Riflessioni sul Blog. Ho capito tutto...o forse no ?

Pubblicato da GIAN CARLO martedì 3 febbraio 2009

Sono quasi 9 mesi che vive questo Blog. Un tempo lungo quanto una gestazione; sufficiente a capire tante cose, ma anche a far nascere nuovi dubbi. Di sicuro questa creatura, un po' come succede con i figli, non sempre finisce per essere ciò che si era pensato. Sembrerebbe proprio che, così come un figlio, assuma una sua personalità e cominci a costruirsi il suo percorso. Pensavo, in origine, di aprire un mio spazio dedicato alla corsa dove registrare i miei allenamenti e magari, se fosse capitato, di usare la rete per interagire con i tanti amici podisti che già avevo. Ero anche certo che, di quando in quando, avrei scritto delle personalissime considerazioni sul vissuto quotidiano. Bene... o male... questa cosa è successa solo in parte.
Provo a dividere banalmente i lati positivi da quelli negativi:
Positivi:
  1. Ho avuto un numero di contatti esageratamente più alto di quello che avrei mai potuto neanche lontanamente immaginare.
  2. Gestire questo spazio è per me ogni giorno di stimolo nel cercare sempre argomenti che possano servire a creare una discussione. Quindi ad essere propositivo e non passivo.
  3. L'aspetto virtuale, seppur prioritario, si è spesso fuso con la realtà se è vero che ad ogni gara e anche in qualche semplice allenamento ho modo di vedere persone (e non semplici avatar) che girano sul blog.

Negativi:

  1. Giampiero profeticamente molti mesi fa mi disse: I compagni di squadra o di allenamento di solito ti leggeranno ma difficilmente commenteranno... è normale ! Aveva ragione.
  2. Non sono riuscito a parlare di cose esterne alla corsa, probabilmente perché sono stato vittima della sindrome di avere un commento in più invece che uno in meno.
  3. Quando il lavoro o la famiglia giustamente ti chiedono di più soffro un po' nel non riuscire a trovare il mio spazio di collegamento. Non è crisi di astinenza, ma neanche quel "menefreghismo" totale che speravo all'inizio.

Ammesso si possa parlare di un bilancio con costi e benefici non c'è dubbio che questi ultimi siano superiori, ma è innegabile che qualche ombra c'è.

Chiudo, non con 3 domande, ma solo con una: a voi come butta ?

47 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. Micio1970 ha scritto:
  2. Hai fatto un'analisi sui pro e sui contro che credo nella "sostanza" possa essere condivisa dalla maggior parte dei blogtrotter.

    Senza piaggeria il tuo è sicuramente uno dei migliori blog sul running che ci sia in rete.

    Quello che mi chiedo (senza trovare una risposta certa) da un po' di tempo è quanto il blog come strumento sia adatto a parlare di argomenti generali (per esempio le domande che poni spesso alla fine dei tuoi post) piuttosto che per esprimere opinioni/riflessioni personali. In fondo è comunque un tipo di comunicazione uno a molti e non molti a molti come un socialnetwork (ES: facebook).
    Probabilmente l'aspetto positivo in questo senso nel blog è l'aspetto della "moderazione" dell'autore che se fatta bene (e tu sei molto bravo in questo) fornisce valore aggiunto ...

    Scusa per la lunghezza del commento ;-)

     
  3. Fatdaddy ha scritto:
  4. Mi faccio e mi fai impressione da solo.
    Ti ho praticamente risposto con il mio post pubblicato prima di leggere il tuo blog e le tue domande...questo sintonismo mi inquieta! ;)

    In sintesi, ogni giorno faccio un bilancio del blog, soppesando come te fatti positivi con fatti negativi e l'ago della bilancia normalmente oscilla sul positivo.
    Tranne in questo periodo.
    Passerà!
    Forse.
    Oppure no...

     
  5. uomo stai facendo una cosa sana per te,corri,ed un altra sana,scrivi,conosci,ti rapporti con altri fuori di testa tra virgolette come te,che male c'e' ad essere propositivi in sto mondo?

     
  6. Andreadicorsa ha scritto:
  7. Di aspetti negativi non ne vedo neanche uno. caro Giancarlo il tuo è uno dei blog di riferimento per noi appassionati di corsa. Grazie a questo e agli altri blog è stato possibile creare una rete di amicizie che mai sarebbe nata altrimenti. ogni giorno c'è un nuovo argomenti di cui dicutere e ci sono nuove cose da imparare. Quindi Runner Blade posso solo ringraziarti di esistere ;;--))

     
  8. Lucky73 ha scritto:
  9. Cazzo Giancarlo hai centrato alla grande (e scusa l'espressione milanesotta, ma ci voleva!)

    Sui PRO voglio aggiungere una cosa che ti riguarda personalmente. Aiuti a far crescere i giovani Blog. Ieri come oggi il tuo commento c'è sempre! Quando ho iniziato mi hai aiutato non poco con i tuoi commenti e di questo ti ringrazio. D'altra parte sei il Mister! Nel podismo e nei Blog!

    Sui CONTRO sono d'accordo con te. I miei compagni di allenamento leggono (qlc volta), ma commentano pochissimo! Ora ho in progetto di aprire uno spazio per le gare in pista che verrà pubblicizzato a tutti i partecipanti.
    Sul punto 2. la mia è una decisione chiara, il blog è solo podismo.
    Sul punto 3. stessa cosa....

     
  10. Daniele ha scritto:
  11. Beh, Giancarlo, direi che i pro superano altamente i contro.

    Il tuo blog in effetti si caratterizza per essere seguitissimo, pieno pieno di commenti e discussioni, ma essenzialmente di solo podismo.

    Io praticamente penso di essere il solo blog non di corsa che fa parte del “circuito blogtrotters”, e difendo l’essere generalista, anche se quando parlo non di running i commenti son sempre pochi… però a me piace così… Non mi interessa il numero dei commenti ma lo scrivere di ciò che mi va…

     
  12. Anonimo ha scritto:
  13. anche se non ho un blog...
    il blog di giancarlo mi piace e lo uso anche come trampolino per accedere agli altri. parlando dei blog in generale (non in particolare questo di giancarlo) trovo personalmente alcuni aspetti che mi fanno pensare:
    1)molti danno eccessiva importanza al blog
    2)vedo assurde forme di censura/autocensura, esempio tipico: le parolacce puntate. a regà, ma se anche puntate le capiscono tutti!?!?! questa cosa veramente è degna di essere studiata dalla psichiatria. si ripetono cerimoniali tipici della società là fuori, forse vi credete di scrivere su un grande giornale? perchè autocensurarsi? cosa ci guadagnamo? di cosa abbiamo paura? non tutti dicono quello che pensano, c'è troppa diplomazia (tranne quando si tratta di parlare della vita privata del califfo senza sapere una mazza... scusate: ma..a).
    giancarlo, per quanto riguarda l'affrontare temi extracorsa, chi te lo vieta?
    luciano er califfo.

     
  14. R. Davide ha scritto:
  15. Sicuramente aprire il blog mi ha aiutato a imparare tante cose nuove ed avere un hobby in più. Sicuramente il tempo alle volte non basta per esprimersi al meglio però per ora ho trovato solo dei vantaggi.

     
  16. Francarun ha scritto:
  17. Allora c ma che ti sei bevuto il cervelletto???
    Ma secondo me di lati negativi non ne vedo nemmeno l'ombra ! e poi il tuo blog è sempre il più visto e commentato se neghi questo spazio a tutti noi di che si ragiona? ogni blog ha la sua personalità, rispecchia in parte l'essere che uno è, quello che pensa , quello che fa, ma nei limiti del privato è ovvio ! questi blog sono nati per vivere e far vivere esperienze come le tue che sono sempre o quasi sempre costruttive e utili. Per chi come me e altri hanno tutto da imparare le tue pagine sono le migliori per imparare e scoprire !
    quindi in buona sostanza giancà-----falla poo lunga con codeste riflessioni, e scrivi più che puoi !

    sai cosa forse dovresti cambiare l'immagine del blog, forse ti annoieresti meno !!!!!! cambia colore, insomma fai il che ti pare ma scrivi !

     
  18. GIAN CARLO ha scritto:
  19. @Micio, nelle mie reminiscenze informatiche le relazioni molti a molti erano le + difficili :-)

    @Marcello, passerà ne son certo...anche se ti rispondo non avendoti ancora letto...lo facciio tra poco.

    @Andrea, il solo fatto che un campione del mondo scrive su questo spazio vale la ragione di esserci

    @Bress, quando dici fuori di testa eri davanti allo specchio o parlavi in generale :-)

     
  20. GIAN CARLO ha scritto:
  21. @Franca, non ho mai pensato di chiuderlo...non l'ho scritto e per ora non lo farò.... l'immagine la cambio spesso...anzi oggi lo rifaccio che mi ha già stufato.

    @Davide, andando + veloce in gara si potrebbe avere qualche minuto in + per il BLOG :-)

    @Luciano, quello di puntare le parolacce certe volte viene naturale(parlo per me) e in effetti è una gran cazzata !!!
    Potrei parlare di altre cose, nessuno me lo nega, criticavo(me stesso) per il fatto che non ci riuscivo...non che esita una censura che me lo vieti.

     
  22. GIAN CARLO ha scritto:
  23. @Daniele, il tuo Blog è un esempio. Sono a metà libro e devo dire che è molto coinvolgenete.

    @Lucky, se parliamo dei 16 anni in + che ho all'anagrafe OK, se parliamo dei Bloggers + giovani come gestori di blog sono arrivato appena qualche mese dopo e anche i + vecchi come il Giampy in realtà non son decrepiti.... tutto il gioco è nuovo e ognuno ha da imparare dagli altri.

     
  24. Mathias ha scritto:
  25. rispondo sui negativi
    - e' vero c'è una sorta di sortilegio che colpisce tutti i compagni di squadra..forse perchè sanno che li vedi tutti i giorni e se scrivono cappellate li puoi menare. Penso che il 30% del mio traffico arrivi da lettori sardi di qui. In un anno UN COMMENTO. Eppure io dico..commentate ragazzi se volete, niente.
    - Nulla ti impedisce di inserire nel blog tematico argomenti extra-corsa. Ci sarà un limite però..i tuoi lettori saranno sempre runners(che non disprezzeranno altre tematiche)..però per far avvicinare un pubblico diverso devi aprir un blog generalista come quello di Daniele. Non basta un argomento una tantum, lo scrivevo anche a Marcello. Le rare volte in cui scrivo extracorsa non riavvicino i commentatori perduti(anche la mia ragazza tra questi!!!)..oramai ho l'etichetta, son un blog-runner (ed aggiungo, per scelta, mi va bene così).
    3- E' normale ti sei fatto degli amici, si intavolano discussioni interessanti e vuoi veder come si evolvono. Capita anche a me.
    Ok per gli aspetti positivi

     
  26. Gianluca Rigon ha scritto:
  27. Semplicemente ll tuo blog è per me un punto di riferimento per quel che riguarda la corsa. Commento poche volte i tuoi post per una specie di timore reverenziale, ma li leggo sempre con molto interesse, comprese le discussioni che ne scaturiscono. E poi aspetto con ansia il tuo commento ai miei post quasi come una legittimazione (o stroncatura) dei miei allenamenti.
    Le volte che parli di argomenti extra-podistici rappresentano un'occasione per conoscerti meglio.
    Secondo me.....continua così !

     
  28. Suysan ha scritto:
  29. Il mondo dei Runner per me è un mondo sconosciuto e il tuo blog mi fa entrare un pò nella mente di chi corre per passione....non mi intrometto nelle vostre discussioni podistiche ma mi piace leggerti.

    Forse c'è una strana legge che il profetico Gianpiero aveva previsto.... chi mi conosce legge il mio blog ma non commenta e per quanto riguarda certe priorità che la famiglia impone anche io quando non riesco a ritagliarmi degli spazi per connettermi mi sento come se mi mancasse qualcosa

    Cercare un commento in più per me non ha senso ...magari cerco un commento che mi faccia sorridere o che mi aiuti a capire qualcosa ....insomma meglio pochi ma buoni!

     
  30. Lucky73 ha scritto:
  31. ???? non capisco...mi hai risposto su una cosa che volevo scrivere che però non ho scritto...sei pure veggente? :-))))

    Io intendevo solo aggiungere un apprezzamento nei tuoi confronti. In pratica i tuoi commenti, la tua grande presenza aiuta i giovani Blogger a crescere.

    Quando ho aperto il mio Blog ero convinto che tu fossi in rete da tantissimi anni ....e invece io ho aperto sett 2008 e tu aprile 2008 giusto?

     
  32. Karim ha scritto:
  33. Che domande/riflessioni impegnative! Io sono sul web con il mio blog da poco, e quindi non sono ancora arrivato alle tue riflessioni. Rimane il fatto, che il tuo blog è sempre fonte d'ispirazione, e quindi, per favore, vai avanti ancora per molto che fai piacere a me e tanti altri ancora.
    A Fiumicino non ci vado domenica prossima. Voglio recuperare bene la coscia prima di riprendere sul serio.

     
  34. GIAN CARLO ha scritto:
  35. @Lucky, in aprile ho creato il Blog. Ma non ho postato nulla fino al maggio 2008. Il giorno dello scudetto il 19/5 mi sono messo la maglia dell'inter, mi sono fotografato e l'ho postato... poi ho rotto il ghiaccio... e ho reinserito vecchie cronache(con date antecedenti) che avevo mandato al sito di Podisti.net

     
  36. GIAN CARLO ha scritto:
  37. @Math e Suysan, chi ci conosce commenta poco. Quindi è vero a 360 gradi anche al di fuori della corsa.
    Giampiero questa cosa l'aveva capita da tempo... ma lui è un grande :-)

    @Math, su quello che dici siamo in assoluta sintonia.

    @Suysan, il tuo commento da non runner è sempre graditissimo proprioperchè non di parte.

     
  38. GIAN CARLO ha scritto:
  39. @Gianluca, mi sembra che il dolore al ginocchio ti stia passando e con la voglia di correre che torna anche tu torni a farti vedere di +.
    Ti seguo sempre con un occhio di riguardo.

    @Karim, spero che l'allarme alla coscia rientri presto....stasera alle 19 giro a Via Poerio-Cavallotti.
    Peccato per domenica che non 6 dei nostri... se riesco(ma loro sono cattivelli) io a Fiumicino andro' con Orlando e con Stefano che hanno dichiarato 4.15 al km...solo che se c'è vento o pioggia diventa un ritmo (per me) un po' troppo massimale per essere un allenamento.

     
  40. Danirunner ha scritto:
  41. Per me sei come IBRA!!! Un mito!!!

     
  42. stefano of course ha scritto:
  43. Caro Fratellone,
    rieccomi a farmi sentire grazie a un passaggio volante al negozio di mia moglie (il mio computer è più morto che vivo).
    Ti rispondo con un rilancio sul tema. Non è che forse stiamo tutti attraversando un piccolo passaggio a vuoto, tipico di ogni processo di crescita?
    Anch'io, nel mio piccolissimo, sto vivendo giorni di disorientamento -non solo riguardo alla corsa- e una certa qual paura di volare mi porta a chiudermi in me stesso e rimpiangere tempi nei quali molti dei miei stimoli attuali erano inimmaginabili.
    Verranno tempi migliori. I miei più sentiti auguri e il consueto abbraccio,
    Stefano

    P.S. - L'incontrarci, il conoscerci, ilo contarci tra poche settimane a Roma snebbierà certamente le nostre deboli menti e ci permetterà di meglio capire chi siamo e dove vogliamo andare.

     
  44. Furio ha scritto:
  45. Gian Carlo, son quasi due anni che bloggheggio, il mio diario virtuale è cambiato molto, ma non nella sostanza; cerco di parlare in modo obiettivo di me, come runner e persona.
    Il raccontarmi mi serve per molte cose, tra le prime c'è una buona dose di divertimento, ma non solo.
    Scrivendo (..penso di scrivere molto) rendo indelebile un percorso, che altrimenti la mia memoria perderebbe, ma uno dei motivi più forti per cui iniziai a scrivere il mio blog, fu per dare uno stimolo positivo a chi si trova in una situazione simile a quella in cui mi trovai io (i miei dati sensibili restano facilmente accessibili).
    Il mio percorso durerà per tutta la vita, riuscire a tenere un mio diario (cosa mai riuscita prima), per me è una stupenda sorpresa; non sapevo cosa fosse un blog quando lo aprii e non pensavo che avrei conosciuto altre persone in rete e poi dal vivo.

    Riguardo ad i problemi che accenni, mi riconosco un po' nell'ultimo, il blog porta via molto tempo e leggere con costanza quelli degli altri ancora di più.. infatti ho praticamente abbandonato un forum a cui all'inizio partecipavo attivamente ed è lo stesso motivo per cui mi son registrato a facebook e son sparito il giorno seguente.. oppure he tengo ormai spento messenger.. e via così.
    Occorre troppo tempo e bisogna sacrificarlo altrove.. ognuno si da un suo limite.

    Riguardo al tuo secondo punto negativo.

    Non ho mai avuto il cruccio dei commenti, anche se inizialmente quello degli accessi unici si; possono essere un indice di quanto il blog sia vivo.
    Però da tempo ho capito che
    se voglio rimanere fedele alla linea che mi appaga, devo lasciare che le parole escano da sole, per cui scrivo solo quello che mi va; i commenti pochi o tanti arrivano di conseguenza.

    Il primo punto sui compagni di allenamento lo confermo anche io, ma è giusto così no?
    Con loro ci si vede e si parla in real :-)

     
  46. Michele ha scritto:
  47. Dunque butta bene: anch'io scrivo da meno di un anno e lo trovo divertente.
    Io cerco di non scrivere sempre e solo di corsa perchè se no diventa per me noioso, nel tuo caso se mi permetti noto un pochino di paraculaggine nel fare post " accondiscendenti " per cercare il più possibile di avere commenti. Ho notato però che te ne rendi conto anche tu. Quindi vai avanti come ti piace, d'altronde il blog non è altro che un diario personale quindi non dovresti neanche fartele queste domande, se ti piace continua :)

     
  48. Ezio ha scritto:
  49. Ne parlammo verso Settembre...piuttosto non riesco a trovare il post...e tu dicesti quanto mi durera' la voglia di scrivere? Insomma....tanto male non e' andata fin ora, credo che le crisi passeranno per tutti l'importante e' sapere che ci sono tanti amici che ti aspettano per parlare con te...criticarti e apprezzarti. Io dico la verita' ho trovato un bello spazio anche su Facebook...e' piu' diretto meno impegnativo e si puo' parlare senza puntini come dice Luciano.
    E' questo che mi fa' pensare...

     
  50. Anonimo ha scritto:
  51. Stai cercando la provocazione? Sono un lettore assiduo, ma non inserisco commenti e faccio parte anche della tua squadra. Mi piace leggere qualcosa che sia vicino al mondo della corsa, ma quando ci si fissa a parlare solo di se stessi e di quello che si fa mi ritiro di buon ordine. Ma tu fai un buon lavoro. Magari pianifichi un po' troppo, ma i 50 anni prendono alla gola. Ciao, Renzo

     
  52. GIAN CARLO ha scritto:
  53. @Renzo, grazie di esistere !!!!
    Di sicuro ci vediamo sabato sera, sprevo sinceramente che domenica scorsa fossi presente all'appuntamento davanti alla Villa avresti fatto un ottimo allenamento sia per Roma che per Vienna.

    @Ezio, è vero, hai buobna memoria. Allora fu proprio una piccola crisi di rigetto iniziale pra gestisco meglio, ma ancora mi interrogo.

    @Michele, è vero soffro un po' di paraculite... è grave ?

     
  54. GIAN CARLO ha scritto:
  55. @Dani, lasciamo perdere i marziani.

    @Furio, indubbiamente per te che quando sei al lavoro di regola non usi il computer gestire i tempi con 2 piccoli è ancora + difficile...eppure lo fai benissimo...sei un esempio.

    @Stefano, una cosa che dici è certa, ogni volta che conosco qualcuno dei Bloggers è un'iniezione di fiducia....quindi Roma sarà un bel momento.
    PS
    In 15 edizioni non è piovuto mai...ma quest'anno è pericoloso.

     
  56. Mic ha scritto:
  57. Allora, Giancarlo! lascia che ti dica 2 cosine. Io seguo diversi blog, spulciando qua e là, anche se ci sono alcuni cui sono + affezionato, e il tuo è uno di questi. Lo è per una serie di motivi, che forse spiegano l'audience :-) Intanto scrivi bene quello che devi dire; poi rispondi sempre a tutti e lo fai con attenzione: penso che questo ti richieda del tempo e dimostra una grande passione. Al contrario, non sopporto la censura, l'obbligo di registrazione e quando sopprimono i miei commenti. Mi ha fatto piacere anche il fatto che sei disponibile a prestare il tuo spazio agli altri (Luciano e Ugo). Poi subentra anche una certa affezione e diventa un piacere e un'abitudine scambiare opinioni sul nostro argomento preferito. ...ma non era la gnocca?? Altri punti a favore sono il fatto che il tuo blog è strutturato bene ed è comodo per vedere gli aggiornamenti in giro, eppure non è troppo pesante (qualcuno non lo visito mai xchè puntualmente si inchioda col pc antico). Penso che soprattutto ci sia la voglia di raccontarsi, ma se parlassi solo di corsa, dei tuoi risultati e dei parziali, diventeresti noioso, invece mi piace la ricerca di temi interessanti. Riguardo gli aspetti negativi, non ne hai citato uno, che a me sembra evidente: sarà perchè sono riservato, ma non mi sembra piacevole esporsi così tanto, con nome, cognome, foto e tutto il resto messi a disposizione di tutti. Ti saluto!

     
  58. Marco Bucci ha scritto:
  59. Sinceramente non so cosa dirti, talmente e' esaustiva la situazione del tuo Blog, che viaggia a suon di commenti e contatti....
    Forse possiamo discutere sulla corsa ma su cosa dirti qui non so proprio cosa fare, se non dirti di continuare cosi', ormai i post e le ricognizioni su altri blog sono un appuntamento quasi quotidiano, che ti porta a non vedere la televisione additittura (almeno a me succede cosi')...
    Ciao ed arrivederci a Fiumicino

     
  60. Sarah Burgarella ha scritto:
  61. Io ho scoperto il mondo dei blog lo scorso ottobre, ero a casa con l'influenza invece di essere a Venezia a correre la Maratona e facevo running in rete per sfogarmi: che fortuna! Perchè i runners sono bravi, tutti, sia quelli della Squadra (che leggono ma commentano a voce :-) che quelli del Blog (che ci sono tutti i giorni!). Mi sono affezionata a questo mondo "virtuale", che poi tanto virtuale non è, perchè a differenza di altri social network qui ognuno rimane con i piedi per terra (e le scarpe da running :-), perchè il runner è sincero e non si inventa una maschera da indossare: racconta quello che è, la sua fatica, la sua felicità. Se le voci con cui ho familiarizzato dovessero tacere, mi mancherebbe qualcosa di importante, rimarrebbe un vuoto. Bloggers (e anonimi commentatori dei bloggaroli :-), per favore, continuate a far vivere questo bel gruppo! Ma dove altrimenti si possono condividere le nostre belle emozioni, che solo noi riusciamo a capire e ad apprezzare? Dove possiamo esprimere liberamente il nostro pensiero e la nostra passione?

     
  62. GIAN CARLO ha scritto:
  63. @Mic, come sempre ti rinnovo l'invito a renderti protagonista al pari di Ugo o dr Califfo, magari mandando la cronaca della tua prossima gara.
    Grazie per le belle parole aiutano.
    Per quello che dici sull'esposizione personale(non) messa nei fattori negativi...non è una dimenticanza, ma semplicemente è un aspetto che vivo con grande serenità.

    @Marco, fino a 4.20(max 4.15) a Fiumicino insieme si puo' fare sotto no sarebbe troppo stressante.
    La televisione io la vedo solo a piccole dosi. Le partite e qualche film(tipo ieri Leoni per Agnelli su sky) e poi un TG al giorno

    @Sarah, l'influenza ti ha quindi regalato a noi... non sempre il male vien per nuocere.
    PS
    Io la maschera però ogni tanto la metto....quando Paperinik chiama....

     
  64. kaiale ha scritto:
  65. sai benissimo come la penso sul blog.
    ti ho già detto e scritto sempre sul mio blog, che grazie a questo sto arricchendo amicizie virtuali ed è sempre bello.
    poi si scambiano opinini, pareri, emozioni; insomma una bella cosa.

    inoltre...i miei possono sapere le cose principali della mia giornata, visto che quest'anno torno poco a casa

     
  66. Diego ha scritto:
  67. Me butta bene.... a panza piena...ho appena mangiato la mia amata CROSTATA !!!

    Gianca continua così, che vai alla GRANDISSIMAAAAA !!!!!!!

     
  68. Pimpe ha scritto:
  69. Sai Giancarlo la cosa che mi rende piu' felice nel tenere un blog e' aver conosciuto e conoscere gente nuova che ha la stessa passione, la corsa , che segue e racconta la sua storia i suoi successi ed altro ancora.. un " pub" virtuale allargato a tutto il mondo..!
    Questa e' la cosa che mi rende veramente felice ;
    l 'interagire con tutti voi e mi spiace come dici tu quando non trovo il tempo per passare e commentare , anche solo con due parole , ad un dubbio un fatto o altro scritto da tutti voi..
    in realta' penso che questo tremendo bisogno di bene che e' insito in tutti trovi sfogo nel aiutarsi a vicenda ,nel conoscersi nell'affrontare gli stessi problemi, insomma nel far gruppo .. un sano gruppo !
    ciao.
    pimpe

     
  70. giovanni56 ha scritto:
  71. Ci sta ogni tanto un momento di riflessione e, sommato ai lati positivi e negativi che descrivi, non fa altro che dare ulteriore conferma di quel mix fra ironia, saggezza e umanità, che ti fa grande (o quantomeno, non conoscendoti personalmente, fa grande il tuo blog).

     
  72. GIAN CARLO ha scritto:
  73. @Alessio, se mamma legge il blog devi per forza esser...precisino !

    @Diego,come si dice... ti prendiamo sempre con le dita nella marmellata.

    @Giovanni, è sicuramente + difficile ò'esser "grandi" come persone che non come blogger :-)

    @Pimpe, quando poi aggiungerai ai tuoi allenamenti qualche lungo in + allora avrai ancora meno tempo per scrivere e commentare.

     
  74. antherun ha scritto:
  75. Ho aperto il blog da poco tempo, però posso dire che oltre a costituire un grande stimolo a scrivere ed a confrontarsi con gli altri bloggers (ma non solo) rappresenta una sorta di diario di tutte le esperienze fatte. Concordo sul fatto che ognuno deve essere libero (anche di autocensurarsi se vuole), perchè è questa la vera libertà. Aspetti negativi? Prima di aprirlo avevo paura di un impegno fisso, poi invece ho capito che si tratta di un piacere, e quando questo piacere dovesse svanire, svanirà anche il blog.

     
  76. unoazero2000 ha scritto:
  77. web-amico Gian Carlo, ciao! A differenza con il tuo blog, io cerco di essere più breve nei post e a non badare pochi/tanti(!) commenti. Questo perchè anch'io preferisco leggere cose-corte visto che il mio accesso internet è per lo più dall'ufficio.
    Non apro mai discussioni; il tempo di gestione-blog è sempre risicato. Spero comunque che sia qualcosa di positivo.
    Ciao

     
  78. GIAN CARLO ha scritto:
  79. @Unoazero, questo tuo commento però è abbastanza lungo :-) ... e sicuramente positivo.

    @Antherun, se la passione per la corsa non svanirà, dubito che svanirà il blog... che per altro potrebbe resistere anche alla migrazione personale verso altri interessi.

     
  80. maso ha scritto:
  81. Eccomi, fresco fresco di blog!
    Il mio ce l'ho da un mesetto e devo dire che è molto stimolante non solo scrivere (devo dire che non è così semplice riuscire ad esprimersi scrivendo..) ma leggere soprattutto cosa pensano gli altri riguardo la corsa, ma non solo, la musica, la fotografia, il cibo... insomma, ci sono migliaia di cose interessanti nei blog, sicuramente più utili che passare il tempo su altri social network tipo facebook...

    Ciao!

     
  82. GIAN CARLO ha scritto:
  83. @Maso, non è facile esprimersi anche perchè il Blog necessita di post stringati e chi(come me) è un po' prolisso di natura fatica a comprimersi.
    Comunque è un buon esercizio... e visto che sei all'inizio... continua a parlare di tutto... anche se detto da me stona

     
  84. Francorre ha scritto:
  85. Anche io sono un novizio del mondo dei blog. Ho dapprima iniziato a leggere gli altri blog, che ho trovato essere una cosa diversa dal seguire forum di atletica che leggo da svariato tempo. A gennaio ho invece sentito l'impulso a contribuire in modo attivo. Ne sta venendo fuori un'esperienza impegnativa ma stimolante e coinvolgente.

     
  86. Filippo Lo Piccolo ha scritto:
  87. Arieccomi.
    Bel quesito, alle volte ci penso.
    L'idea di realizzare il blog a me venne dopo le spudorate menzogne ricevute gratis da mezzo popolo di runners causate da facili voci di spogliatoio, e dal racconto su podisti.net di uno "sciocchino" che mise apertamente in mezzo il mio nome... E questo per far rispettare le regole...
    Non ne ho mai parlato di quell'evento nel mio spazio, ma in fondo è meglio così.
    Dovetti invece replicare rettificando sempre su quel sito le cose come in realtà avvennero.
    Ma la frittata ormai fu fatta...

    Il mio concetto di raccontarmi vorrebbe andare oltre la mia principale passione, ma alla fine il più delle volte è corsa con accenni alle altre voci, come la musica, le serie TV, i videogiochi, l'elettronica, ecc.

    Di certo al lavoro non esiste che mi metto a fare queste cose, poi ho davvero tanto da fare, e rispetto molto l'ente per cui mi impegno ogni giorno.

    E se sono offline per molti giorni, almeno cerco di esserci per gli eventi principali che corro.

    In questo modo il blog rappresenta il mio spazio: chi mi conosce viene a visitarmi e mi legge, la mia versione dei fatti, e può apertamente commentare (civilmente).
    Se la cosa non gli piace, basta che non mi cerca in rete! Semplice no?

    Fin'ora molti lati positivi. Ho lasciato una piccola parte di me tra i runners calabresi e tutti aspettano i miei racconti: lo so, me lo dicono pur non commentando. Ci si sente vicini in questo modo!
    E questo con chiunque mi conosce in Italia. Aperto a tutti!

    Avrai notato che sono molto moderato nel mettere nei miei racconti altre persone: io non sono il tipo "cioilblog" e se non ho l'autorizzazione non pubblico il nome della persona, ma solo accenni. Il Coach è sempre il Coach, se un giorno mi dirà di essere contento di stare nel mio spazio avrà la sua identità.

    Comunque, usato bene il blog è utile, bisogna però farci attenzione.
    E sarebbe ,meglio che alcuni aficionados di podisti.net si aprano un proprio blog prima di fare altri danni!

     
  88. GIAN CARLO ha scritto:
  89. @Francorre, benvenuto su questo Blog, ho visto che sei un podista Romano e che il 22/3 sarà fra i tanti Bloggers che faranno la Maratona già da ora ti invito al mega raduno del 21/3 prima al centro maratona e poi tutti a cena...se tu preferisci tornare al comodo della tua casa per mangiare(è normale)cerca almeno di esserci al centro maratona per il ritiro del pettorale. Io come già detto nel post ti dico che il blog acquista una valenza ancora maggiore quando incontri altri Blogger.

    @Filippo, io in ufficio mi collego senza problemi. Non rubo niente a nessuno. Il mio lavoro lo faccio lo stesso come e + degli altri. Spesso ho a che fare con il pubblico e capita che mentre fanno una pratica con me devono fare una telefonata o hanno dei dubbi su come gestire un'informazione e (dato che lavoro in rete) mentre loro meditano ho modo di attivare la finestra del blog e di rispondere... con la tastiera vado a 3 al km.
    Anche io prima di aprire il blog, qualche anno fa, mandavo le cronache delle gare a Podisti,net e con la loro organizzazione sono stato a New York

     
  90. Io quando ho aperto il blog volevo dare un' aiuto ai podisti della mia zona segnalando gare e così via. Poi ho iniziato a parlare delle mie gare ed ho visto che anche questo aiuta chi ama andare a correre perché c'é chi mi ha detto."tu ci fai crescere la passione della corsa" oppure adirittura:"Sei un punto di riferimento per i non professionisti nel Veneto". Io non credo di essere chissà chi anzi!!! Sono uno che cerca di avere un blog che parli di sport ma che ci si possa anche fare 2 risate...a volte parlo letteralmente dei ca..i miei o di quello che mi passa per la testa (vedi Renato il runner dopato www.youtube.com/results?search_query=pasteo72
    Io credo che il tuo blog sia una bomba!!!E sinceramente dico:"giù il cappello a GIAN CARLO"...e continua così!
    Ciao Runner Blade

     
  91. GIAN CARLO ha scritto:
  92. @Pasteo, grazie delle belle parole in realtà nessuno di noi è chissà chi, magari Filippo (che ha scritto prima di te) nella corsa è particolarmente bravo, ma per il resto(nel Blog) siamo tutti normali raccontatori di vita e di passione...ben venga che qualcuno ci prenda ad esempio.

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi