Totale cambio scarpe, 112 euro per gara e allenamento !

Pubblicato da GIAN CARLO mercoledì 29 aprile 2009

In quel di Boston ho approfittato dei prezzi assolutamente competitivi e ho rinnovato completamente le mie calzature da corsa. Avevo le Nike Skylon 10 come scarpa da gara. Ci ho corso la Maratona, sono arrivate oltre i 1000 km e così, quale migliore occasione di lasciarle in terra americana a suggello della loro perfetta carriera. Ho quindi deciso di cambiarle con le Nike Skylon 11(282 Grammi) pagate 63$(48 euro). Non soddisfatto, visto che come scarpa di allenamento uso ancora le Nike Vomero 3 che però hanno superato i 750 km, ho comprato le Mizuno Raider 12(296 grammi) all'incredibile prezzo di 84$(64 euro).

Riflessione: Ho preso le ultime scarpe uscite e non modelli vecchi. Qui da noi con il "fantastico" sconto del 30% questi due modelli costano 77 euro le Nike Skylon 11 e 115 le Raider 12, per un totale di 192 euro.

Mi chiedo e... vi chiedo:
  1. Non avete mai il sospetto che ci fregano ?
  2. Parlando delle Raider 12 (Mizuno); come è possibile che una multinazionale giapponese abbia prezzi così diversi tra Stati Uniti e Italia ?
  3. In un mondo globalizzato anche le Nike Skylon 11, seppur americane, ma fatte in Cina, dovrebbero a rigor di logica costare in Italia poco + che negli USA.. diciamo che il 10-15% in + lo vedrei bene... ma il 50% in + è un'esagerazione ! Quasi una truffa ?
Anche i prezzi dei GPS erano esageratamente più bassi, ma la chiudo qui.
Oggi 10km facili con all'interno 4km a 4.28 in buona agilità.
Buone corse a tutti voi, ...la pioggia sembra finita.

46 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. kaiale ha scritto:
  2. anche io ho fatto acquisti...
    leggermente più elevati i prezzi.
    ahahaha

     
  3. uscuru ha scritto:
  4. da un paio di mesi uso le skylon 11, x adesso mi trovo bene, tranne un piccolo difetto, se fai un percorso non proprio pulito ti ritrovi con i sassolini incastrati nella suola.
    ank'io 77 euri da Noi sport. ;)
    anke tu puoi rikiedere la tessera sconto 30% reale sul listino di Correre!!

     
  5. Yervs ha scritto:
  6. Ad oggi sto correndo gli allenmaneti con le Rider 12.... UNO SPETTACOLO DI SCARPA!!!!! Per quanto riguarda i prezzi, non so proprio risponderti alle tue domnde, ma la stra grande differenza che c'è tra i prezzi U.S.A. e quelli europei c'è sempre stata, non so se è dovuta a le tasse.... Booooooooo

     
  7. giovanni56 ha scritto:
  8. Poooveriiini i negozianti italiani,
    tocca a loro sempre un oceano di pianti.
    La crisi? Ma quale crisi?
    Gli operai in cassa integrazione?
    E loro in vacanza alle Maldive.
    Quacuno dirà:"si, ma quanti falliscono?"
    Ed io:"si, ma quanti riaprono?"
    "Si, ma quante tasse!"
    "Si, ma quante evasioni?"
    "Si, ma i cinesi...!"
    "Si, però sono proprio loro i primi a comperare all'ingrosso dai cinesi a prezzi stracciati per poi rivendere come l'oro!"
    Altro?
    Si, la morale, la sostanza, è quella che Giancarlo ha tastato(e pagato) con mano.

     
  9. GIAN CARLO ha scritto:
  10. @Yervs, se ripassi da qui... dimmi il nome di un ristorante consigliatissimo in centro a Firenze che ci vado a cena sabato sera. Le Raider sono super comode e reattive, io le abbandonai perchè avevo sempre un dolore al tallone e sono passato alle Nike...oggi pero' il dolore al tallone è tornato, è cronico...anche con le Nike e allora Raider.

    @Uscuru, io il 30% come tutti dai noi sport ce l'ho. Ho la tesserina da 10 anni(forse di +), ma anche Calcaterra nel negozio in Prati me lo fa regolarmente... è che le scarpe sono care lo stesso.

     
  11. GIAN CARLO ha scritto:
  12. @Alessio, purtroppo lo so... talvolta ho risparmiato qualche soldo all'estero, ma almeno 30 paia di scarpe per correre da noi le ho dovute comprare.

    @Giovanni, la truffa, se di truffa si puo' parlare avviene prima del negoziante... credo che il negoziante già le paga troppo.
    Poi tutto quello che dici è verissimo e fa male.

     
  13. Sarah Burgarella ha scritto:
  14. E vai con le scarpe nuove, si riparte! Prossima destinazione? Buone corse by Sarah

    PS: che spettacolo i ristoranti fiorentini... che nostalgia... salutameli please!

     
  15. uscuru ha scritto:
  16. in effetti e' vero, quando c'e' l'occasione, 20 euri di meno so' tanti.

     
  17. Fatdaddy ha scritto:
  18. Punto 1 e 2: che ci stiano fregando non è un dubbio, è una certezza. Per quello corro, che se mi fermo di scatto qualcuno da dietro è pronto a...

     
  19. GIAN CARLO ha scritto:
  20. @Marcello, e il fatto che ancora non corri veloce ti fa pure "allenare" con proccupazione :D

    @Uscuru, già è che da noi so tutte sole... a comincià dai carrozzieri !!!

    @Sarah, intanto ci sarà il sole(sembra) e già sarà meglio che in ocasione della maratona, poi spero pure di mangiare bene.

     
  21. Mic ha scritto:
  22. Qui ci prendono per il naso alla grande. A saperlo avresti potuto organizzarti con un paio di borsoni e mettere su un traffico di scarpe da running USA-Italia. :-) In attesa del tuo ingresso nel mondo dell'export, io risolvo la questione comprando rigorosamente scarpe dell'anno precedente.

     
  23. Marco ha scritto:
  24. A me quello che da' fastidio del discorso prezzi USA-prezzi Italia e' che li' da loro, a parte le case (che effettivamente a comprarle costano veramente tanto), un sacco di roba costa uguale o meno di quel che costa qui.
    Vestiti ne trovi di ogni marca a prezzi competitivi (ricordo di aver preso due polo Timberland che all'epoca costavano 70 euri in Italia, a 25$ TUTTE E DUE!!!!), il cibo, a meno di non volere roba di importazione, costa il giusto.
    La cosa che mi fa imbufalire, pero', e' che gli stipendi sono mediamente molto piu' alti... nel mio campo si parli di 2-3 tanto al mese!!!

    E allora i commercianti italiani (e/o i fornitori) ci devono marciare e mangiare tantissimo...!
    Servirebbe un controllo rigido e ferreo da parte del governo...

     
  25. innovatel ha scritto:
  26. Ragazzo ... non ho il sospetto ... ho una certezza molto elevata che ci fregano :D

     
  27. Ribichesu Davide ha scritto:
  28. Non saprei bene..dovrebbero influire le distanze di trasporto e la richiesta..però come dici bene anche tu..mi sembra proprio un'esagerazione..potrei spiegarlo anche con il fatto che a Boston ci sia una concorrenza spietata o delle industrie che producono il prodotto lì sul posto..in ogni caso..io penso che in Italia ci freghino spesso..hai fatto troppo bene a fare lì gli acquisti! ciao

     
  29. Marco Bucci ha scritto:
  30. Siamo spugne da spremere finche' non ci asciugano, e non si rendono conto che se non ridimensionano un po' le loro esose pretese faraanno come quegli apicoltori coglioni che per fare piu' guadagno tolgono troppo miele alle api che poi crepano....
    Hai mai fatto caso che le rimanenze di magazzino dell'anno prima poi te la propongono al 40% del costo iniziale ?! Ed ancora ci guadagnano !!!!

     
  31. Giulyrun ha scritto:
  32. Bella differenza. Se li trovo su Ebay negli Stati Uniti devi sempre aggiungere le spese di spedizione ed il dazio doganale e quindi ai prezzi che hai pagato tu la direttamente ce li sognamo. Ed io pago !!!!!

     
  33. Fatdaddy ha scritto:
  34. ...è come nella Legione Straniera, chi si ferma è perduto! :D

     
  35. nicolap ha scritto:
  36. A New York nel 2006 ho pensato la stessa cosa, e quando sono rientrato a casa con le mie belle Saucony da 60 euro, ho chiesto in giro a negozianti e persone del settore; pare sia una questione legata al costo base che le aziende impongono al livello base della filiera; poi chiaro che ci sono i negozianti. Comunque l'unica è comperare a fine stagione, o all'estero quando capita, e correre in pista che si consumano poco ;-)
    ma il vero problema sono I DANNATI COMPLETINI.

     
  37. Filippo Lo Piccolo ha scritto:
  38. Gian Carlo, lasciamo stare, qui apriamo un discorso che avrebbe molte più domande.

    Io invece penso: Migliaia di Tonnellate di Eva per fare le intersuole; stessa cosa per le suole, tutti caricati nelle macchine dei paesi più poveri del mondo a manodopera bassissima.
    Ma quanto vuoi che vengano a costare le scarpe con i numeri altissimi che queste multinazionali sfornano ogni giorno?
    Circa 10-15 euro a paio, non di più.

    Poi alla fine tra una Rider da 150 euro (non mi ricordo adesso di preciso) e una Mizuno da 100 ma quale Cacchio di differenza costruttiva c'è?
    Alla fine solo l'elemento plastico in pebax centrale e una tomaia poco più "raffinata", no?
    E la stessa cosa (più o meno) la si può dire per tutti gli altri marchi, ma per Mizuno la differenza di prezzo così vasta non l'ho mai capita proprio...

    Sono le infami leggi del mercato: più aumenta la richiesta più il prezzo si alza.

    Ad oggi solo Decathlon può abbattere i colossi dei negozi sportivi straricchi delle nostre Città (A Palermo ce ne sono 3 grossi gruppi, io in 10 anni li ho visti solamente espandere...)

    E sai una cosa Gian Carlo?
    Decathlon a Palermo non arriverà mai perchè già quei 3 si sono messi d'accordo... :-(

     
  39. GIAN CARLO ha scritto:
  40. @Mic, per la mia entrata nel mondo dell'export... penso che ci vorrà ancora qualche millennio.


    @Marco, controllo ? E chi controlla i controllori.. se oltre la metà della classe politica di fatto ha conflitti d'interesse ;-)

    @Innovatel, avere la certezza di essere fottuto fa vivere meglio ?

     
  41. innovatel ha scritto:
  42. @giancarlo -> no ma almeno non mi illudo e poi non ci resto male :(

     
  43. GIAN CARLO ha scritto:
  44. @Davide, per quanto provo a trovare delle attenuanti direi che non ci siamo proprio. Per la spesa poi le skylon le volevo già prendere in Italia, ma ho aspettato di arrivare a Boston sperando di pagarle meno. Ho avuto ragione al punto che ho preso anche le Mizuno.

    @Marco, eccome se c'ho fatto caso della storia del 40% in -!!

    Giulyrun, io poi ho problemi con E-bay perchè a casa non ho mai nessuno che me le puo' ritirare.

     
  45. GIAN CARLO ha scritto:
  46. @Innovatel, saggio per un ragazzo vero e non ragazzo come dici a me per scherzare.

    @Fat, chi si ferma è... ...to non perduto.

    @Nicola, per i completini io prendo sempre quelli vecchi in offerta o quelli societari che ne compriamo 100(magari comprandone 2 personalmente).

    @Filippuccio, che poi la roba di decathlon, non sempre è il massimo... fermo restando che io molte cose ci compro

     
  47. nicolap ha scritto:
  48. No è che io vorrei poter comperare solo la canotta, sta diventando sempre più difficile; i calzoncini mi durano 15 anni, ne bastano 2 paia.

    Pure le tettarelle dei biberon per mio figlio le vendono solo a coppie (certo in questo caso si potrebbe dire secondo natura).

     
  49. Cristian ha scritto:
  50. Io cerco di arrangiarci su internet.... i negozi sono ormai impraticabili.

     
  51. Francorre ha scritto:
  52. Il costo industriale delle scarpe è bassissimo, secondo me non supera i 20€. A questo devi, leggittimamente aggiungere i costi della ricerca, tiè altri 10€.
    Poi i costi pubblicitari.
    Quindi la distribuzione. ( E qui si ricarica alla grande). Poi la vendita finale (in Italia mediamente si ricarica secondo me il 100%).
    Inoltre Molte aziende produttrici (quasi tutte) fanno prezzi base diversi per il mercato Americano, il mercato EMEA, il mercato giapponese.

     
  53. the yogi ha scritto:
  54. io ho molto più che un sospetto....! :( lo sfruttamento del terzo mondo a vantaggio dei soliti (pochissimi) noti è la nota stonata della cosiddetta globalizzazione.... e qui mi fermo!

     
  55. Yervs ha scritto:
  56. Eccomeeeeeeeee......
    Non mi dire che in questi giorni, sei a Firenze?!?!?!?!?! Io purtroppo no, e di conseguenza non ci possiamo incontrare.
    Per il ristorante vai assolutamente da:
    Perseus
    Viale Minzoni, 10/R
    055/59143

    Prenota, altrimenti non trovi posto. Praticamente si trova in pizza della libertà. Sulla strada che da Piazza della Libertà porta verso lo stadio. Comunque la mia e-mail è la seguente matteo.cerbai@virgilio.it, se hai bisogno bussa!!!!!

     
  57. GIAN CARLO ha scritto:
  58. @Yervs, vado in gruppo e siamo tanti(bambini compresi), ma domenica mattina una corsetta alle cascine con un amico la faccio.

    @TUTTI, come ho un attimo mi intrometto di nuovo... mi sembra stimolante come discussione.

     
  59. Lucky73 ha scritto:
  60. Io ho sempre una sensazione strana nel di distro ...chissà come mai?

    A San Francisco lo scorso anno presi le Cumulus a 56 euro ...qui costavano 165.....

     
  61. Andreadicorsa ha scritto:
  62. fai bena a comprarle negli usa. tra un pò vado a farmi un giretto al nike store di ny e da abercrombie... torno a casa con 5 paia di scarpe, con quello che corro adesso mi durano 2 anni.
    il fatto è che in italia sono care come tutto perchè i prezzi sono già alti alla fonte per i troppi passaggi di mano, che schifo.
    e poi lametatevi degli americani!!!

     
  63. Michele ha scritto:
  64. Forse il mercato americano è più competitivo e di conseguenza i prezzi sono minori, poi ad esempio non ricordo quale aggeggio elettronico in usa 300 $ in europa 300 € alla faccia del cambio. Noi siamo più ricchi e più fessi

     
  65. Anonimo ha scritto:
  66. Da Piero Musilli.
    Parlando delle Raider 12 (Mizuno)
    (IN ITALIA CI FREGANO e non solo in questo!) le ho comprate la scorsa settimana (prezzo di listino 155,00 euro) scontate circa 115,00 euro.
    bye pm

     
  67. GIAN CARLO ha scritto:
  68. @Nicola, quando si parla di tette come non rispettare la natura... poi il piccolo è meglio che comincia a prendere bene la mira.

    @Cristian, il problema su Internet(come ho detto a Giulyrun) è la consegna. A Roma se ti arriva un pacco, non lo ritiri e lo devi andare a ritirare alla posta centrale perdi una giornata piena.

    @Franco, perchè le multinazionali dovrebbero fare prezzi diversi per il mercato USA e quello europeo o giapponese... è una globalizzazione a pene di segugio.

     
  69. GIAN CARLO ha scritto:
  70. @Yogi, quindi...: "I soliti sospetti !"

    @Lucky, la sensazione strana nel di dietro... ????
    Ci penso su poi ti dico ;D

    @Andrea, tra un mese torni a macinare alla grande e consumi un paio al mese.

     
  71. GIAN CARLO ha scritto:
  72. @Michele, il garmin 405 in usa 300$ in europa 300 euro.
    Beh, equo... rispetto alle scarpe.

    @Piero, a te le Raider le dovrebbero far pagare 1000 euro... con quello che guadagni... e ho detto tutto !!!!!

     
  73. Lucky73 ha scritto:
  74. In Italia cercano sempre di mettercelo nel d. d. ;-))

    Una mia amica doveva portarmi giù 2 paia di scarpe dagli USA qualche settimana fa e si è dimenticata...

    Risultato Cumulus 10 a 95 euro anzichè 60 mi sembra.....

     
  75. the yogi ha scritto:
  76. gente, cmq il 30% oramai lo fanno tutti, e peggio per chi non si adegua..... per non parlare degli acquisto online....

     
  77. Diego ha scritto:
  78. Ci ciulano sempre....mondo globalizzato.....

     
  79. GIAN CARLO ha scritto:
  80. @Lucky, forse non era proprio una tua "amica" !

    @Yogi, si il 30% lo fanno tutti.. eppure ci guadagnano tanto lo stesso... se poi penso a chi(e succede)compra a prezzo pieno ;-(

    @Diego, incazzati diventa verde e spacca tutto !

     
  81. Paolino73 ha scritto:
  82. Che il prezzo delle scarpe da running sia elevato qua in Italia è evidente.Ma anche in Europa non è che costano molto meno che qui da noi.
    Io ho preso qualche mese fa un paio di Saucony ProGrid 5 da un venditore americano su Ebay e le ho pagate 68€ spedite contro i 160€ di listino qui da noi.

     
  83. Per me tutto costa troppo! Davvero...in Italia tutto é troppo caro...o forse siamo noi a non dsaper scegliere!!????
    No no...tutte le cose sono davvero costose!

     
  84. GIAN CARLO ha scritto:
  85. @Paolino e Pasteo, è proprio vero che dobbiamo far di tutto per far quadrare i conti... una volta la corsa era uno sport povero rispetto agli altri... di fatto ancora oggi... 2 scarpette e vai... solo che le 2 scarpette ti svenano

     
  86. Furio ha scritto:
  87. ..compro solo su internet dopo aver provato le scarpe nei negozi; ormai conosco il mio numero per i modelli che utilizzo, per cui compro con sconti dal 35% al 50% dal prezzo di listino.
    Italia paese di furbi, basta adeguarsi.

     
  88. Nick.12 ha scritto:
  89. Il problema è che quando all'estero ho sempre il problema del peso per la valigia, e allora compero poco, anzi poco delle mie aspettative. C'è da dire che sulle scarpe conviene si, ma sull'abbigliamento il prezzo è quasi uguale.
    Ciao Nick

     
  90. GIAN CARLO ha scritto:
  91. @Furio, internet per chi ha modo di farsele lasciare a casa alla consegna è il miglior negozio.

    @Nick12, considera che io avevo portato le skylon vecchie che ho buttato. Una vecchia tuta e un pile vecchissimo sempre da lanciare all'atto della partenza... poi ero pure partito con trolley non pieno.. quindi posto ne avevo...ho pure comprato un paio di scarpe a mia moglie e molte cose a mia figlia.

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi