Sono ancora in pausa di riflessione. Post autocritico.

Pubblicato da GIAN CARLO martedì 27 gennaio 2009

Sono in pausa di riflessione. Da due giorni non corro. Nel frattempo penso.
Ho letto i tanti consigli che mi avete dato. Umilmente sto cercando di farne tesoro. Di sicuro, la caviglia, la "lunga" inattività, lo sci, l'influenzetta e questo tempo di m...a hanno inciso psicologicamente e fisicamente sulla mia attuale scarsa condizione. Fin qui tutto OK.
Provare ad accelerare il passo per velocizzare il recupero si è però rivelato un errore da principiante.
In realtà l'errore grande è stato un altro. Quello di essermi ritrovato dentro al tunnel di preparazione di un'altra maratona ...anzi 2, quando ancora non avevo smaltito l'altra già durata più del normale. Con il senno di poi, meglio sarebbe stato iniziare prima gradualmente, poi far seguire una fase di potenziamento muscolare, quindi lavoro aerobico e dopo un po' di gare brevi e veloci si ripartiva per la maratona autunnale. Ormai però gli obiettivi sono fissati e con questi devo fare i conti.
Quindi da ora smetterò di piangere sul latte versato.
Il prossimo post o domani sera o giovedì mattina sarà dedicato alle donne...in corsa... per ora vi saluto con la foto della donna di Paperinik.

45 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. Igor ha scritto:
  2. I periodi non fanno parte di noi runners, l'importante è saperli affrontare nel modo corretto, imparare dagli errori e ripartire più motivati che mai. Ormai anche la forma è ciclica e anche se sarebbe bello è impossibile essere sempre sulla cresta dell'onda. Ma cadere e rialzarsi fa parte del gioco.
    Vai Gainacrlo, rialzati e cavalca altre onde, vedrai che saranno migliori di quella passata...

     
  3. Karim ha scritto:
  4. Sai che ti dico: una pausa di riflessione può fare solo del bene... Buttati sull'alcol, droga, donne e gioco d'azzardo per un mese, senza risparmiarti. Sono sicuro che poi tornerai a correre più forte di prima!

     
  5. Ezio ha scritto:
  6. Un saluto...sai che non sei solo vero?

     
  7. Fatdaddy ha scritto:
  8. Su, forza e coraggio grande Mister!
    In fondo, guardando il precedente post, ti manca solo un pezzetto ed il puzzle è completato...
    Tu sei il primo che insegni a noi pischelli del running il segreto di sapersi ascoltare, quindi riposo e poi azione!

    p.s. sarebbe più indicato per Minnie, ma si può dire della foto di Paperinika (questa era dei nostri tempi...) "gran topona"?!

     
  9. Michele ha scritto:
  10. E' questo il subdolo nemico del runner ? Il runner stesso: non sa stare fermo, cerca di rimediare al calo di forma sforzando. L'hai detto tu, errore da principiante. Io non ho titolo per dire nulla, mi sa che hai comunque individuato il problema.

     
  11. GIAN CARLO ha scritto:
  12. @Ezietto, lo so !

    @Karim, chissà perchè non ci avevo pensato. ottimo consiglio...si vede che 6 uomo...di mondo !

    @Fatdaddy, minnie ? Meglio la papera o la topa ?

    @Igor, cavalcherò di nuovo le onde... magari con prudenza !

     
  13. GIAN CARLO ha scritto:
  14. @Michele, dito sulla piaga.
    errore da principiante e gambe che pensano + velocemente del fisico e vorrebbero essere protagoniste in ogni gara del creato !

     
  15. Micio1970 ha scritto:
  16. Ero stato out dal commentare il precedente post perchè occupato in attività "alternative" ... ma io mirerei solo a Boston senza inserire altre gare-test: a mio avviso alla fine logorano più degli allenamenti. Riposati e fai un programma mirato all'appuntamento.

     
  17. Yervs ha scritto:
  18. Io rinuncerei a Roma, almeno non completerei i 42,195.... Prenditi un po' di riposo assolito, azzera tutto e riparti gradualmente con l'obboettivo BOSTON!!!

     
  19. Yervs ha scritto:
  20. Io rinuncerei a Roma, almeno non completerei i 42,195.... Prenditi un po' di riposo assolito, azzera tutto e riparti gradualmente con l'obboettivo BOSTON!!!

     
  21. Stefano ha scritto:
  22. sono d'accordo su rinunciare a Roma. Io feci quell'errore che pagai caro. Sono anche in dubbio se fare la Roma Ostia tirata prima della maratona.

     
  23. Furio ha scritto:
  24. Gian Carlo nessuno ti obbliga a rispettare un programma che tu stesso trovi sbagliato.
    Saper porsi domande e correggere il tiro è una cosa saggia; perseverare sulla strada sbagliata probabilmente non ti porterà verso risultati più soddisfacenti.
    Se fossi in te sposterei i programmi avanti di qualche mese, dando modo al corpo ed alla mente di recuperare; vuoi farli i 3000km quest'anno? ;-)
    Ti auguro di ascoltarti bene e di agire in base a quello che senti.

     
  25. Danirunner ha scritto:
  26. Certi errori lasciali a me, caro Giancarlo! Forse alla nostra età bisogna segliere! Corsa, infortuni, sci, influenza, recupero veloce, maratone, tre comuni e poi? Vuoi anche Balotelli!!!

     
  27. giovanni56 ha scritto:
  28. Gareggiare "a tutta" ogni domenica (o quasi) serve solo a farsi del male, e non porta a nulla.
    Ci sono delle gare a cui puntare, ce ne sono altre "di passaggio", ancor di più se queste gare si chiamano MARATONE.
    Da qua a Boston ... meno di 3 mesi sono pochini. Ed allora perchè non considerare anche Boston come "un passaggio" programmando un futuro prossimo da affrontare con giudizio? Facendo i passi adeguati ed inserendo i dovuti recuperi e guarigioni.
    In bocca al lupo GianCarlo.

     
  29. Marco Bucci ha scritto:
  30. Prima di tutto x Stefano...e te lo scrivero' pure sul Blog :
    NON TIRARE ASSOLUTAMENTE LA ROMA-OSTIA SE VUOI FARE LA MARATONA DI ROMA !!!!!!!
    15 giorni non bastano a smaltirla, la potrai tirare a 5 secondi sotto il ritmo maratona.

    Giancarlo : esamina lucida e perfetta...
    Detto cio' si puo' riposare pure senza doversi necessariamente fermare...
    A questo punto io farei prevalere potenziamento e lavori aerobici...
    Con Roma ci farei un bel lungo lento, al limite pure finendola, ma con gli ultimi 10 km, al limite camminando...
    Di' la verita'... e' questione di motivazioni, di testa, di timori...
    Le gambe sono le ultime....
    Se e' cosi', puo' essere piu' facile ed al contempo difficile uscire da questo momento.
    Voglio pensare che un atleta esperto come te, si fara' un boccone dell'alter ego tentennante !!

    CREDICI !!

    Un abbraccione

     
  31. GIAN CARLO ha scritto:
  32. @Tutti, caspita ragazzi, chi è dentro al tunnel vede male...ma voi da fuori vedete benissimo e mi urlate di non fare molte gare.
    Allora, a Roma(parlo di 42km) mi impegnerò a morte solo nel Blogpoint, nella cena pre-gara con la speranza di conoscer qualcuno di voi che ancora non conosco o al limite di accompagnare Ezietto (che hanno lasciato un po' soletto) per un bel pezzo di gara...ma senza uccidermi.
    Alla Roma-Ostia mi piacerebbe far bene, ma mancan meno di 5 settimane e da qui al 1/3 altri 4 giorni andro' sulla neve quindi...mi impegno giusto perchè sarò in prima gabbia...ma ormai è chiaro che difficilmente andrò sotto a 1h e 28
    Per il resto c'è una gara sola Boston.

     
  33. Lucky73 ha scritto:
  34. Un pò di riposo può farti solo bene e non posso che dirti "segui l'istinto" , con la tua esperienza non sbagli di certo ....e lascia perdere le tabelle :-))

     
  35. albertozan ha scritto:
  36. Scelta giusta Mister..al limite se il 22 sei in vena potresti accompagnare qualcun altro e fare un bel medio di qualche km e poi aspettare Ezietto e proseguire con lui...:-D


    P.s.. ma meglio di tutto il max impegno al blogpoint del sabato!

     
  37. Diego ha scritto:
  38. Stic.... ti stanno massacrando...quindi è meglio che non dico la mia...

     
  39. kaiale ha scritto:
  40. dai Giancààààààààà
    scrivici di belle donne
    ..eheheh
    a parte gli scherzi: SU COL MORALE.

    io ripeto sempre però...quando ci facciamo una cena?

     
  41. Pimpe ha scritto:
  42. Sapersi fermare e cercare di capire la situazione per affrontare meglio il futuro..
    questa e' una buona dote..
    metti in fila i passi e riparti ...
    ciao

     
  43. GIAN CARLO ha scritto:
  44. @Micio e Yervs, vi accontenterò unico obiettivo reale Boston...ma non posso non indossare + pettorali mi annoierei troppo e non lo sopporto.

    @furio, concedimi che sto correggendo il tiro.
    e' un discorso lungo certe cose apparentemente insensate altre volte mi son riuscite bene, ma passano gli anni e devo mollare...ma costa fatica...ma lo sto facendo...giuro !

    @Dani, Balotelli al posto di Macini tutta la vita.

    @Marco, l'alter ego tentennante è l'unico problema.

    @giovanni, diamine hai ragione son solo 3 mesi

     
  45. GIAN CARLO ha scritto:
  46. @Lucky, da anni non seguo tabelle !!!

    @Alberto, vediamo, non vorrei fare ancora di + del programmato...cmq grazie dell'invito e della fiducia.

    @Diego, anche perchè di solito dall'alto della tua forza sei il + cattivo del gruppo.

    @Alessio, contatta Giampiero se vuoi anticiparla altrimenti è lontanissima, ma è fissata per il 21/3

    @Pimpe, ripartire ...questa è la cosa + difficile.

     
  47. Anonimo ha scritto:
  48. morale giù? e cosa dovrei dire io che negli ultimi 10 anni sono stato fermo 6 anni, in varie tranche? ma hai già pagato per boston? luciano er califfo.

     
  49. giampiero ha scritto:
  50. "Con il senno di poi, meglio sarebbe stato iniziare prima gradualmente, poi far seguire una fase di potenziamento muscolare, quindi lavoro aerobico e dopo un po' di gare brevi e veloci si ripartiva per la maratona autunnale."
    Questo è quello che sto facendo fare ad Ezio dopo la maratona di Firenze e in preparazione di Roma..bastava chiedere a Giampy..
    Ps.. Ezio nn è solo.. e la cena possiamo anche farla prima..

     
  51. Caro Giancarlo,

    saperTi giù di morale non aiuta certo la nostra comunità di correnti che da tempo Ti ha eletto Nostro Signore delle Corse.

    Da ieri qui a Viareggio è scoppiata la primavera (ma fino a quando?). Il tempo ci invita a nuove corse e nuovi entusiasmi, sempre ovviamente mediati dalla nostra sapienza di animali scafati e tosti.

    Se poi le cose non Ti dovessero girare per il verso giusto, sappi che per Roma sono alla ricerca di un cicerone-podista che, corsa facendo, mi illustri le bellezze del sito. Lo accetterei anche con casacca nera a striscie azzurre.

    Ti abbraccio con il consueto affetto e confido in Te. Boston va corsa e corsa bene!

    Stefano

     
  52. GIAN CARLO ha scritto:
  53. @Luciano, si ho pagato... molto meno di chi c'è andato negli anni scorsi, ma ho pagato tutto. Volo(520) iscrizione(105) e notti in albergo(230). Ho pure beccato il cambio + favorevole quando l'euro su dollaro era 1.40
    Unica sola è che dopo British ha messo il volo in super offerta a 399 e potevo risparmiare un altro centone.
    Il tendine è una brutta bestia... se carichi torna sempre a farsi sentire... io non sono sano, sono pieno di acciacchi, ma gravi veramente no. Abbastanza gravi da non poter fare preparazioni al top, ma relativi se si tratta solo di correre in scioltezza.

    @Giampy, si è quello che stai facendo fare a Ezio, ma il tempo era pochino e se ci metti tutti i piccoli guai che ho avuto era una mission impossible.
    Chiama a raccolta per la cena e si va

     
  54. GIAN CARLO ha scritto:
  55. @Stefano, è possibile l'ipotesi del cicerone podista. Vedremo. Per la primavera carnevalesca non ti far fregare le previsioni dei prossimi 15 giorni sono ancora terribili

     
  56. Miticojane ha scritto:
  57. Ti consiglierei non di mollare di correre ma di non pensare più alla gara in sè,(prestazione) libera la mente, solo Boston deve essere l'obbiettivo principale, la Roma-Ostia e quella di Roma pensale come un'allenamento in compagnia, forse uscirà anche un'ottimo tempo ma questo deve avvenire naturale non guardando sempre il crono ad ogni km.
    Non è grave, ci son passati tutti, l'importante è divertirsi, stacca ancora con lo sci, fai bene

     
  58. Sarah Burgarella ha scritto:
  59. Ma certo che il nostro Runner Blade ha istinto ed esperienza sufficienti per capirsi e gestirsi, e sicuro che prendendo con più distacco le "garette" intermedie arriva alla sua Boston in forma!

    Gian Carlo, allora nel prossimo post ci metti una TOP(A) RUNNER? Mi raccomando sceglila bella altrimenti poi er Califfo rompe! (PS: Luciano, è per far fare una risata a Runner Blade, non te la prendere eh! :-)

     
  60. GIAN CARLO ha scritto:
  61. @Mitico, farò proprio come dici..anche se alla Roma Ostia i passaggi al km li guardo.. purtroppo è sicuro.

    @Sarah, farò il possibile senza prestare il fianco a battutacce. Anticipo solo che le foto saranno 4, ma non da calendario...castigate !

     
  62. Francarun ha scritto:
  63. Sai che devi fare ? correre a sensazione, e le prossime maratone le fai come ti vengono, che te frega dei tempi, ogni tanto è bello anche correre e basta senza pensare all'orologio ! L'importante è che tu ti rimetta bene e non forzi appena ricominci ad allerati !

     
  64. Rocha ha scritto:
  65. Credo che questo breve periodo di riposo forzato non possa che farti bene, spesso ne avremmo bisogno tutti ma la passione è tanta e non ascoltiamo i segnali che ci manda il nostro corpo. Vedrai che in poco tempo potrai riprendere la preparazione meglio di prima !

     
  66. antherun ha scritto:
  67. Giusto Giancarlo, punta su Boston e nel frattempo riprenditi seguendo i numerosi consigli che gli amici ti hanno dato: dalla tua hai l'enorme esperienza da veterano, sfruttala..

     
  68. Marco ha scritto:
  69. Io di consigli tecnici non ne ho (anche perche' non sarei all'altezza)...
    quello che ti posso dire e' solo NON MOLLARE e, adesso che hai capito il tuo eventuale errore, sei gia' a buon punto per riprenderti alla grandissima...
    E' vero, in ogni caso, che affrettare il recupero e' rischioso (ne so qualcosa col mio tendine che invece di migliorare e' peggiorato fino a portarmi allo stop di piu' di un mese)...
    Dai!

     
  70. Gianluca Rigon ha scritto:
  71. Secondo me sei troppo abituato a indossare il pettorale per rinunciare a delle gare. Però potresti limitare lo spirito agonistico durante alcune gare e parteciparvi come allenamento....ma forse è difficile anche questo ? Mò ti faccio una domanda io: meglio un allenamento "normale" o partecipato a una gara ?
    Comunque l'importante è non perdere di vista l'obbiettivo numero 1 che per te è al 100% Boston !

     
  72. Mathias ha scritto:
  73. non intervengo per dirti ciò che devi fare con la corsa(già lo sai) :-) ..ma perchè invece veramente non andiam in pizzeria uno di questi weekend, anche prima di roma come diceva giampy. Mi farebbe piacere far due chiacchiere tutti insieme..lo dicevo nel sito comune, i blogpoint son troppo fugaci..una pacca sulle spalle e via a correre..

     
  74. Filippo Lo Piccolo ha scritto:
  75. Confermo molti aspetti. Purtroppo la situazione in questo periodo sfugge di mano anche a me perchè si cerca di preparare un'altra maratona a poca distanza di tempo dall'ultima corsa. Ogni anno è la stessa storia: maratona ad ottobre-novembre, e nuova preparazione per un'altra a marzo dell'anno dopo.
    Cioè 4-5 mesi di stacco dalle date con appena 2 mesi di corsa in cui non si prepara la distanza.

    Troppo troppo poco.

    Se poi aggiungiamo le avversità meteo che non piacciono a nessuno...
    Risultato: o ti fai male o ti alleni senza troppa voglia.
    Tutti gli anni così poi va a finire che non reggi più...

     
  76. Anonimo ha scritto:
  77. sarah, ma figurati! anzi è un piacere che anche una ragazza come te si presti allo scherzo su certi argomenti. vedremo che tope runners ci propinerà il buon giancarlo. luciano er califfo.

     
  78. Suysan ha scritto:
  79. .....Ecco un GRANDE consiglio da una che non ci capisce nulla.....solo il tuo corpo può dirti cosa devi fare!

     
  80. GIAN CARLO ha scritto:
  81. @Franca, lo sai che è + difficile a dirsi che a farsi di non guardare il cronomentro ?

    @Antherun e Rocha, spero veramente che un periodo di relax ricarichi le batterie. Di solito prendo il toro per le corna e paga, ma ogni tanto le ricette vanno cambiate.

    @Marco, no mollare mai è fuor di dubbio...il rischio è sempre contrario.

     
  82. GIAN CARLO ha scritto:
  83. @Gianluca, hai fatto una domanda che meriterebbe un post. Se sei svogliato e devi fare un lungo meglio iscriversi ad una maratona ovviamente...spesso pero' le maratone si sbagliano perchè si arriva al via troppo stanchi e questo avviene quando si è fatto troppo...quindi non esiste una risposta valida in senso assoluto.

    @Math, molto volentieri.

    @Filippo, parole sante che concordo al 100% poi mettici pure che io ho qualche annetto di troppo.

     
  84. GIAN CARLO ha scritto:
  85. @Suysan, puo' sembrare facile detta così, saggezzza allo stato puro. Purtroppo(o meno male) del corpo fa parte anche la testa... e quella non si arrende mai e non recepisce con lucidità i segnali della periferia.

     
  86. GLAUCOS ha scritto:
  87. Giancarlo,
    direi che la maggior parte dei blogger, ti ha detto di prenderla dolce, e mi associo pure io al consiglio. Del resto se insisti troppo ora, corri il rischio di romperti e non essere pronto per Boston. Lascia al tuo corpo il tempo di riprendersi e rigenerarsi, e vedrai che con 15 anni di corse alle spalle , quando riparti , vai a razzo. Applica quindi le cose che tu stesso, hai scritto nella tua autodiagnosi.
    A proposito, domanda : ma il potenziamento muscolare in che esercizi consiste? , si può anche fare a corpo libero o bisogna proprio andare in palestra con le macchine?

    Ciao Glauco

     
  88. GIAN CARLO ha scritto:
  89. Hlayco, il mio potenz è sempre stato: bici salite brevi, salite medie ripetite brevi esercizi per le gambe(slanci, squat a vuoto, seduto al muro 1 min...cavigliere)

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi