesina ed alla fine ero bello umido...
    Da giovane era pista e campestre mentre la strada serviva per allenarsi, ma gia' da allora, alla chetichella, di nascosto del mio allenatore, che mi voleva solo pistarolo, corsi la 1° edizione della Roma-Ostia senza pettorale, (quando erano di stoffa o di plastica come le buste del supermercato, chi se lo ricorda ?!), e sempre di straforo, la maratona di San Silvestro...
    Poi la strada e' diventata scelta obbligata anche se faccio allenamenti sullo sterrato ed in pista, e raramente corro qualche gara di cross...
    Terreno strano ? il crinale di una montagna con rocce scavate dalla neve e dal ghiaccio nell'Ecomaratona dei Marsi : un massacro... se non stai attento storte a go-go; andavo a 2 all'ora...!!!!!

     
  19. Karim ha scritto:
  20. Diego! Dobbiamo chiederti una dimostrazione?

     
  21. GIAN CARLO ha scritto:
  22. @Diego, sei in fascia protetta un altro intervento così e.... ci faccio un POST con tanto di firma ....TUA :-)))))

     
  23. giovanni56 ha scritto:
  24. Mi vengono in mente un paio di terreni trail, diversi da quelli elencati:
    1 roccia
    2 ghiaioni di montagna

    Preferisco correre su morbidissima erba o su sabbia.

    Competitivo? Cosa significa? :(

     
  25. Alvin ha scritto:
  26. mi piace correre sullo sterrato nel sotto bosco mabasta che il bosco/pineta non sia troppo intricato altrimenti il garmin sballa e vado in paranoia...
    Competitivo.....sul letto e basta!

     
  27. GIAN CARLO ha scritto:
  28. @Alvin, e se arriva prima Diego ?

    PS
    Tu quoque, Alvin, fili mi!

     
  29. Master Runners ha scritto:
  30. 1 Ho corso in sogno la settimana scorsa, e come in tutti i sogni non riuscivo a correre come volevo io.
    2 Sabbia, quando sono in ferie la mattina presto a piedi nudi e sabbia fredda
    3 Io non sono competitivo :)

    Ciao Giancà!
    Ce vedemo da Miguel?

     
  31. Diego ha scritto:
  32. @Giancarlo,
    me la sto facendo adosso dalle gignate... ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah.......... bellissima la domanda a Alvin...ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah........

     
  33. Gianluca Rigon ha scritto:
  34. 1. Tapis roulant (come dice anche Sarah) ma lo odio
    2. Non so se siano classificate tra lo sterrato, ma a me piace un sacco correre lungo le strade bianche (non asfaltate) non accidentate.
    3. Mi piacerebbe dare una risposta, ma non sono competitivo !

     
  35. R. Davide ha scritto:
  36. Devo mettermi anche io dentro..il Tapis l'ho fatto per 21 km durante una visita medica con elettrodi e maschera..quella sarà anche l'ultima volta..inoltre secondo me è totalmente diverso dai movimenti naturali che si fanno su tutti gli altri terreni e troppo monotono..penso che un uso troppo prolungato possa esporre a rischio di infortunio..

     
  37. GIAN CARLO ha scritto:
  38. @Karim, io domenica corro lungo il tevere...tu sul !

    @Davide e Sarah, il fatto che ho dimenticato il tapis pur avendoci corso molte volte....la dice lunga !

    Lucky e Giovanni, i sassi li ho dimenticati...poi un distinguo tra roccia ghiaino o pietroni mi pare eccessivo.
    Anche a Roma per la maratona 8km sono sui sanpietrini enon sull'asfalto.

    JaJA, grande debutto su questo Blog(benvenuto)....con letame !
    E' raro, ma indimenticabile

     
  39. GIAN CARLO ha scritto:
  40. Master, anche in sogno è terreno periglioso...Sigmund F. spia.

    Mathias, mi piace che ti senti invincibile, quindi ti saluto prima di Filippo.

    @Filippuccio, vorrei essere molto ma molto + scarso nei cross di te... ma abbastanza da pensare di vederti andar via...sarebbe già un'impresa.

    @Marco, la gnagnarella ce le ha massacrate.
    Ma non le scarpe le Pal..

    @Gianluca, non ti ho citato parlando del tapis...perchè ti voglio immaginare in quel di Trieste :-)

     
  41. Anonimo ha scritto:
  42. spero sulla GNOCCA NON METTIATE LE CHIODATE!!! risposte:
    1)cacca di pecora al parco degli acquedotti, pietra sull'appia antica.
    2)sterrato umido
    3)con l'erba vado di fuori (non fate battutacce). nel cross deve stare attento pure furio... se non franchino quando sta male. luciano er califfo.

     
  43. giovanni56 ha scritto:
  44. Giancà "un distinguo tra roccia ghiaino o pietroni mi pare eccessivo"
    io intendevo proprio 2 cose diverse. Uno è il sentiero su roccia bella soda, dove ti ritrovi un'appoggio diverso dall'altro, con discese ottime per slogature; un'altro è il tipico "ghiaione" di montagna quasi impossibile da affrontare in salita, e spesso in discesa usando il fondoschiena

     
  45. GIAN CARLO ha scritto:
  46. @Luciano, non è detto che le chiodate ti salvano dal fare figuracce
    Comincia ad allenarti che invece(se ci sei) ci sfidiamo sul san pietrino della Race for the cure.
    5km con partenza e ritorno alle terme intorno al 20 maggio con via dei cerchi bocca della verità via petroselli piazza san pietro fori imperiali via san gregorio e ritorno alle terme(3000 partenti)

    @Giovanni, effettivamente roccia dura e sassi son proprio 2 differenti superfici

     
  47. Francarun ha scritto:
  48. Intanto hai scoperto che non eri nel mirino del Giampy ! Alle domande rispondo:

    1) ho corso una volta sui sassi in riva al mare ma perchè mi rincorreva un cane !

    2) Preferisco sicuramente l'asfalto !

    3) è ovvio sull'asfalto, anche se non mi sono mai cimentata nelle campestri, ho fatto alcune gare dove vi erano dei tratti di sterrato e li rallento troppo, ho paura di cadere, sulla sabbia ho provato alle maldive, ma facevo una fatica cane, ogni mattina facevo 20 giri dell'isola, mi presero per matta, però è allenante muscolarmente parlando, sulla neve mai provato, nel fango si e non mi piace, si scivola,erba per scaricarmi magari da un'allenamento lungo, la pista solo per le ripetute e per i famosi 100 metri alla Bolt, sul ghiaccio francamente non ci proverei !

     
  49. Mic ha scritto:
  50. 1) Mi sembra abbastanza completo. C'è poco da aggiungere.
    3)Strada e pista.
    2)Credo che ad ognuno piaccia maggiormente correre dove ci si sente + competitivi, quindi strada e pista, per quanto riguarda le gare. Invece se si parla di allenamenti mi piace molto correre sui percorsi sterrati, magari in mezzo ai boschi.

     
  51. antherun ha scritto:
  52. banalmente al primo posto asfalto, a seguire sterrato/neve/erba (allo stesso posto) e infine pista...

     
  53. Micio1970 ha scritto:
  54. 1) corso su tutti e 8 ... ma null'altro!

    2) asfalto, sterrato, pista, erba, neve, pioggia, fango, ghiaccio in ordine

    3) asfalto

     
  55. Ale_1957 ha scritto:
  56. 1- Mi sarei aspettato di leggere "I SANPIETRINI" dove sogno (o incubo) di starci in buono stato tra un paio di mesi.
    2- L'asfalto ma anche lo sterrato purchè ben compatto e... senza buche!
    3- A questa domanda non posso rispondere: sono di un livello più basso.... ma "esagerando" dirò (come Mathias) che prediligo uno sterrato in leggera salita.

     
  57. Barbarella ha scritto:
  58. 1) no
    2) sterrato collinare
    3) mi astengo dal rispondere visto che sono agli inizi :-))))

     
  59. GIAN CARLO ha scritto:
  60. @Franca, speriamo Giampy non mi abbia solo dato un giorno di tregua.
    Al mare ti pigliano per pazza e ti lanciano contro i cani ?

    @Micio Mic a Antherun, tutti irrefrenabili calpestatori di asfalto con preferenze anche per lo sterrato.
    Io devo dire che preferisco l'asfalto solo che a Roma spesso è sinonimo di corsa tra troppe auto quindi mi rifugio sull'ormai sconnesso sterrato della Villa(Pamphili) non per passione naturalistica, ma per salvaguardare i polmoni... in Villa poi viene naturale correre in compagnia.

     
  61. GIAN CARLO ha scritto:
  62. @Barbarella, lo sterrato collinare, se le colline aiutano a riposare anche l'occhio, sono proprio la fusione ideale della corsa nella natura.

    @Ale57, in effetti i Sanpietrini meriterebbero un capitolo a parte.
    Non sono sassi, non è asfalto... ma, impatto dopo impatto ti entrano dai polpacci ti arrivano alla schiena e alla fine se sopravvivi ti riempiono anche il cuore.... benvenuto a Roma 22/3/09

     
  63. Igor ha scritto:
  64. 1. Acqua, quando il Lago di Locarno era uscito... ma la preferita è sempre la versione di Diego :-)
    2. Strada ed erba a piedi nudi
    3. Strada

     
  65. GIAN CARLO ha scritto:
  66. @Igor, quindi, se ho capito bene... hai un debole per la g..ca di Diego :-D

     
  67. Andreadicorsa ha scritto:
  68. 1) NO
    2) asfalto
    3) asfalto

     
  69. nicolap ha scritto:
  70. 1. sì, cemento/mattonelle di cemento
    la cosa peggiore per i tendini, da evitare (purtroppo i nuovi parchi pubblici e alcune ciclabili le fanno sempre più spesso con queste mattonelle, che saranno pure economiche, ma dal nostro punto di vista sono fastidiose)
    2. sterrato morbido tendente al fango, con lembi di prato :-)
    3. pista

     
  71. GIAN CARLO ha scritto:
  72. @Andrea, of course 100km d'asfalto.

    @Nicola, finalmente un vero pistarolo !!
    Le mattonelle, pure un pizzico bagnate sono proprio il massimo del pericolo per le cadute, oltre ai guai tendinei.

     
  73. Marco ha scritto:
  74. 1. sassi

    2. asfalto

    3. asfalto in discesa (ihih)

     
  75. GIAN CARLO ha scritto:
  76. @Marco, orange che non 6 altro !
    Qui piove di brutto...allenamento dalle 14 alle 14.45 in serissima difficoltà

     
  77. fabio ha scritto:
  78. 1. STERRATO

    2. STERRATO IN MONTAGNA(TROVANDONE IL TEMPO)

    3. COMPETITIVI RISPETTO A CHI?...BEH,MIO NONNO L'AVREI SVERNICIATO

     
  79. Anonimo ha scritto:
  80. da pietro musilli
    e ci sarebbe anche il terreno con sassolini (scomodissimo)
    come ad es. qualche centinaio di metri a villa Ada nella gara a staffetta.
    Inoltre asfalto con foglie ecc. (quindi molto scivoloso) tipo gara Istanbul (300 metri nel parco), dove non riuscivo a ripartire (tipo sul ghiaccio).
    Pensa se un giorno (tipo gomme da formula uno) faranno scarpe running da asciutto e da bagnato)
    bye

     
  81. GIAN CARLO ha scritto:
  82. @Fabio, lo sverniciavi solo perchè nonno aveva smesso di allenarsi.

    @Piero, non mettere scuse, quel giorno ti ho massacrato e rimarrà agli atti.

     
  83. Anonimo ha scritto:
  84. race for the cure? mumble mumble... solo la salita di v.d.cerchi? 5km precisi? se non mi spacco si può fare. comincia a pensare pure un 10km bello piatto, inizio maggio. luciano er califfo.

     
  85. franchino ha scritto:
  86. Nato atleticamente in pista...
    In allenamento strada e a volte sterrato, in gara "only asphalt"!

     
  87. Filippo Lo Piccolo ha scritto:
  88. Sei troppo buono Giancarlo, ma mettiti nei miei panni se vado ai Campionati italiani e becco 2'30" da Giorgione tuo e altra gente di quel livello...
    Spero di rimettermi al 100% la settimana prossima.

     
  89. GIAN CARLO ha scritto:
  90. @Luciano, lo troviamo, anche se 10 giorni dopo Boston sarò alla frutta.

    @Franchino, un esporatore di nuove strade gira solo su percorsi da Tom Tom.

    @Filippo, non sapevo fossi così scarso.... ahhh ahhhh ahhh
    Vabbè m'è venuta così !!

     
  91. Michele ha scritto:
  92. Ho corso quasi dappetutto eccetto il ghiaccio
    Asfalto

     
  93. Io preferisco correre su sterrato e asfalto che molte volte si fondono nelle gare domenicali a cui partecipo per prepararmi alle maratone.Per quanto riguarda dove sono più competitivo...mi sa che lo sono troppo poco per ricordarmelo :-)

     
  94. GIAN CARLO ha scritto:
  95. @Michele, anche a Firenze... lentamente :-))))

    @Alberto, ognuno è + o - competitivo rispetto a chi in gara ci arriva poco dietro o poco avanti.
    Quando mi allenavo come te(ero già + vecchio) ma andavo + piano di te.
    Non dico che sarai mai un campione, ma se trovassi voglia fantasia e tempo per allenarti in 3 anni vai sotto a 3 ore sui 42km.
    Ovviamente senza sigarette e con 5kg di meno !

     
  96. Ok proverò a fare il massimo per essere più competitivo e vedremo cosa riuscirò a fare. Per cortesia quando mi rispondi puoi scrivere @ Pasteo anziché @ Alberto? Credimi non sono proprio abituato a sentirmi chiamare per nome:-) e capisco solo in ritardo che @ Alberto é per me!(vedi come sono messo?!?)

     
  97. GIAN CARLO ha scritto:
  98. @Pasteo, assolutamente si ci mancherebbe che ti chiamo come non vuoi

     
  99. Mathias ha scritto:
  100. Si profila una sfida giancarlo califfo bene bene..

     
  101. uscuru ha scritto:
  102. e' la treza volta ke posto e.... boh! non ho trovato il mio commento!!!
    1 superfice fatta di ghiaia grande (CELLINO MEDUNA) non e' stata una corsa, ma una sgambata!!

    2 erba e fango, sarebbe il massimo x me l' importante e' usare le kiodate(kiodi lunghi pero')
    3 ma questo e' solo quello ke penso. sui terreni sconnessi, ma non di troppo dislivello.

     
  103. GIAN CARLO ha scritto:
  104. Io un mese dopo la maratona saro' al top del negativo mettici la mia indolenza verso le distanze brevi e sai già il risultato.
    Considera che quasi ogni anno ho fatto quella gara, ma non mi sono mai iscritto...proprio perchè mentalmente gare + corte di 10km non le reggo e allora senza pettorale è diverso

     
  105. GIAN CARLO ha scritto:
  106. @Orlando, me batti su tutti i terreni, pure sul clic del blog... io ho risposto a math e tu ti 6 inserito.
    Ma quanto sono lunghi sti chiodi ?

     
  107. 1 - no
    2 - asfalto
    3 - asfalto

    Per maggio fate largo a Luciano! I suoi allenamenti migliorano di giorno in giorno.
    E se riesce a mettere velocità nelle gambe dopo tutti i milioni di scalini saliti e scesi, saranno in tanti a restare a bocca aperto.

    Vai Califfo! Viareggio Ti spinge!

    Un saluto a tutti da

    Stefano

    P.S. - Che dici, fratellone? Comincio a garbarTi? Podisticamente, intendo.... lo so anch'io che sono brutto come pochi.

     
  108. Dante ha scritto:
  109. Per ora la miglior sensazione è stata quella del bosco sotto i rami che quasi ti accarezzano, saltando sulle foglie.

    Ma poi pensandoci ti dico che personalmente il fondo è ininfluente l'importante è correre.

    A proposito... Gnocca what is gnocca ?
    Fondo sconosciuto...dato non rilevato.

     
  110. GIAN CARLO ha scritto:
  111. @Stefano, forse stai puntando sul cavallo sbagliato... io al posto tuo punterei su di te.
    Fra me te e Luciano tra un anno il + forte sei tu...anche se brutto e brutto forte

    @Dante, niente gno..a neanche nel bosco ?

     
  112. Anonimo ha scritto:
  113. stefano, maledetto spione! fra noi 3, il vaso di coccio sono io e allora dovrei avere il diritto di scegliere almeno il terreno di gara: ci sono cross a maggio (eh, eh, eh!)? per adesso mi date 30" a km, riuscirò a raggiungervi in 4 mesi? mi piacerebbe provarmi in una garetta, anche se aborro la competitività "a uomo", però, giancà, francamente preferirei una gara più piccola che non quella con 3000 persone, per avere un valido riscontro cronometrico (a meno che non scavalchiamo e partiamo davanti di prepotenza...). luciano er califfo.

     
  114. GIAN CARLO ha scritto:
  115. @Luciano, scavalchiamo...nel senso che non ci iscriviamo proprio. Partiamo laterale. Io lo faccio già da molti anni. L'importante è partire esattamente dalla stessa altezza e avere la chiusura al traffico.

     
  116. GIAN CARLO ha scritto:
  117. @luciano, Mic ti ha scritto sotto al post prima

     
  118. Anonimo ha scritto:
  119. mic: visto.
    circa la gara a maggio, 2 cose:
    1)dovrò resistere alle sirene del CARNEVALE: 7 giorni in cui, dalle 15 alle 6, 2milioni di persone (di cui 300mila come la "fan" di ezio) ballano e bevono per strada.
    2)oggi il tendine duole parecchio...
    luciano il califfo.

     
  120. Furio ha scritto:
  121. Arrivo tardissimo.. son un paio di giorni che non sto al pc per più di 5 minuti.

    Allora:
    1- ricci delle castagne... una corsa fastidiosa, pungono trapassando la tela della tomaia..
    2- asfalto
    3- asfalto (ma in discesa sui sentieri di montagna sono incontenibile, peccato non lo sia poi anche in salita..)

     
  122. GIAN CARLO ha scritto:
  123. @Luciano, dopo il carnevale avrai 2 mesi pieni pe rispolverare un programmino stile Rondelli per essere in forma a maggio. Poi non ti servirà una grande forma per avere ragione di Runner Blade

    @Furio, 75kg son tanti anche per uno potente per volare in salita...qui oggi giornata mitica non è freddo neanche al mattino +6 ma a pranzo arriverà sicuro a 15

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi