Con agonismo fino al mare and come back

Pubblicato da GIAN CARLO sabato 14 giugno 2008

Sciolto il dubbio avanzato nel post precedente, vado in bici. Ieri, Italia sfortunata e quasi eliminata, cena di pesce succulenta e nottataccia con insonnia galoppante. Stamani alle 8.20 esco di casa e sono puntuale all'appuntamento.
Nessuno mi aspetta e se fallisco l'aggancio gli altri vanno.
Siamo 4, obiettivo il mare, ricalcando anche un pezzo del tracciato della Roma-Ostia. Presentazioni:

1) Sandro 49Y runner da 36 su 10K ora vale 40 è + biker.

2) Antonio 58Y runner da 39 su 10k ora vale 50 è solo biker.

3) Filippo 47Y runner da 39 su 10k ora vale 42 è + biker.

4) Io 49Y runner da 38 su 10k ora valgo 40 non sono biker.

Mi staccheranno ? Temo di si ! Ma di quanto ? Farò una figuraccia ? Riuscirò a tornare a casa ? Vediamo.

La partenza è apparentemente tranquilla, ma dopo poco purtroppo la mettono giù dura, non tiro un metro, succhio le ruote e taccio. Soffro da matti. In pianura siamo fissi a 30 che con le MTB non è poco. Comincia la salita del campeggio, quella che alla Roma-Ostia è il tormentone dei 10000. Volano, forse potrei tenere, ma ancora mancano 45/50 km per tornare a casa, conviene pazientare. Vado su con il mio passo e mi staccano abbastanza nettamente. Comunque non è una disfatta, anche perchè scollino bene e mi sento tonico. Laggiù si vede il mare, come sanno quelli che hanno corso la madre di tutte le mezze, da ora fino alla rotonda a parte una piccola contro pendenza il declivio è favorevole, viaggiamo a 35 orari. Ai 2km parte un lungo sprint, tengo botta, sfrutto le scie e alla fine (da infame) vado pure a sprintare per essere il primo alla rotonda. Forse rimedio pure qualche occhiataccia, ma forse no. Foto di rito, caffè e si torna. Passiamo dal dazio, ci sono solo le squillo(anche loro diventate un tormentone) che colorano la pineta. Siamo nuovamente sulla Cristoforo Colombo, è dura. Abbiamo passato i 40km e la salita prima è morbida, poi si fa temibile, inevitabilmente scatta una nuova bagarre, stavolta non mollo, mi aggancio e provo a tenere. Sputo sangue con una cattiveria che correndo non trovo più da molto tempo. Solo alla fine mi prendono 50 metri, 100 da Sandro, ma è chiaro che con altre 2 o 3 uscite i ragazzacci non avrebbero da che dormire tranquilli. Ci salutiamo con la solita mezza promessa che prima o poi dobbiamo partecipare alla gran fondo che si svolge in Val Gardena, quella con i 4 passi e altre salite massacranti, dove per anni abbiamo solo sciato... in discesa. Sul pianerottolo di casa mi accorgo che sono assolutamente da buttare ho dato tutto(o quasi). Sono distrutto, ma assolutamente appagato. Di certo non farò passare molto tempo prima di tornarein bici.

Il gps dice 58km a 25 di media comprese salite, semafori, pezzi in città obbligatoriamente prudenti e pezzi sulla ciclabile lungo fiume dove già andare a 20km/h è pericoloso per se e per gli altri.

Oggi pomeriggio c'è la gara di 7.8km A Villa Pamphili... shhhh :-))

11 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. Alvin ha scritto:
  2. E bravo Gian Carlo sempre simpatici i tuoi racconti....dimenticavo voto: 0 alla volata in bagarre dopo esserti fatto tirare per chilometri, fossi stato un tuo compagno di volata....ti avrei fatto fare il ritorno senza sella!!!!

     
  3. GIAN CARLO ha scritto:
  4. @Alvin, hai ragione è stato un gesto poco fine, ma se avessi visto il gusto con cui volevano staccarmi mi avresti concesso addirittura il 6 politico.

     
  5. Furio ha scritto:
  6. Insomma un uscita in relax, rigenerante e turistica come mi "aspettavo" io... grandi!!

     
  7. GIAN CARLO ha scritto:
  8. @Furio, per noi forzati della fatica rigenerante e rilassante sono due avverbi non pervenuti(finchè la pompa regge). Per il turismo invece un po' di spazio lo lasciamo sempre.

     
  9. Antonella ha scritto:
  10. Certamente la tua non si può certo definire una rilassante passeggiata in bicicletta!

    Ciao
    Antonella

     
  11. UomoCheCorre ha scritto:
  12. Non mi dire che dopo quel "giretto" in bici hai gareggiato a Villa Pamphili... :-O

     
  13. GIAN CARLO ha scritto:
  14. @Antonella, sono a -14 giorni dalle ferie... mi rilasserò anche se è (è un mio limite) non ne sono tanto capace.
    @Uomochecorre, Nooo come vedrai non ho gareggiato...giusto un accenno.

     
  15. Anonimo ha scritto:
  16. Se i Pensionati sono la tua Waterloo, Corvara sarà Caporetto!

    Filippo

     
  17. GIAN CARLO ha scritto:
  18. @Filippo, sui pensionati mangia il pesce invece della pizza perchè sei carente di fosforo. Su Corvara poi(dove già t'ho sempre sonato sulla Gran Risa) il prossimo anno te faccio piagne fino a quando chiami mamma Albina

     
  19. Anonimo ha scritto:
  20. Sul Pordoi hanno montato una lapide con su scritto: "PIPPA". Fa' un pò te!

     
  21. GIAN CARLO ha scritto:
  22. @Anonimo(che so chi 6 e pure dove dimori),la lapide è la tua !!!!

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi