Doping: Cosa ne pensate e quanto ne sapete ?

Pubblicato da GIAN CARLO lunedì 16 marzo 2009

Visto che son stato accusato di occuparmi solo di cibo e che il prossimo post tornerà a farlo... facciamo una pausa di riflessione parlando di uno dei mali che attanaglia sia il "nostro" sport, che quello in generale !
Come sempre cercherò di essere breve, ma di lanciare degli input su cui riflettere e discutere più o meno accanitamente.
Vi prego di leggere le tre domande come semplici suggerimenti atti a consentire un sano interagire su questa problematica a dir poco scottante.
  1. Ammesso sia giusto concedere una seconda chance all'atleta dopato... non vi sembra incredibile che per vendere più giornali, da 20 giorni a questa parte, sulla Gazzetta dello Sport, si parla della nuova sfida al giro d'Italia tra Basso(Ex dopato) e Armstrong(miracolosamente mai catturato) ?
  2. Io ho una lunga "carriera" alle spalle e inevitabilmente mi è capitato di "frequentare atleti" che hanno fatto uso di sostanze proibite per migliorare le proprie prestazioni, anche se questo non serviva per raggiungere posizioni di vertice. A tal proposito io non faccio ne nomi, ne cognomi e va da se che non vi chiedo di farlo, ma sarei interessato se mi raccontaste qualche episodio analogo, non necessariamente riferito alla corsa, che avete quasi toccato con mano.
  3. Il giro del Doping in Italia è pari a 500 milioni di euro, ma quello degli integratori è forse ancora più grande. Vi chiedo... e qui è difficile, se vi sembra giusto che si faccia uso di sostanze assolutamente lecite, ma non propriamente "sane" per avere un presunto beneficio nelle prestazioni ? C'era un periodo in cui nei pacchi gara spesso davano, oltre ai classici sali minerali anche aminoacidi a catena ramificata. Tutti sanno che non sono doping(io li ho anche presi)...ma, pur non scientificamente provato, si parla di una possibile correlazione fra queste sostanze e l'incidenza di Alzheimer. Sempre restando nel terreno del lecito è frequente che ad un'atleta (con maggiore frequenza alle donne) scenda il livello del ferro, costringendolo a correre ai ripari con pasticche o iniezioni; poi la stagione successiva, come nulla fosse accaduto, si rifanno quei carichi di allenamento che hanno causato il problema... allora... vi chiedo, ovviamente non è doping, ma quanto è saggio ?

Certo, parlare di Blogpoint e di cene è più accattivante, ma confido in un buon risultato !

105 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. Furio ha scritto:
  2. 1) non ne sono al corrente; non seguo ne ciclismo ne calcio..
    2)Non è molto che corro e non ho mai conosciuto nessuno che si dopa o almeno io non lo so se lo fa.
    3)Gli unici integratori che utilizzo sono quelli di sali minerali (2 capsule x 5/10 giorni, i multivitaminici(un ciclo supradin da 10 capsule al mese) e quelli del ferro (ferrograd 2 volte l'anno) con folina.
    Se fossi sedentario non ne avrei bisogno, ma correndo un buon numero di km, pur tenendo un regime alimentare ricco ed equilibrato ho carenze; se non integrassi non potrei durare a lungo ed i problemi che avrei sarebbero certamente poco simpatici.
    I gel non li ho mai usati, nemmeno nella mia prima maratona, non so se fanno male; però ho preso in quasi 3 anni due volta l' R2 per favorire il recupero (maratona ed un lunghissimo corposo).. non so quanto sia servito, difficile quantificare.
    In generale sono contro gli aiuti in gara; non mangio e bevo solo acqua.
    Sono favorevole a colmare le carenze che la corsa causa nel tempo.

     
  3. MFM ha scritto:
  4. Rispondo punto su punto:
    1) Lo sport professionistico (volutamente con la s minuscola) ha smesso da tempo di essere uno Sport (volutamente con la S maiusola) per diventare uno spettacolo come i varietà televisivi. I media in questo gioco fanno la parte del biscazziere e ovviamente enfatizzano tutto ciò che riesce a permettere loro ritorni in termini monetari (più audience = più soldi).
    2) Quando frequentavo le palestre cme istruttore di aerobica ne ho visti di dopati che lo facevano per puro narcisismo personale. Era davvero tremendo osservare la desolante assenza culturale di chi si introiettava certe sostanze senza curarsi minimamente delle conseguenze su di sè.
    3) Torniamo al concetto di Sport (quello vero, con la S maiuscola) se esso è "Mens sana in corpore sano" la risposta viene da sè: per quale motivo per praticare un'attività che ha come scopo essenziale quello di farmi stare bene dovrei prendere dele sostanze che mi fanno del male?

    Infine una postilla: preferisco parlare di questi argomenti, pur apprezzando molto cene e blogpoint. Bravo!

     
  5. Sarah Burgarella ha scritto:
  6. Quanto ne so, praticamente nulla. Come integratori, ho provato solo le bustine di gel, ne prendo 2 in gara da 42 o 50 km, se i km sono di meno non prendo niente. Eccola qui: carbogel da 50 ml, leggo che ha solo carboidrati. Per il resto, bevo acqua come un cammello. E un po' di gatorade. E il giorno prima della maratona mangio come un bue, però anche molto bene (Roma, Firenze, anche la cucina è un gran bel ricordo!). E non credo però che sia la cosa migliore: magari integrando con criterio potrei alleggerire il lavoro dello stomaco, non sarebbe male (il maalox della notte... :-) Però un dubbio ce l'ho: quando vedo maratoneti che il giorno prima mangiano verdure a pranzo e pizza alla sera, ma cosa bruciano acqua? Io così avrei autonomia per 10 km, o sono dei fenomeni o si aiutano in altro modo.

    Quanto al post corsa, in un pacco gara una volta c'era un enervit R2, l'ho provato, mi ricordo che aveva amminoacidi ramificati. Risultato: 2 giorni di ritenzione idrica paura. Non so se è stato per quello o per equilibri miei, ma mi ha preoccupato e non l'ho più preso!

    Penso che un runner che corre gare competitive dovrebbe conoscere integratori ecc, e saperli usare con criterio, per trovare quello che con i pasti non si riesce ad assumere. Non per chissà quale prestazione, ma per stare in salute e non indebolirsi.

     
  7. the yogi ha scritto:
  8. mah, so quello che sento, e francamente mi interessa poco... io mi limito alla redbull :) cmq, i top arriverei anche a capirli (ma non a giustificarli), ma se volessi approfondire indagherei sulle motivazioni degli amatori....

     
  9. Mario ha scritto:
  10. 1) non darei, mai una seconda possibilità, se sei dopato, ed è provato in modo sicuro sei out. punto e basta, vai a lavora in fabbrica con lo sport hai chiuso !. x i giornali/giornalisti, be pur di vendere qualsiasi cosa va bene...
    2) nella corsa non mi mai capitato per ora, nella bici anche a livello amatoriale, mi dicono che se ne fa grande uso.... ho un amico che doveva passare professionista, dice che gli hanno riempito il frigo di robaccia, lui a mollato.. dopo aver fatto 1 0 2 giri d'italia da esordiente (prima dei pro.)
    3) vali quello che vali, ognuno è diverso, c'è chi è più dotato biologicamente, chi da anima e corpo per raggiungere la sua massima prestazione, se ricorri a scorciatoie... non ha più senso.... tanto vale smettere e farsi di bamba ! tanto sei comunque un fallito.

     
  11. GIAN CARLO ha scritto:
  12. @Yogi, ma tra Redbull e birra rossa ?

    @Mario, sul non dare seconde chance io son d'accordo.

    @Sarah, eppure la pizza pre-maratona non è affatto male.

    MFM, nelle palestre... è d'obbligo la citazione di Blade Runner: ho visto cose che voi umani..

    @Furio, si bombano e di brutto anche nell'atletica, anche se + facilmente nella velocità

     
  13. the yogi ha scritto:
  14. RB, so di darti una delusione ma..... la birra mi disgusta! in quel pub di cardiff bevevo sidro, e ovviamente ero l'unico! ;)

     
  15. Ezio ha scritto:
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.  
  17. Ezio ha scritto:
  18. Scusate ma sapete che marginalmente mi interesso di salute...il RedBull in alcuni manuali e' catalogato come una droga...sembra che ci siano persone che si fanno due o tre lattine per sentirsi meglio...la caffeina gli esce dagli occhi...io giuro non l'ho mai assaggiato...meglio due o tre buoni espressi.

    Di dopati da ex ma non tanto frequentatore di palestre
    ho solo un'idea,il problema e' piu' grande dello sport che facciamo, e' una societa' malata che si dopa per fare i muscoli prima di andare in spiaggia...ragazzi adolescenti che si prendono le peggio cose per il ciclismo...uomini adultissimi che si abbottano di roba per una mezzamaratona...questo non e' doping, questo e' droga. La nostra societa' e' malata...io amo chi fa' la mezza in due ore...ma poi si "fa'" di bucatini!

     
  19. Ribichesu Davide ha scritto:
  20. aaahhh che bel post!!
    1) Non darei mai una seconda chance a qualche dopato..ma neanche se mi chiede perdono in tante lingue sconosciute...se ne vada a quel paese..piuttosto deve essere assolutamente provata la sua colpevolezza..a volte gli interessi possono essere più meschini e doppio giochisti di qualunque altra cosa e non si è mai certi di quello che si ha difronte..pensa che a me una volta mi hanno accusato di essere andato dietro ad una maccina in bici durante una gara..quando io stesso ho denunciato tal cosa per un atleta..l'uomo a volte fà schifo e pur per qualche misero interesse farebbe carte false!! Nel caso di Basso che ha anche confermato che si stava preparando a doparsi..potevano anche benissimo farlo smettere di partecipare alle competizioni..non lo ammiro più neanche di striscio..la gazzetta ha i suoi interessi..i giornali in generale non mi hanno mai convinto..si butta giu e si innalza su chi si vuole!
    2) Gente che arriva a mezz'ora da te e dopo una settimana ti arriva mezz'ora davanti. Diverse voci traverse che qualcosa gira. Macchine piene di kg di medicinali, ma non ho mai guardato cosa era..ma pur sempre portabagagli pieni di confezioni di medicinali..gente che fà flebo per reintegrare sali minerali..dopo gli allenamenti..mah..lasciamo perdere....mah
    3)Anche a qualche nostra gara li hanno dati..sai quanto me ne faccio degli amminoacidi..li ho dati al lavandino..non sò cosa farmene ed io considero dal mio punto di vista come doping tutto ciò che non si compra nel supermercato..e anche li qualcosa che può farmi male si trova..anche i sali minerali come l'isostad se presi in dosi troppo grandi iniziano a dare problemi..ma diciamo che inizio a considerare doping l'uso anche di alcuni integratori..che personalmente non prenderei neanche se mi pagano..in ogni caso se mi fanno recuperare prima non è naturale..inoltre è sempre meglio stare nel più naturale possibile ed evitare polverine varie.
    P.S. ricordiamoci che anche tanti farmaci che normalmente si usano per curare malattie normalissime sono dopanti..ed anche abusare troppo di caffè può aver effetto dopante..sicuramente tra gli integratori penso che un uso saltuario possa anche esser fatto (ma ho già espresso il mio pensiero su di essi) ma il vero doping è un altro.

     
  21. Miticojane ha scritto:
  22. 1) cominciano col dire che sono tra quelli che chi sbaglia paga, perciò niente 2° chanse, in effetti è una vergogna che si parli di loro dopo quello che è successo, anche se li seguo poco.
    2)quando ero più giovane frequentavo una palestra e il titolare e non solo ne facevano uso
    ti invitavano a provare ma io sono sempre stato contrario oltre che per la salute per principio, per me è una cosa inconcepibile raggiungere l'obbiettivo sapendo che il merito non è mio ma...
    3)quello che uso penso sia anche poco x quello che faccio ma comunque mi basta, Polase in alcuni periodi e Polase Sport prima e dopo dipende dalle gare, e enervit negli allenamenti, gel o R2 mai presi, a dimenticavo mangiare sempre dove è possibile durante la gara

     
  23. the yogi ha scritto:
  24. minkia Ezio, sono dopato inconsapevole! :D

     
  25. Filippo ha scritto:
  26. 1) Non ammetto una seconda chance, semplicemente, la maratona di Carpi dello scorso anno ha dato un bell'esempio (uno tra i tanti) di fiducia riposta invano.
    2) Troppi tra le conoscenze, in particolare nel giro del b.b. e del ciclismo a livello infimo, neanche amatoriale, principalmente per narcisismo e scarsa propensione alla fatica.
    3)L'unica cosa che mi concedo sono i sali minerali dopo un allenamento gravoso sotto il solleone, e solo se prima del lavoro, se torno a casa preferisco il "naturale", e le maltodestrine durante la maratona, per il resto, durante la preparazione seguo un regime alimentare rigoroso, se non è sufficiente, rallento, sono arrivato a correre per farmi del bene, non per fare la cavia.

    p.s. Gian Carlo per Roma stai costruendo un vero evento nell'evento, complimenti per la passione

     
  27. kaiale ha scritto:
  28. ne so abbastanza.
    ho studiato al riguardo e fa parte anche del progetto della mia tesi di laurea.
    ho studiato gli effetti dell'epo sull'attività cerebrale.

    che dire...
    non condivido e non userei mai il doping.

     
  29. Francorre ha scritto:
  30. Io colpirei senza pietà la struttura che sta dietro il doping di un atleta ( medici, dirigenti).
    Mi sembra inverosimile che se ad esempio, un ciclista si dopa nessuno ne sappia niente. Va punito sicuramente l'atleta, che secondo me molte volte è cosciente e partecipe ma che in qualche modo è (anche) indotto dall'ambiente, ma soprattutto la struttura che sta dietro, arrivando anche ai produttori.

    Certo dietro la "chimica sportiva" c'è un giro enorme di soldi che viene alimentata dai media ma anche da un pubblico che sempre più vole godere del superamento di nuovi e sempre più insuperabili limiti ( perfetta metafora della nostra società, leggi casino economici-finanziari odierni).

    Ps: Io preferisco la birra rossa, ancora meglio se doppio malto, e di origine abbaziale.

     
  31. Lucky73 ha scritto:
  32. 1) a certi livelli sono tutti dopati in tutti gli sport ciclismo, atletica, calcio ecc. ecc...il problema è che il doping inizia anche in categorie inferiori...
    2) Sport calcio, livello la vecchia interegionale. Pausa tra primo e secondo tempo. Si rientra negli spogliatoi distrutti. Beverone e si rientra come se non fosse nulla...come iniziare una nuova partita.....
    3) Ne Prendo pochissimi. Un pò di polase e qualche volta il gatorade. Non bevo nulla dalla mezza in giù e acqua in maratona...ho un armadio pieno di barrette enervit e amonoacidi presi alle gare (proprio ieri un altro). Qualcuno ne vuole?
    Non bisogna abusarne rischi ai reni e all'intestino.....per me è roba più che tutta psicologica...

     
  33. Diego ha scritto:
  34. Non riusciro mai ha capire quelli che giocano sporco....se li beccano non devono più fare agonismo !
    Per me sono importanti i carbogel in maratona, consumo energetico !
    Con il mio peso consumo di più !
    I sali minerali mi creano problemi....asquaraus....
    degli aminoacidi ramificati: si dicono tante cose.... recupero muscolare ???....boooo.....

     
  35. GIAN CARLO ha scritto:
  36. @Tutti, sono un po' impicciato, ma domattina commento volentieri i vostri commenti...
    Se mi va bene, tra poco mi vado a dopare con 7 ore di sonno.

     
  37. Marco Bucci ha scritto:
  38. 1) Ad ognuno e' giusto dare una possibilita', ma una sola... anche se io, nello sport sarei piu' drastico... come in politica...hai sbagliato? Prego accomodati da un'altra parte... Ma vedendo che i voltabandiera in politica sono molto corteggiati... diamo pure ai dopati un'altra chance...

    2) Esperienza diretta : quando ero arbitro di Judo, una volta ai Campionati Italiani, entrando in un bagno, trovai siringhe con residui di liquido rosso azzurro giallo. Cio' che e' piu' deprimente e' che in quello sport non becchi una lira a meno che non tu sia medagliato olimpico o mondiale, per cui non voglio neanche sapere quello che si puo' fare negli sport dove girano i quattrini.

    3)Anch'io una volta ho usato gli aminoacidi a catena ramificata, ma se ti devo dire la verita' non ho visto un granche' di giovamento, e poi dato che equivalgono ad una bella bisteccona, preferisco il profumo di quest'ultima... Ma non condanno chi li usa normalmente... finche' e' lecito... che lo facciano.... forse sarebbe meglio allora vietarli cosi' si risolve la questione.

     
  39. La Polisportiva ha scritto:
  40. 1- non seguo l'informazione sportiva, quindi non mi pronuncio. In generale, se ci sono in gioco SOLDI o se c'è IGNORANZA, c'è doping.

    2- non ho mai avuto occasione di sapere con certezza di concorrenti dopati, Dubitare di una prestazione solo perchè è eccezionale è però sbagliato.

    3- Integratori: ne faccio moderato uso in gara (carboidrati liquidi nelle gare di sci di fondo oltrte i 40 Km, per il solo motivo che le assuni senza doverti fermare). In montagna barrette energetiche, più che altro x comodità. C'è un business spaventoso: ti fanno credere che siano sempre fondamnetali x fare sport, quando spesso ti basta un panino. Usare la testa..

     
  41. stoppre ha scritto:
  42. ciao, prima cosa in bocca al lupo per domenica, seconda cosa ti rispondo da atleta (scarso ) e da infermiere...
    per anni ho frequentato le palestra e tuttora lo faccio, diversi body builder quando sapevano che ero un infermiere, mi chiedevano inevitabilmente se riuscivo a procurargli farmaci proibiti, sopra tutti, testosterone, nandrolone decaonato e altri anabolizzanti di cui ovviamente non posso fare nomi commerciali, oltrechè se me la sentivo ,di praticargli iniezioni.
    ovviamente ho sempre rifiutato garbatamente.Poi ci sono altri farmaci come i diuretici che aumentano l'ematocrito e i beta bloccanti ( usati normalmente come antipertensivi )che non ti fanno alzare troppo il battito.. pensa che diversi medici li usano anche nei convegni per non andare in techicardia e quindi parlare col fiatone !!
    Alcune volte mi facevano vedere anche ricette false, e per cosa ?
    per avere pettorali e dorsali enormi !
    figurati cosa non fanno in primis i ciclisi, anche amatoriali e qualche runner..vedi barbi e altri anche molto meno forti.
    Chi pratica lo sport pulito a discapito di fatica, infortuni e sindromi da sovrallenameno, deve andarne fiero e portare la parola !!!
    p.s. se un giorno classificassero il vino come doping, sarei comunque bombatissimo.

     
  43. Anonimo ha scritto:
  44. da un punto di vista filosofico generale sono un naturalista tendenziale e quindi sono contrario a qualsiasi modificazione. ma la "cultura" è tutta basata sulla modificazione della "natura" e questo è un problema di fondo. ad esempio credo che il viagra sia la più grande assurdità degli ultimi 1000 anni. ma non sono un santo e se lo fossi dovrei eliminare completamente anche fumo e alcool, sostanze che in origine erano considerate droghe pesantissime e usate solo in rituali religiosi per favorire la trance degli sciamani.
    so per certo di palestrofili che si fanno di testosterone. circa la nostra atletica, FATE ATTENZIONE che al califfo per il culo non lo prendete! non credo ai miracoli e ne vedo diversi...
    luciano er califfo.

     
  45. Furio ha scritto:
  46. Leggo con molto interesse e dopo l'imbeccata del Califfo aspetto di vedere che succede..

    Io invece vorrei chiedere alcune info:
    Come ho detto ho l'abitudine di fare un ciclo di magnesio e potassio ogni mese/45 giorni ( a seconda del caldo e della corsa), si tratta di capsule vegetali, che compro in erboristeria.. spero meglio di quello che si compra in farmacia.
    Per quanto riguarda i multivitaminici, con la stessa frequenza faccio un miniciclo di supradin; qualcuno conosce qualcosa di più naturale?
    (non rispondetemi frutta e verdura, perché innanzitutto oggi giorno è uno schifo, salvo quella biologica o quella dell'orto che non ho e comunque con una certa mole di km non basta).
    Infine per il ferro, qualcuno sa di qualche preparato naturale DAVVERO efficacie; faccio le analisi del sangue ogni sei mesi; se non integrassi di tanto in tanto sarei in anemia.
    La carne ed il pesce lo mangio nelle giuste quantità con dieta fatta da un professionista, ma non basta.
    Ovviamente parlo per me, con il mio lavoro ed i miei km; non per tutti è uguale.
    CIao!

     
  47. Ezio ha scritto:
  48. D'accordo con Luciano, troppi miracoli e troppe persone che continuano a far miracoli per troppo tempo...

    Non so' se te lo ha detto ma viene anche Marco di Note in corsa...io l'ho scritto.

     
  49. Ezio ha scritto:
  50. Leggo ora l'intervento di Stoppre...siamo colleghi e si capisce...

     
  51. GIAN CARLO ha scritto:
  52. @Yogi, ma non bevi neanche il vino ? Cioè sei astemio completo o è solo la birra il problema ?
    PS
    Fossi astemio andrei 5 sec al km + veloce... l'alcool è droga al contrario... ma di tutto non ci si puo' privare.


    @Ezio, a te, come a Stoppre è mai capitato che qualcuno ti ha chiesto di "trovare" dei farmaci ?

    @Franco, la domanda è proprio...perchè la cupola non viene mai punita ?
    Solo per soldi ? Per mancanza di leggi ? Per cultura ?
    Mi sembra ancora troppo poco.

     
  53. GIAN CARLO ha scritto:
  54. @Davide, chi ha fatto ciclsmo come te..ha per forza visto cose strane..che a quel livello non son neanche così strane. Certo Basso sembrava proprio il ragazzo dalla faccia pulita.

    @Mitico, fondamentalmente anche io sono contrario a ogni integratore e preferisco il cibo...purtroppo i ritmi talvolta non lo consentono. In maratona prendo un gel da 40... succhiandolo in 3 volte ai 10k ai 20k e ai 30k, ho provato con dattei e frutta secca, ma effettivamente faticavano ad andare giù.
    Durante il passatore passeggiavo e allora ho mangiato di tutto e di più..di solito le trial sono meno cattive e allora è + facile mangiare.

    @Filippo, se fossi venuto a Roma e alla cena i sali minerali al menù i facevo aggiungere :-)

     
  55. GIAN CARLO ha scritto:
  56. @Alessio, dovresti postare qualche pezzetto della tesi dove parli dei problemi dell'epo sull'attività cerebrale.

    @Lucky, io al beverone che ti ravviva tra primo e secondo tempo non ci credo... se esistesse qualcosa del genere i nostri rifornimenti ne sarebbero pieni !
    Penso che il doping è + strutturato, mattone su mattone viene su la grande casa.

    @Diego, tutti sanno che a forza di abusare di viagra si diventato verde :-))

     
  57. GIAN CARLO ha scritto:
  58. @Marco, certo il judo come filosofia orientale e ..quasi Zen...lascia un bell'esempio :-)

    @Polisportiva, nello sci da fondo sono arrivati a dormmire nelle camere iperbariche... e non è doping questo ?

    @Stoppre, quello che ti è successo(come richieste che hai avuto) testimonia la grandezza del problema.

     
  59. GIAN CARLO ha scritto:
  60. @Luciano, i miracoli avvengono... ho visto irreprensibili impiegati di banca stare palle al sole sulle spiaggie di Bahia. Mi citi un miracolo ?

    @Ezio, hai trovato un runner blogger collega !
    Ma Marco di Note di corsa è stato miracolato... o viene a cena ?

    @Furio, mi piacerebbe risponderti, ma sei troppo intelligente per accontentarti di una risposta banale.
    La domanda che poni è lecita, ma complicata...o c'è un "vero" esperto di alimentazione capace di dire qualcosa di più di una fesseria o è meglio tacere.

     
  61. Claudio ha scritto:
  62. 1) Hanno squalificato Barbi e c'era un trafiletto, hanno arrestato un ragazzo di 23 anni e ci hanno fatto articoli ovunque, per poi dimenticarsene.
    Visto il giro economico che c'è sotto non c'è alcun interesse a combattere davvero il doping.
    2) non mi è mai capitato di conoscere qualcuno che si drogasse.
    3) Io non capisco quelli che si allenano e corrono gare come se fossero professionisti. Per me la corsa è benessere, poi viene il resto. A mio avviso non ha senso alcuno arrivare a vomitare alla fine di un allenamento o di avere la bava alla bocca dopo una gara e avere un personale di 1h30 sulla mezza... ma sei scemo??
    Quanto agli integratori, come dice la parola stessa, a quello dovrebbero servire e il buonsenso dovrebbe guidare. Poi trovi chi, come il sottoscritto, preferisce recuperare con una teglia di lasagne della nonna e chi fa colazione con fialette e pastiglie che sanno di segatura...

     
  63. Ale_1957 ha scritto:
  64. 1- volenti o nolenti le leggi del business purtroppo sono queste: parlare di scandali, creare curiosità, gossip.... più schifezze uguale più soldi introitati, questo è anche il segno di una pericolosa e preoccupante decadenza sociale.

    2-Qualche anno fa, mentre iniziavo con molta fatica a provare a fare le mie prime corse, amici coetanei mi dicevano che usualmente la domenica partivano in bici e facevano il Mortirolo e poi magari anche il Gavia e il pomeriggio li rivedevo belli tranquilli senza alcun segno di fatica.... ho sempre sospettato qualche aiutino.

    3-Non ne ho una conoscenza sufficiente: ovvio che ci sia un giro d'affari ma non vorrei trovare a tutti i costi il marcio anche dove non c'è.
    Personalmente non ho ambizioni se non di mettere alla prova me stesso, non sarò mai un campione data l'età e le mie caratteristiche fisiche. Mi basta star bene e divertirmi. Integratori ne uso raramente, qualche Polase (anche su consiglio medico). In maratona penso che mi doterò di una o due bustine di gel...e poi acqua.

    Quanto alla "seconda chanche" ai dopati istintivamente direi di no, però vorrei essere meno drastico: hai sbagliato? OK, la seconda chanche è per farti "maturare" come uomo dunque gareggia pure ma soldi ZERO! Se non accetti allora non sei un atleta.

     
  65. Marco ha scritto:
  66. 1. No, io la seconda chance non la darei: se si tratta di professionisti devono capire che e' il loro lavoro e quindi non si deve barare (se qualcuno di noi al lavoro fa il gioco sporco viene messo alla porta, senza seconde chances...); se sono amatori allora la loro idiozia e' per quanto possibile ancora superiore e andrebbero radiati da tutte le federazioni sportive (oltre che pubblicamente derisi)

    2. Io posso parlare solo della scherma che ho praticato per tanti anni quando ero un giovanotto di belle speranze e li' davvero non ho avuto sentore di nulla (ma si parla di anni '80-'90, forse ora le cose sono diverse)...

    3. Alla fine il confine tra doping e integrazione e' stato stabilito dall'uomo. Se fosse per me eliminerei anche la possibilita' di utilizzare integratori del tipo "non proprio normale": se non ce la fai col tuo fisico allora non fa per te.
    E' tutto fuorche' saggio "pompare" il corpo illudendolo ed illudendoci che si stiano facendo progressi reali.

     
  67. Yervs ha scritto:
  68. 1) "Il lipo perde il pelo ma non il vizio......." La 2° chanche..... Manco a parlarne!!!!

    2) In palestra, quando la frequentavo, ne ho viste di cotte e di crude. Vi dico solamente che l'istruttore era 120 Km con il 5% di massa grassa.

    3) Per quanto riguarda gli integratori penso proprio che per chi ha all'attivo oltre 100 Km la settimana, magari effettuati anche durante i mesi estivi, sono inevitabili. E' impossibile reintegrare tutto solamente con l'alimentazione naturale. Personalmente non ne faccio molto uso, ma quando sono sotto allenamento maratona e i Km aumentano e con essi anche i ritmi, qualche integratore salino lo prendo. Ho provato anche R2, che dire..... Mi sembra che dopo i lunghi oltre i 30 Km un aiutino te lo dia.

     
  69. GIAN CARLO ha scritto:
  70. @Claudio, son quasi morto una volta per finire sotto l'ora e 30 su una mezza oltre 10 anni fa... oggi sono meno sciocchino, ma vedo gente con la bava anche oltre le 2 ore.... ma questo è un altro tipo di male... puoi dare troppo ma giocare pulito.

    @Ale, 2 bustine di gel solo se le hai provate...altrimenti solo acqua... poi anche di bustine una puo' bastare.... pero' il Mortirolo in bici è un mio sogno.

    @Marco, sei anche uomo di fioretto !!!
    Allora quasi tutti d'accordo seconda chance a nessuno.
    Ma come si fa lu pubblica derisione... dovrebbero esistere delle forche caudine... di romana memoria !

     
  71. Igor ha scritto:
  72. Io parto dalla presunzione di innocenza, benché possa avere dubbi sino alla prova contraria non mi faccio domande! Sono contrario al Doping, e non capisco chi lo fa per vincere una formagella! Ce l'ho a morte con il mondo del calcio dove i controlli sono ridicoli e quasi inesistenti. Il Dio soldo...

    Per quanto mi concerne faccio dei cicli di aminoacidi nel periodo di carico, e se fa molto caldo bevande isotoniche o birra. Cicli di magnesio e ferro ma in dosi vermaente basse, questo in concomitanza con il cambio di stagione. Con i controlli medici e analisi del sangue se vi sono carenze integro maggiormente.

    Ritengo i multivitaminici e complessi vari inutili e con l'unico scopo di far spendere soldi. L'alimentazione equilibrata già riesce a coprire il fabbisogno. Diverso il discorso per i sali, soprattutto d'estate con l'aumento della sudorazione (anche se basterebbe dell'acqua con un po' di sale e fruttosio dicono).

    L'integrazione proteica ha senso se mangiamo poche proteine, ma gli aminoacidi sono d'aiuto al recupero muscolare.

    Carbogel e derivati vari, sono utili e a volte indispensabili se corriamo a lungo, come maratone, attività oltre l'ora e mezza.

     
  73. Lucky73 ha scritto:
  74. Quel beverone era doping ...

     
  75. Micio1970 ha scritto:
  76. 1. Non credo molto alla seconda chance e credo scandaloso che si parli di sfida tra Basso e Armstrong ma ormai lo sport professionistico è soprattutto business e va "accettato" o "rimosso" a seconda del punto di vista soggettivo. Io sto usando un cauto e graduale distacco.

    2. Nessun episodio ma da uno che corre alle 5,30 al mattino e fa 4/5 gare all'anno cosa ti aspetti?

    3. Il confine etico tra doping e non doping è molto sottile. Se si eliminano i casi conclamati di utilizzo di sostanze ufficialmente riconosciute come doping ci sono molti prodotti/metodi border line. Io uso integratore di vitamina C e basta lasciando ad una soluzione nutroceutica le altri integrazioni: cioè uso una dieta che cerca di essere ricca di quei micro-elementi di cui rischio di essere scarso (ferro, Omega3, Vitamina E ecc.).

     
  77. GIAN CARLO ha scritto:
  78. @Yervs, hai cominciato a correre per scappare dall'istruttore della palestra ?
    Non ho mai provato R2, non sono neanche intenzionato a farlo, ma voglio leggere di preciso cosa sia... visto che ne avete parlato in tanti.

    @Lucky, OK...manda la ricetta :-)))
    lo usero' quando ci scontreremo su un 10.000 !!!

    @Igor, sei stato molto esauriente, constato che i cicli di magnesio e ferro sono abbastanza comuni.

     
  79. antherun ha scritto:
  80. Giancarlo rispondo solo alla terza domanda perchè non conosco gente che ne faccia uso. Personalmente integro l'alimentazione con vitamina C (acido ascorbico preparato dalla farmacia: poca spesa molta resa), supradin e 3 volte l'anno folina. Per il resto solo in maratona carboidrati liquidi o in gel. Stop. All'inizio della mia avventura podistica comprai degli amminoacidi ramificati che utilizzavo dopo i lunghi, ma non so perchè quando li prendevo avvertivo delle sensazioni non piacevoli...li avrò presi 4-5 volte poi stop. Alla fine credo che il piacere di migliorarsi solo con la testa e le gambe sia inarrivabile.

     
  81. Fatdaddy ha scritto:
  82. Penso di essere stato il primo ieri sera a leggere il tuo post, ma prima di rispondere volevo "documentarmi ed approfondire meglio l'argomento", quindi in primis ti ringrazio dell'ennesimo spunto da te offerto.
    Dopo la sviolinata, le mie:
    1) Nessuna seconda chance, in questi casi io sono estremamente talebano, radicale, mentalmente chiuso: conosci le regole (teoriche) e le violi? Va a ciapar i rat, con un bel calcio nel fondoschiena! La Gazzetta dello Sport ha smesso da anni di essere da me considerato un giornale sportivo: il fatto che in questo periodo la regalino insieme al Corsera mi fa pensare ad un suo declino commerciale....
    2) Nessun episodio diretto (non frequento le palestre perchè non le sopporto), ma lo sport marcio lo vedi un po' dappertutto e purtroppo sin da piccoli: avete mai assistito ad una partitella di calcio tra calciatori 12nni? Avete sentito cosa urlano certi genitori all'arbitro di turno (e certe madri sono le peggiori!)? Poi magari ti stupisci se quando sono un po' più grandi, il desiderio di emergere su tutti ad ogni costo li fa prendere certe strade.
    3) non faccio uso di strani intrugli, nelle mie corse solo acqua e sali (dopo la corsa se lo sforzo è stato intenso); nelle maratone anche qualche frutto o biscotto secco, non certo per farmi andare più forte, ma per preservare il più possibile il fisico. Mi interessa raggiungere le mie potenzialità, non estenderle "fittiziamente" con altri mezzi

    Citando Ezio, "io amo chi fa la mezza in due ore e poi si fa di bucatini"....arrossisco, mi sento amato!! :DDDD

     
  83. stoppre ha scritto:
  84. Dimenticavo..il salbutamolo ( broncodilatatore e b2 stimolante ),sai sono tutti asmatici da sforzo..,il cortisone, la caffeina. su almenno il 30% dei farmaci c'è la sigla DOPING,ciò che vuol dire a cosa possono arrivare certi individuetti per aumentare le prestazioni (non dico vincere ne), in fondo fanno molta pena perchè prima o poi pagheranno pegno, a questo non si sfugge,il corpo prima o poi, anche dopo tanto tempo, ti pone il conto.
    come si fa a guardarsi allo
    specchio ed essere fieri di aver fatto un tempone o alzato 200 kg quando sai che non l'hai fatto tu ma i farmaci ? non li ammetto, ma capisco molto di più i professionisti che almeno guadagnano milioni, ma per vincere la coppa del centro sociale o il salame...daiiii, fosse barolo almeno.

     
  85. Ezio ha scritto:
  86. Marco ha scritto sul mio blog che viene a cena.

    Se mi hanno chiesto delle cose (a prescindere che in ospedale certi farmaci saranno venti anni che non entrano piu'...) ma la richiesta tra il serio e il faceto e' continua...c'e' la cultura della scorciatoia...

     
  87. GIAN CARLO ha scritto:
  88. @Ezio, a che ora te l'ha scritto ?
    alle 21.47 di ieri sul post sotto mi ha scritto che veniva al blogpoint...ma non alla cena...puo' darsi che c'ha ripensato e ha scritto da te... o viceversa.... del resto è un arbitro e avrà chiesto lumi al guardalinee.

     
  89. GIAN CARLO ha scritto:
  90. @Micio, alle 5.30 del mattino con un leggero distacco dal mondo, dallo sport, atteggiamenti border line... alimentato poco, ma in maniera sana... spacca la notte verso l'eden !
    Un esempio per tutti.


    @Antherun, io credo che qualche aminoacido l'hanno preso tutti quelli che si allenano sul serio.
    Questa cosa che sembrerebbe(e usa il condizionale anche il mio medico) di possibile associazione con l'alzheimer è uscita da poco e non voglio ne io ne nessuno sostenere che chi li prende o li ha presi si sia dopato o rischi qualche cosa.

    @Stoppre, non so se servisse a qualcosa, ma c'era pure chi sniffava il deltarinolo a go go prima delle partenze.

     
  91. Ezio ha scritto:
  92. Mi ha scitto dopo ma queste parole:

    ma che manco solo io all'appello? ultimamento non ho frequentato molto internet e quindi sono rimasto un po' fuori, ma sabato ci sarò. purtroppo ho letto le ultime novità e dire che mi dispiace è poco. e scopro che sei pure della roma! e questo mi dispiace un po' di più... a prestissimo!

    decifra tu tutti e due i commenti.

    Piuttosto Gianca' al 20°-21° come ci si puo' arrivare con la metro?

     
  93. GIAN CARLO ha scritto:
  94. Il 20esimo km è a Via Achille Papa in Prati vicino a Lungotevere all'altezza di ponte flaminio.
    Ti conviene predere la metro, scendere al Colosseo e scendere a Lepanto e fare poco - di 1km a piedi seguendo via Oslavia.
    Devi passare vicino alla sede della Lazio... che 6 della Roma...dispiace nche a me :-))

     
  95. Micio1970 ha scritto:
  96. se dovessi mai "promuovere" (in senso marketing) la mia persona il tuo commento sarà in prima posizione ;-)

    Più che un esempio è frutto di una serie di scelte di questa fase della mia vita: mi ritengo fortunato a potermi alzare a quell'ora a correre: i nostri nonni lo facevano per potersi sfamare!

     
  97. antherun ha scritto:
  98. Esatto Micio: sai che anche io sfrutto questa fascia oraria "inusitata" e da quando c'è qualche grado in più e un filo di luce è veramente paradisiaco! comunque ritornando al discorso doping un buon recupero può basarsi su una corretta alimentazione e stretching...altro non serve se non a svuotare il portafoglio.

     
  99. the yogi ha scritto:
  100. 'mmazza che vespaio.... RB, potrei benissimo fare a meno anche del vino, ma in compagnia un bicchierozzo o due scaldano l'ambiente.....

     
  101. GIAN CARLO ha scritto:
  102. @Micio, vero è che ci ha preceduto spesso lavorava solo per sfamarsi...vero è che (SE RIMANIAMO ALL'AGRICOLTURA) si lavorava intensamente solo in alcuni periodi dell'anno...oggi mi sembra che ci facciamo il mazzo tutti i giorni...poi però possiamo comprare il doping !

    @Antherun e Micio, la corsa la devi avere nel sangue....altrimenti non la fai.
    Stesso dicasi per andare all'alba...lo devi avere nel sangu... eil sangue deve essere pulito.

    @Yogi, son d'accordo che 2 bicchieri scaldano l'ambiente, ma io lo bevo anche da solo :-)

     
  103. Micio1970 ha scritto:
  104. In effetti il doping è figlio del consumismo moderno perchè "tragicamente" l'industria del doping il fatturato non lo fa sul Basso di turno (1 su 100.000) ma sulla massa dilettante e sprovveduta.
    In una logica un po' cinica Basso corre un rischio "d'impresa" ma gli altri buttano solo via soldi ...

     
  105. Anonimo ha scritto:
  106. giancarlo, sono d'accordo che l'alcool è doping al contrario, e anche il cocco: pensa cosa avrebbe potuto fare maradona se non si fosse fatto di cocco!
    io non sono un buon esempio di miracolo, impiegato sì, ma "irreprensibile" non lo sono mai stato.
    vuoi un esempio di miracolo? ti racconto una "parabola". quando andavo all'università (economia) non riuscivo mai a dare l'esame di diritto privato, neanche con 4 mesi di studio 6 ore al giorno (non sono un ritardato, avevo media 28 e diploma 60/60). arriva un mio amico, in un mese e mezzo si fa 15gg di vacanza in francia, 20 giorni di varicella, dà l'esame e prende 30 e lode...
    ma dov'è il medico (UGO)?
    luciano er califfo.

     
  107. Anonimo ha scritto:
  108. 1.Caro Giancarlo io come tu ben sai sono contro i dopati alla grande però essere categorici e non dare una seconda opportunità mi sembra eccessivo: bisogna vedere per esempio se il dopaggio è stato fatto scientemente dall'atleta per costruirsi una carriera o se è stata la mano di "soloni" ai danni del giovane emergente "ignorante" (nel vero termine della parola) sull'argomento e che viene usato come cavia da "esperti" privi di scrupolo.
    2.quando corro gomito a gomito all'ultimo respiro per guadagnare anche una sola posizione penso sempre che quello che mi è accanto sia onesto e leale quanto me (credo che l'esperienza da atleta e da medico mi faccia capire al volo chi sia dopato e chi no);
    3.prendo solo polase o gatored nei mesi caldi quando si suda molto (sarebbe nocivo il contrario e non prenderli così rischiando aritmie maligne per eccesiva perdita di sali) altrimenti solo acqua.
    Non giudico chi vomita per le ripetute o per scendere sotto l'ora e 30 o le 2 h o le 3, stimo sempre chi fa sport a basso o ad alto livello perchè ciò gli fà onore poi ognuno di noi lo può fare come meglio crede. In bocca al lupo per domenica. Marco

     
  109. Anonimo ha scritto:
  110. 1.Caro Giancarlo io come tu ben sai sono contro i dopati alla grande però essere categorici e non dare una seconda opportunità mi sembra eccessivo: bisogna vedere per esempio se il dopaggio è stato fatto scientemente dall'atleta per costruirsi una carriera o se è stata la mano di "soloni" ai danni del giovane emergente "ignorante" (nel vero termine della parola) sull'argomento e che viene usato come cavia da "esperti" privi di scrupolo.
    2.quando corro gomito a gomito all'ultimo respiro per guadagnare anche una sola posizione penso sempre che quello che mi è accanto sia onesto e leale quanto me (credo che l'esperienza da atleta e da medico mi faccia capire al volo chi sia dopato e chi no);
    3.prendo solo polase o gatored nei mesi caldi quando si suda molto (sarebbe nocivo il contrario e non prenderli così rischiando aritmie maligne per eccesiva perdita di sali) altrimenti solo acqua.
    Non giudico chi vomita per le ripetute o per scendere sotto l'ora e 30 o le 2 h o le 3, stimo sempre chi fa sport a basso o ad alto livello perchè ciò gli fà onore poi ognuno di noi lo può fare come meglio crede. In bocca al lupo per domenica. Marco

     
  111. GIAN CARLO ha scritto:
  112. @Micio, buttassero solo i soldi..me ne fregherebbe poco, in realtà truffano chi si impegna pulito(frode sportiva...punibile anche penalmente) e soprattutto si massacrano fisicamente.

    @Luciano, che alcuni stimolanti migliorano la capacità di concentrazione e diminuiscono il senso di fatica è notorio, ma evidentemente quel tuo amico varicelloso.. aveva pure una testa che andava a 3 al km !

    @Marco, intanto la prossima volta che dai 30 secondi a Psyco su un 10.000 lo obblighi a convertirsi al doping. Poi hai fatto un tempo straordinario. 33.40 su quel percorso è clamoroso, infatti hai massacrato gente come Leoncini e Moccia anche nettamente. Sei arrivato sesto su 1150 clasificati... e il secondo non era lontano(30 secondi).... se migliori ancora fai paura veramente...quindi son certo che sei dopato... del resto lavorando in ospedale hai libero accesso agli armadietti segretti :-)))
    Poi davvero tu credi che esistano soloni e atleti sprovveduti ?
    Forse qualche africano, ma per il resto(i nostri) se li hanno beccati sono sporchi al 101%...quindi per me...no seconda chance.
    A te si...sei della mia squadra :-))

    Ma ci vieni a cena sabato ?
    Porta o Zorro o Psyco o both |

     
  113. Francarun ha scritto:
  114. io non mi sono mai interessata a questo argomento, anche perchè chi fa uso di queste sostanze prima o poi la pagano quindi non mi pongo il problema. Io di sicuro non prendo nulla, corro con le mie forze e se non ce la faccio allora vado più piano.
    ma chi se nbe frega !
    E poi io penso che comunque tutti gli atleti di alto livello fanno uso di qualche cosa un po diciamo non legale, ma a me cosa cambia ? Nulla quindi che prendano pure ciò che vogliono. Quello che mi impaurisce invece è chi come noi amatori fanno uso di sostanze dopanti solo per vincere la domenica un prosciutto, quelli mi fanno più paura !

     
  115. Anonimo ha scritto:
  116. giancarlo, con quel mio amico avevo fatto già 8 anni di scuola insieme prima dell'università e gli davo una pista, com'è che di punto in bianco diventa un genio? con l'"aiutino": il padre era consigliere d'amministrazione della ex s.i.p., vuoi che non conosceva professori universitari? riportando tutto all'atletica... (capita ora la parabola? dai, stai lavorando e ti perdono).
    a proposito, chi è quel bel maschione in foto? naturalmente russo, cinese o tedesco est!
    er califfo.

     
  117. Anonimo ha scritto:
  118. Provo a convincerlo a Psyco ma già ha dato con mega pranzo cafone post gara nel pergolato di mio zio, a Ladispoli, con i miei parenti (e Vittore!!) a base di salumi, amatriciana, arrosto e soprattutto vino, dolci ect...sarà a stecchetta per un pò! Comunque grazie per domenica, mi sono giocato il quarto posto ma oltre non è per me (cmq ti sei perso Psyco che interrogava mio padre per scoprire i suoi tempi da giovane e le sue metodiche di allenamento anni 50!). Marco

     
  119. GIAN CARLO ha scritto:
  120. @Franca, anche usare i mantelli dicono che sia doping !
    Anche perchè pure quello fa paura !

    @Luciano, sto lavorando sul serio... e mi tendi i tranelli... come quello che un appassionato d'Atletica del tuo calibro... non conosce una "femmina" dalla coscia lunga come Marion Jones ?

     
  121. GIAN CARLO ha scritto:
  122. @Marco, chi ti accompagnerebbe sicuro(a parte che puoi pure venire da solo) è Pierone Musilli :-)
    Psyco che interrogava tuo padre era da filmare e mettere su Youtube.
    Certo che dopo aver beccato 30 secondi(pur correndo bene) non poteva non cercare di capire che cromosomi avevi.

     
  123. GIAN CARLO ha scritto:
  124. @Marcello(in colpevole ritardo), solo ora mi sono accorto del tuo post...ti chiedo scusa...ci mancherebbe che non ti rispondevo... non fosse altro perchè avevi fatto una sviolinata.
    Certo che se la Gazzetta non è + un giornale sportivo... purtroppo dobbiamo constatare che lo sport su carta non è più quotidianamente rappresentato.
    Per i bambini incitati da genitori assolutamente non in grado di svolgere funzioni educatorie... so di cosa parli, anche se(voglio essere ottimista)...in questi ultimi anni questo fenomeno sembra(a me !!!) meno allarmante di com'era fino a 10 anni fa... della serie non tutto peggiora!

     
  125. FabioG ha scritto:
  126. Seppure in ritardo, interagisco anch'io:
    1. Nel ciclismo, come in tutti gli sport in cui la componente fisica vale almeno il 90% della prestazione (atletica, sci di fondo, nuoto, ecc.), si è arrivati ad un paradosso: il doping è talmente diffuso che il valore relativo degli atleti di vertice è tornato ad essere realmente rappresentato dai risultati. Cioè: Armostrong e Basso probabilmente vincerebbero anche in un ciclismo ideale senza doping, in cui tutti, loro come gli altri, fossero puliti. Nel ciclismo reale, in cui tutti si dopano, per rimanere al vertice anche i fenomeni come loro devono doparsi per rimanere fenomeni.
    2. Pratico lo sport agonistico a livelli medio-bassi da ormai 30 anni (sigh!) e ne ho viste di molti colori. Negli sport in cui la componente tecnica e mentale conta molto (io ho praticato il tennis, la pallavolo ed il basket) doparsi è più difficile (meglio "eccitarsi" o "calmarsi"?, meglio essere "più potenti" o "più veloci"?) ed ho visto anche pratiche controproducenti. In sport come corsa e ciclismo, in cui doparsi è facile in tutti i sensi, la pratica è diffusa fin dalle categorie giovanili. E' davvero triste ma è così.
    3. Da questo punto di vista il discorso è davvero complesso. Una sostanza o una pratica lecita oggi potrebbe non esserlo domani e viceversa. Ad esempio l'autoemotrasfusione, quando Moser la praticava sfornando record dell'ora, non era illecita.
    Personalmente non bevo nemmeno il gatorade, ma probabilmente forse sarebbe meglio avere una totale liberalizzazione (si può prendere di tutto senza alcun controllo)

     
  127. Anonimo ha scritto:
  128. anni fa, dopo una brutta epatite A, mi fecero prendere un multivitaminico-salino, la mattina, la notte non riuscivo a dormire! e mi causò accumulo di minerali nei reni.
    GIANCA', chiaramente lo so che è marion jones, volevo fare l'ironico perchè si dice sempre che quelli dell'est erano tutti dopati e gli americani no (carl lewis era il re dei dopati).
    FABIOG: come fai ad augurarti la totale liberalizzazione dopo aver detto giustamente che se si dopano tutti i reali valori sono rispettati (riconoscendo paradossalmente che il doping è inutile)? allora il doping serve solo a far ammalare la gente e far fare i soldi agli spacciatori!
    luciano er califfo.

     
  129. GIAN CARLO ha scritto:
  130. @FabioG, il fatto che oggi diventa proibito qualcosa che prima era lecito non puo' non essere elemento di seria riflessione(è stato così anche per l'epo)...prima inventano le droghe... poi bisogna riuscire a catalogarle prima di smascherarle...ma fermare la lotta come dici tu... e come ti dice Luciano equivale ad alzare bandiera bianca.
    Lo so che l'hai detto per paradosso... ma non puo' essere la soluzione.

    @Luciano, Lewis ma anche Armstrong e molti molti altri.

     
  131. Michele ha scritto:
  132. Ho poca esperienza ma un parere posso darlo.
    Per combattere il doping basterebbe radiare per sempre i positivi.

     
  133. GIAN CARLO ha scritto:
  134. @Michele, non so se basterebbe, ma sarebbe un buon inizio !

     
  135. Giulyrun ha scritto:
  136. Una seconda chance non si nega a nessuno. L'unica cosa che non sopporto è l'ipocrisia - io ho visto.., io so cosa prende..., so dove..., so come...., sapevo che.., . Bisogna parlare, e mi dispiace dirtelo, fare nomi e cognomi. Leggo e sento in televisione affermazioni di atleti che dopo anni raccontano cosa hanno visto e cosa hanno fatto. Cazzate!!! Le denuncie , nomi e cognomi, circostanze, vanno fatte nel momento in cui succedono, domani è già troppo tardi. Poi non possiamo lamentarci e soprattutto dubitare e sospettare di qualcuno.

     
  137. Glaucos ha scritto:
  138. Ciao Giancarlo,
    in merito al doping dei professionisti, mi trovo d'accordo con quanto espresso da FabioG e Anonimo Marco.
    Il merito al presunto doping o aiutino degli amatori, rimango un po' sorpreso. Intanto perchè i vari Polase, Supradin e Enervit ed Enervitene, si trovano sul banco della farmacia e nei supermercati, senza bisogno di nessuna richiesta medica. Quindi se davvero stà roba è dannosa per l'organismo, mi fa specie che sia cosi' liberamente in vendita. Sui pacchetti di sigarette, c'è scritto che il fumo nuoce alla salute, sui gel non mi pare. Inoltre mi chiedo come può il fisico di un 40 - 50 enne, abituato a lavorare seduto ad una scrivania la maggior parte della settimana, poi arrivare alla domenica e spararsi 30 / 42 km. bevendo soltanto acqua fresca?
    Mi chiedo inoltre : se vanno tutti ad acqua, come mai nelle maratone, dal 30esimo km. in poi, ai ristori, trovi i tappeti di bustine di gel spalmati sulla strada?
    Sono tutti "compagni che sbagliano?"
    Grazie delle Vs. risposte.
    Ciao Glauco

     
  139. Anonimo ha scritto:
  140. glaucos, qua non stiamo parlando di integratori... stiamo parlando di EPO! e altra robaccia (vedi commenti sopra di stoppre). luciano er califfo.

     
  141. GIAN CARLO ha scritto:
  142. @Glauco, no cosiì sono stato frainteso, io ho solo detto che alcune di queste cose lecite c'è il rischio che alla lunga facciano male al fegato o ad altro... non voglio dire che chi le prende si dopa o che!!!
    Io l'ho scritto anche nel post ho preso tutte le bustine di aminoacidi ramificati che ho trovato nei pacchi gara... e anche se non li ho comprati ne avro' presi una ventina...ma non mi sono mai sentito dopato semplicemente perchè non lo sono.
    Ma anche la creatina non è doping oltre certe dosi... ma parecchi qualche grammo ogni tanto(sai com'è).. etc etc.
    Qualche "compagno sbaglia" ...claro che si, ma di 15000 maratoneti che partiranno domenica oltre 10000 prenderanno dei gel...e non sono certo loro.

    @Giuly, fare dei nomi vuol dire bruciarsi e non rientrare in gioco...ecco perchè i nomi si dimenticano etc etc.
    Se un pizzicato venisse radiato(già alla prima)... a quel punto...: "Muore Sansone con tutti i filistei"... ne sentivamo di galli a cantare !

    @Luciano, che poi come diceva Alessio i danni dell'Epo sono più evidenti sugli strascichi cerebrali che fisici veri e propri.
    Forse è un 2+2 troppo semplificato... ma Pantani ?

     
  143. Glaucos ha scritto:
  144. Ciao Luciano,
    allora se parliamo di Epo, io mi chiamo fuori. Ma penso anche il 98% dei maratoneti. SE uno, bianco italiano, prende l'Epo per fare una maratona e tanto arriva dopo i soliti keniani ed etiopi, mi pare completamente fesso oltre che scorretto. Anche perchè con i premi che danno nelle maratone italiane dal 4° posto in poi, ti paghi a malapena l'albergo.
    La mia risposta era al post di Giancarlo, dove ventilava una presunta relazione tra gli aminoacidi ramificati e l' Alzhaimer . Questo visto l'utilizzo massiccio di integratori gel, in quanto negli ingredienti dei gel, ci sono appunto aminoacidi ramificati.
    In sintesi comunque mi sembra difficile per un over 40/50 completare una maratona senza nessun integratore.
    Che io mi auguro, chiaramente, non abbiano grosse controindicazioni .
    Sappi che leggo molto interessato i Vs. interventi , che sono ,per me neofita della corsa, decisamente formativi.
    Ciao Glauco

     
  145. Anonimo ha scritto:
  146. glaucos, invece io credo che l'epo se la prendano anche gli amatori (una minoranza). sono fessi? per me sì, ma le motivazioni dell'essere umano sono molteplici. c'è chi va volontario in guerra, chi fa il terrorista... io disgraziatamente lavoravo in banca e quasi tutti leccavano, facevano la spia e straordinari gratis per venir promossi dopo 6 anni invece che 7... il premio della promozione? 50.000 lire al mese. i modi in cui un FALLITO cerca di rinvigorire il proprio orgoglio di fronte agli altri (altrettanto falliti) sono svariati. luciano er califfo.

     
  147. GIAN CARLO ha scritto:
  148. @Luciano, una piccola minoranza.. prima(10 anni fa) quando correvano meno persone potevano essere l'1% diciamo 10 su 1000. Oggi che corrono in 3000 son sempre una decina i matti.

     
  149. Igor ha scritto:
  150. Giancarlo, hai fatto bene a separare integratori da doping. L'integratore non è doping, serve ad integrare qualora l'alimentazione normale non sia sufficente.

    Allora se faccio un lunghissimo in estate avrò bisogno di reidratare e reintegrare sali, di conseguenza mi bevo durante e dopo l'allenamento i miei sali, vuoi eervit, vuoi isostare, vuoi...

    Dopo un allenamento partciolarmente impegnativo alla fine mi prnedo magari qualche aminoacido per aiutare il recupero.

    Questo come dici tu non è doping! Ma sempre come dici tu a lungo andare non è sano, perché questo? Rispondo: se abuso di aminoacidi ho probabilità che prima o poi avrò dei depositi nei reni (può ma non necessariamente capiterà) dunque dei bei calcoli... se abusi di sostanze isotoniche acide, avrò problemi allo stomaco... se abuso di ferro arrsichio di intossicarmi...

    Il discorso è semplice, ho carenze? Integro. Non ho carenze? Lascio perdere.

    Come avevo detto io ritengo utili gli aminoacidi, chiaramente dosati come ti vengono prescritti dal medico ed i sali minerali, poi tutto il resto se mangio equilibrato l'alimentazione me la da.

    E parliamoci chiaro, non è l'aminoacido o il sale mierale che ti fa migliorare...

     
  151. Yervs ha scritto:
  152. Reputo l'intervento di Igor, PERFETTO!!!! Niente da aggiungere. E' ovvio che abusare di integratori possa partare a delle complicazioni. Ma allora chi si beve 4-5 negrini il Venerdì sera e poi replica con 4-5 cuba il sabato e magari, per finire in bellezza, ingerisce 2-3 bicchirei di vino per affrontare l'aperitivo della Domenica...... Questi soggetti rischiano molto più di noi che prendiamo delle sostanze per reintegrare il nostro fisico da degli sforzi che una persono sedentaria non compie e quindi non necessita di assumere giustappunto degli "integratori".

     
  153. GIAN CARLO ha scritto:
  154. @Yervs e Igor, sia sempre chiaro che io volevo solo dare spunto al dibattito. Personalmente ho fatto uso di integratori e alla bisogna credo che ne farò ancora uso... così come continuerò a bere birra, vino e a farmi 3 caffè al giorno.

    Il paragone di Yervs pero' puo' essere calzante, se invece di 2 bicchieri di vino al giorno ne bevo 5-6 magari appoggiandoci un aperitivo e un super alcolico è evidente che faccio un'altra cosa.
    Supero il quantitavo che il fisico è in grado di tollerare e genero assuefazione e danni.

    La caffeina pure è lo stimolante per eccellenza è presente anche nella coca cola e nelle red Bull, oltre un certo quantitavo.. il fisico non la smaltisce e crea dipendenza e agitazione.

    Con lo stesso metro... integratori si, ma con giudizio, non perchè siano doping, ma perchè possono far male.

    Sembro un pò Nonno Ratzy...ma è venuta così !

     
  155. Yervs ha scritto:
  156. Ottimo Gianca, non fa una grinza!!!!

     
  157. Miticojane ha scritto:
  158. @ GLAUCOS (In sintesi comunque mi sembra difficile per un over 40/50 completare una maratona senza nessun integratore)
    Mi dispiace ma il sottoscritto in tutte le maratone disputate non ha mai preso integratori lungo il percorso, invece di aiutarmi mi causano dolori allo stomaco, solo bere e mangiare, invece per gare trail il discorso cambia, borraccia con Polase Sport x rientegrare ma nulla di speciale

     
  159. Mic ha scritto:
  160. 1)Nessuna seconda possibilità. Lancio una provocazione: quando un atleta viene pescato sporco, che venga radiato dalle competizioni, tutte. Accesso solo ad una categoria "doping libero", dove si può prendere di tutto, e magari si assiste a gare spettacolari, tipo la maratona sotto le 2 ore...o puro spettacolo da circo? Mi lasciano perplesso però le differenze che ci sono fra i diversi sport riguardo la serietà dei controlli e la severità delle pene.
    2) Io non mi stupisco di niente, ma per quella che è la mia esperienza non ho mai sentito parlare di doping ad un livello modesto come quello amatoriale...apparte Barbi.
    3) certamente un ricorso eccessivo a integratori, pastiglie, ferro, analisi del sangue è sintomo di una voglia esasperata di affermarsi. Qui è difficile, penso che prima di parlare di doping, sia il caso di parlare di problemi di testa, e del trasferimento nella corsa di un bisogno di affermazione di sè stessi. Questo modo di intendere la corsa a mio parere è profondamente sbagliato, eppure molto diffuso.

     
  161. Filippo Lo Piccolo ha scritto:
  162. Vogliamo scrivere lenzuola infinite sull'argomento?
    Ti dico che la cosa bella di questi dopati è che quando sono in gara e si lasciano prendere dall'entusiasmo di andare forte poi se vengono catturati all'antidoping (chi non può disporre degli ultimissimi e costosissimi ritrovati) se non hanno le spalle ben coperte vengono eliminati dal sistema.
    Spero che nelle prossime maratone primaverili vinca uno di questi tipi, uno degli ultimi che ancora corre infettando l'atletica italiana, che vinca col botto e che venga finalmente smascherato.
    Così è accaduto con Barbi, oggi è stata la conferma per Di Cecco.
    Da quando mi sono tolto le fisse "da spogliatoio" (che ormai non frequento più) di R2, Polase tutti i giorni, mix da assumere ad orari precisi e mi sono basato solamente sulla pratica della corretta e varia alimentazione e del riposo (anche forzato se serve) praticamente a meno di casi eccezzionali non prendo più bustine di alcun tipo. E il ferro assunto (ormai sempre in regola) basta e avanza.
    Ci vuole tempo, dedizione e convinzione mentale che una vita regolare è la base di ogni risultato nello sport.

     
  163. GIAN CARLO ha scritto:
  164. @Mitico, io prendo solo un gel... per le 42km e qualche volta neanche lo prendo...domenica a Roma che vado un po' sotto ritmo...forse nulla!

    @Mic, le gare a doping libero sarebbero le + viste e alla fine sarebbero "le gare" il resto... roba da checche... la società è malata non prestiamogli il fianco.

    @Filippo, sicuramente t sarà capitato di correre spalla a spalla con qualcuno dopato... o magari con qualcuno che un mese prima ti arrivava a 2 minuti e poi improvvisamente ti passa nel finale... deve essere dura da digerire.

     
  165. Filippo Lo Piccolo ha scritto:
  166. Gian Carlo, forse sarà capitato, ma... Chissenefrega!
    Casi sporadici. Loro possono esserci, ogni tanto, devono fronteggiare brutte figure quando non possono correre "sporchi" perchè sanno che in determinate situazioni possono essere pizzicati...
    Io sono sempre presente, ai nastri di partenza e in tutte le condizioni X-)
    So soltanto che chi non avrebbe scommesso su di me 10 anni fa nemmeno una lira adesso si ritrova a vedermi da molto lontano perchè nel lungo e difficile percorso di una vita ha ceduto da tempo.
    La pratica dopante porta sempre a brevi finali, in TUTTI i sensi...

     
  167. Mic ha scritto:
  168. Giancarlo, la mia era solo una provocazione, lo sai. Però su un punto rimango convinto: gente come che ha giocato sporco, vedi Roberto Barbi, non dovrebbe potere correre nemmeno nelle gare di paese. Ci vuole la radiazione.
    Ma nessuno si è chiesto perchè i ciclisti sono soggetti a sacrosanti e severi test antidoping, e le sanzioni sono anni di squalifica, mentre i calciatori nel giro di qualche mese sono di nuovo in campo?

     
  169. mastro ha scritto:
  170. Gian carlo ai fatto bene a differenziare integratori e doping ,sono due cose molto diverse,l'integratore serve per reintegrare sali dopo un allenamento con abbondante sudorazione,il fisico non subisce conseguenze,il doping e' tutt'altro e nel podismo e ciclismo va a ruba almeno dalle mie parti.Gli amatori si rovinano per andare a vincere al massimo quando va bene un prosciutto,e penso che non ne valga la pena.Io lo posso confermare perche' quando ero al top della carriera mi era stato proposto anche a me.

     
  171. GIAN CARLO ha scritto:
  172. @Filippo, di quest'ultima cosa che hai detto purtroppo non ne sono convinto.
    Barbi, bomba che ti ribomba era ancora sulla cresta a quasi 40 anni.
    Armstrong...vedremo.. a me sembra che il doping allunga la vita atletica..magari accorcia la vita in generale.

    @Mic, veramente io me lo chiedo da sempre..perchè i controlli e le squalifiche nel calcio sono molto + all'acqua di rose.
    In fondo anche nel ciclismo girano fior di soldi...eppure ogni tantomandano tutto a carte e 48.

    @Mastro, da ex atleta di vertice mi confermi che la piaga c'è e che nel ciclismo tocca proprio il suo massimo.
    Con un semplice post di condanna..abbiamo fatto poco e niente, ma almeno ci abbiamo provato.

     
  173. Anonimo ha scritto:
  174. insomma, leggendo i vari commenti vedo che:
    1)si distoglie spesso l'attenzione dal doping e la si concentra sull'integrazione, mentre il post era sul doping.
    2)quasi nessuno ha avuto sentore di doping amatoriale (minimizzazione del fenomeno come al punto 1).
    3)alla fine arriva il mastro e dice che NEL PODISMO amatoriale il doping va a ruba!
    l'andamento della discussione mi pare alquanto inquietante.
    er califfo.

     
  175. Filippo Lo Piccolo ha scritto:
  176. Gian Carlo, è vero che questi poi rimangono sulla cresta per molto tempo, ma sono fortunatamente pochi.
    Noi che li incontriamo durante le molteplici gare e garette nazionali o internazionali ce ne accorgiamo delle figure di cacca che alle volte ci fanno con l'organizzatore: o si ritirano dopo metà gara quando tutto è compromesso o si ritrovano a sudare con il più forte atleta locale.
    Ultimamente molti di questi li tenevo a vista da non molto lontano...
    Poi ti chiedi: ma come fa a correre la maratona più forte della gara da 10K?
    E' con questi andamenti ad onda sinusoidale che ti rendi conto della vergogna che c'è in giro...

     
  177. GIAN CARLO ha scritto:
  178. @Luciano, lo so che tu vorresti sempre le lapidazioni pubbliche e le rivoluzioni ad ogni soffio di vento, ma io penso che il risultato di questo post non è stato così inquietante.
    Tantissimi hanno parlato e qualcosa di interessante è venuto fuori. Vediamo se la paura non farà 90(commenti) e qualcuno intervenga ancora a dire la sua.

    @Filippuccio, certo un qualche imbarazzo lo devono provare del resto per doparti devi avere coraggio da vendere(visto il male che ti fai) e faccia di bronzo :-)

    @Filippucc

     
  179. Anonimo ha scritto:
  180. @giancarlo: c'è anche un altro motivo di inquietanza che ti dirò in privato.

    @filippo: hai ragione sull'andamento sinusoidale delle prestazioni come indizio. ne aggiungerei un altro. mettiamo che tu conosci l'allenamento di un atleta x e che questo faccia sempre e con difficoltà 6x1000 a 3'30, non supera mai i 30km a 5', poi fa la maratona a 3'35 (è solo un esempio...), tu cosa pensi?
    luciano er califfo.

     
  181. GIAN CARLO ha scritto:
  182. @Luciano, allora aspetto il tuo commento..."segreto"!

     
  183. stoppre ha scritto:
  184. dai dai che arriviamo a cento...non vuol dire nulla però è una soddisfazione.
    In realtà e senza offendere nessuno, quanti avrebbero i coglioni per ammettere di essersi dopati almeno una volta ? e non intendo inconsapevolmente..
    Io circa 15 aa fa, quando andavo in palestra per i muscoli,ho provato un farmaco proibito, giuro una sola volta..per una settimana sono stato nervoso e aggressivo dormendo male, forse era psicologico, forse rimorso, forse deluso da quello che avevo fatto, comunque ho provato. una sola volta non mi ha dato benefici sui carichi ovviamente. Dovevo dirlo !!!

     
  185. GIAN CARLO ha scritto:
  186. @Stoppre, grande coraggio !
    cuore granata !
    Per i 100 commenti è già successo 2 volte... se anche ci fermiamo a 93 è + che OK

     
  187. Mic ha scritto:
  188. Luciano: io a naso, penserei che ha dato il pettorale a qualcun altro! :-) Agli occhi di chi ci capisce, saltano subito all'occhio stranezze sui tempi. Poi per la causa, non voglio dire niente. Spesso nelle garette scappano temponi anche per misurazioni "allegre&ottimistiche" delle distanze, oppure è successo che in qualche ora in pista venisse sbagliato il computo dei giri, regalando o togliendo un 400m. Poi ci sono dei casi che lasciano pensare,...vedi Di Cecco: maratoneta di livello nazionale, che solo in un'occasione (Roma) ha corso su tempi di livello mondiale, per poi avere vicende poco chiare che suggerivano la parola doping, e infine essere stato trovato sporco.... Però anche se il ricorso al doping è sempre sbagliato, lo si può per lo meno capire, anche se non giustificare! per i professionisti, che hanno bisogno di risultati per la permanenza nei gruppi sportivi, mentre per i dilettanti è veramente incomprensibile. Penso che la causa sia il bisogno di affermazione attraverso la corsa e dev'essere la stessa cosa che spinge un modesto atleta della mia zona a fare pubblicare articoli sul giornale sulle sue "imprese" sportive.

     
  189. GIAN CARLO ha scritto:
  190. @Mic, fare 2h e 08 su quel percorso e quel giorno era pure caldo... è come fare 2h 06 a Berlino... un po' troppo ?

     
  191. Anonimo ha scritto:
  192. mic, ci possono essere problemi di percorso più corto, come secondo me alla stramilano 2002 (berradi 1.00.20 e mazza 1.00.24... ma chi ci crede?), nel caso di molti atleti contemporaneamente miracolati. ma se il miracolato è uno solo e l'entità del miracolo (in una mezza) raggiunge i 3-4'... nun se scappa!
    er califfo.

     
  193. GIAN CARLO ha scritto:
  194. @Califfo, infatti Mazza e Erradi poi sono stati beccati.
    Il percorso deella stramilano è sempre quello e in quell'occasione hanno battuto dei neri forti da 1h e 01

     
  195. Anonimo ha scritto:
  196. Tornando all'argomento doping, volevo dire che ho amici che frequentano le palestre e hanno una notevole familiarità con le bombe; e anche i ciclisti non scherzano (ma qui parlo di gente semipro). L'ambiente podistico mi sembra più pulito, forse quelli nella zona alta, per fare il grande passo. Qui quasi tutti condannano senza appello, ma io un po' di pena ce l'ho: mi sembrano più dei tossici che dei delinquenti, non mi fanno arrabbiare, mi rimane solo molta amarezza.
    Argorunner

     
  197. GIAN CARLO ha scritto:
  198. Si sull'amatore medio...il podista è ovviamente + pulito del ciclista o del body builder, ma è al trzo posto...perchè i calciatori amatori son tutti puliti.
    I pro o semi pro invece...puzzano in % apprezzabili !

     
  199. Anonimo ha scritto:
  200. per fare 100: mi era sfuggito il doping di berradi e mazza, sai com'è, in quel periodo ero molto impegnato... er califfo.

     
  201. Igor ha scritto:
  202. Ciao Mic, volevo solo dirti che io sono un modesto atleta e a volte capita che il mio nome sui giornali della zona esce. Io non ho mai fatto imprese sportive degen di un articolo e personalmente non ho bisogno di affermazione per le mie imprese, ma il mio "caposquadra" ci tiene molto ed appena il risultato è discreto ci tiene a farlo sapere ai giornali.

     
  203. GIAN CARLO ha scritto:
  204. @Igor e Mic, spero che state scherzando... qui si parla di doping e non di pubblicità + o - occulta e voluta... che poi è l'anima del commercio.

    @Luciano, vabbè c'hai fatto 100 quindi è ok pure se eri distratto.

     
  205. Igor ha scritto:
  206. Giancarlo, ho scritto il commento poiché l'esempio del giornale, benché conosco alcuni casi, non è la regola... forse però hai ragione il mio post non aveva molto sneso nel contesto del tutto.

     
  207. MFM ha scritto:
  208. 103 commenti sono dispari e non mi piacciono, quindi aggiungo anche io i miei 5 cent:-)
    Correre in gara significa competere, chi è onesto e partecipa ad una gara insieme a gente che bara si incazza. Per me chi si dopa è uguale a chi taglia il percorso. Fino a pochi anni fa certe usanze non venivano punite, oggi per fortuna si anche se non siamo ancora arrivati al giusto livello di severità, ma è solo questione di tempo.
    Chi si dopa, chi taglia sul percorso, chi ostacola gli avversari in maniera fraudolenta non solo deve essere squalificato a vita, ma andrebbe estromesso completamente dalla vita sportiva.
    Si cerchino un lavoro fuori dal mondo dello sport se ci riescono.
    Che un ex-atleta dopato possa allenare è una vergogna!

     
  209. GIAN CARLO ha scritto:
  210. @Mfm, oltre a dirti che concordo in pieno con quello che dici... aggiungo pure che rispondedoti il conto torna dispari... del resto che dovevo fare lasciarti senza feedback.

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi