Gianluca ci racconta il suo naufragio a Firenze !

Pubblicato da GIAN CARLO martedì 1 dicembre 2009

Mentre sto ancora scrivendo il mio post(è lunghetto) sulla gara che tante gioie e sofferenze mi ha dispensato offro questo spazio a Gianluca che Blogger (ancora) non è, ma ha un suo account e con quello da tanto tempo mi (e ci) commenta. Il "ragazzo" era a Firenze con noi, ha partecipato al Blogpoint dell'Expo, alla cena con Matteo e... alla fine ha corso anche la Maratona che però...

Ciao Giancarlo,
raccolgo volentieri il tuo invito e provo a scrivere 2 righe sulla maratona di Firenze.
A presto


La mia prima esperienza fiorentina è un mix di gioie e delusioni. Arrivo a Firenze nel pomeriggio di sabato, il tempo di depositare il bagaglio al bed and breakfast in zona duomo e via all'expo, dove c'è il raduno dei bloggers. Pur non avendo ancora un blog personale (anche se mi sto organizzando),ne seguo parecchi ormai da un anno. Finalmente, grazie all'aggancio del mitico Giancarlo (Runner Blade), (ri)conosciuto a Fondi in estate, in modo a dir poco esilarante, ho la possibilità di conoscerne parecchi dal vivo, condividendo con loro la cena splendidamente organizzata da Matteo79. Al tavolo conosco Master Runner, er Moro, Giuliano Hernandez e Diego con splendida famiglia al seguito.
La domenica, colazione alle 6 e via a piedi verso il lungarno, dove c'è la zona consegna bagagli. Alla partenza rivedo gli amici bloggers, e poi via nelle gabbie. Il mio obiettivo, ambizioso per essere solo alla terza maratona, è quello di scendere sotto le 3 ore, per cui decido di partire sui 4'10''. A causa del "traffico" dei primi km e di un pit stop (fisiologico) impiego 5-6 km per raggiungere il pacer delle 3 ore dove riconosco il grande Diego, che mi consiglia di stare calmo e risparmiare energie per il finale (se solo lo avessi ascoltato...). Al 17 km decido di accelerare e vado via in progressione; poco prima della mezza raggiungo Nick.12 che mi preannuncia il suo ritiro (peccato). Il passaggio ai 21 km è 1.27.55...perfetto. Dopo il 25 km comincio ad avvertire degli accenni di crampi,allora rallento x cercare di sciogliere i muscoli, le cose sembrano migliorare, ma all'entrata delle cascine (30 km ) inizia l'inferno, i dolori alle gambe diventano sempre più forti, il ritmo cala e dentro di me capisco che il sogno sta svanendo. Percorro alcuni km alternando cammino e streching, ma i dolori sono sempre più forti, ho difficoltà anche a camminare e quindi a malincuore opto x il ritiro.
Mi dispiace non aver raggiunto l'obiettivo cronometrico sognato, ma questa è la maratona...
Mi resta però il ricordo di aver conosciuto delle splendide persone che in poco tempo hanno creato "qualcosa" di veramente grande.. grazie a tutti !

27 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. GIAN CARLO ha scritto:
  2. All'epoca della foto RB c'era già e correva già dietro ad un pallone

     
  3. insane ha scritto:
  4. Un saluto a Gianluca e un ritiro prima o poi capita,dobbiamo metterlo tra le eventualità..
    *Giancà: mi sembrava di riconoscerti nella foto......... ;)))

     
  5. albertozan ha scritto:
  6. Gianluca ti rifarai presto...in bocca al lupo per le prossime..!!

     
  7. Fatdaddy ha scritto:
  8. Il fascino della maratona è anche in questo lato di sofferenza, dove purtroppo nulla è scontato...
    Coraggio Gianluca, già da ora in bocca al lupo per i prossimi tuoi traguardi!

     
  9. er Moro ha scritto:
  10. Anche se è poco il tempo che abbiamo condiviso mi sembra di conoscerti da sempre, con la differenza che nn so nulla di te :)
    Qnd ho saputo e qnt leggo mi dispiace enormemente, ma so già che la tua rivincità sara solo questione di settimane!
    Bella Gianlù

     
  11. Ale57 ha scritto:
  12. Tanto di cappello Gianluca, hai rischiato non accontentandoti di una prestazione "normale", t'è andata male ma ti rifarai presto!
    Spero di leggerti quanto prima (aprire un blog è semplicissimo e poi... lascia scorrere ciò che hai dentro e i post si faranno da sè).
    Ciao giovane!

     
  13. KayakRunner ha scritto:
  14. Certi errori ti insegnano... anche a me è successo a Venezia (non so come ho fatto ad arrivare al traguardo). Purtroppo all'inizio l'euforia ti porta ad esagerare e la maratona non perdona!

    P.S.: io ogni volta mi impongo di partire piano ma poi mi lascio prendere dalla foga....

     
  15. MauroB2R ha scritto:
  16. Sarà per la prossima!! Come dici tu: la maratona è anche questa!! ;-)

     
  17. GIAN CARLO ha scritto:
  18. @Insane, no ti sbagli ho scattato la foto :D

    @Er Moro, vabbè, stavolta ti lascio commentare anche se... ricorda.... non hai ancora titolo.

     
  19. Marco Bucci ha scritto:
  20. Questo ritiro ti fortifichera' e ti rendera' piu' determinato vedrai...
    Un salutone

     
  21. GIAN CARLO ha scritto:
  22. Marco, letto la mail ?
    tutto OK ?

    @Kayak, forse talvolta è meglio farsi prendere dalla f..a

     
  23. Gianluca ha scritto:
  24. Giancarlo, grazie ancora x lo spazio concessomi(tra un pò arriva anche il blog), e grazie a tutti voi x le parole di conforto.La delusione è stata tanta, ma la voglia di riprovarci è ancora maggiore...l'appuntamento è già fissato: 21/3/2010...ROMA!!!Ciao

     
  25. GIAN CARLO ha scritto:
  26. @Gianluca,(come ti ho scritto in un commento sul post di Matteo) ricordati il giorno che aprirai il Blog di avvertirci.
    Caso mai mandami per email una tua piccola presentazione(è solo un'idea) e ci facciamo un post di presentazione sul Blog dei Blogtrotters... inserendo poi il tuo link sul blogroll di quel sito.

     
  27. Micio1970 ha scritto:
  28. Gianluca continuoi a pensare che per stare sotto le 3 h se non si ha margine elevato (e non è frequente) non si deve partire a 4'10'' ma a 4'15''-4'16''. L'ottimizzazione della maratona si ha uniformando il ritmo gara.
    Anche io ho cercato di stare sotto le 3h, non ce l'ho fatta ma partendo a 4'15''-4'16'' ho portato a casa due 3h 02 alti: se fossi partito a 4'10'' sarei saltato come te

    Io ho fatto solo una maratona più di te ma l'unica certezza che ho in maratona è quella che ti ho detto ... tutto il resto dubbi ;-)

     
  29. GIAN CARLO ha scritto:
  30. @Stefano, senza nessuna offesa, ma Gianluca ha più margini di te... malgrado oggi non abbia all'attivo che un "misero" 3h e 13.
    Senza poi dimenticare che quando ho corso in 2h e 59 ero sicuramente una spanna sotto voi

     
  31. Micio1970 ha scritto:
  32. Giancarlo non solo non mi offendi ma mi sopravvaluti: bisogna essere realisti. Oggi io non ho margine: valgo 3 02 56 e non di meno. Tu quando hai fatto 2 59 lo valevi mica te l'ha regalato qualcuno! tu eri più maratoneta di quando lo sono oggi io anche se io valgo 2 min circa in meno sulla mezza rispetto a te allora.
    Quello che dico è che se uno salta al 30°km e non c'erano condizioni al contorno critiche vuol dire che non valeva 4'10''. Se avesse tenuto 4'16'' magari sarebbe arrivato alla fine.
    Questo nello spirito di analizzare i risultati nel modo più critico ma più analistico.
    Non me voglia Gianluca su questo commento: solo esprimo il mio parere ... ben lungi dall'essere la verità!

     
  33. uscuru ha scritto:
  34. succede, ma vedrai ke con l'esperienza, farai tesoro, cosi' poi ti toglierai belle soddisfazioni!!
    la MARA fatta ad un certo livello e' dura e ti deve andare tutto bene, e a "toppare" ci sta ma, come se dice "ki non risica non rosica"!!
    alla grande nella prox!!
    ciao!!!

     
  35. GIAN CARLO ha scritto:
  36. @Uscuru, la prx gara che Gianluca dovrà fare su 42km gli dirò di ascoltare i tuoi consigli... visto ke tu in Maratona non toppi mai :-)

    @Micio, è vero, ma gli adattamenti alla distanza necessitano di tempo e questo tempo non è = per tutti. Io li ho trovati dopo 10 gare e almeno 45-50 lunghi oltre i 30km.
    in questo io ero + maratoneta di quello che tu e Ginaluca siete oggi, ma la soglia dice che siete su un livello superiore.
    Chi non tiene in soglia se abbassa il ritmo di gara(indubbiamente) aumenta la possibilità di tenere... ma non in maniera che si puo' scientificamente dimostrare.

     
  37. Diego ha scritto:
  38. Ciao Gianluca,
    prima di tutto mi sei simpatico !
    Dal 14km hai fatto un grosso cambiamento di ritmo, in pocchi minuti sei sparito....se stavi tranquillo se non facevi 2.59....facevi 3.02 (arrivavi con me).
    Ma da una parte sei stato coraggiosso a provarci !
    La maratona è bastarda....questa volta ti ha fregato, ma la prossima volta fagli vedere chi COMANDA !!!

    Un caro saluto !

     
  39. bressdicorsa ha scritto:
  40. RUNNER BLADE,SEMPRE BELLI I TUOI RACCONTI,MI E' DISPIACIUTO MOLTO NN ESSERE LI,DEVE ESSERE STATO FANTASTICO

     
  41. GIAN CARLO ha scritto:
  42. @Diego, sbagliando si impara... si dice pure in Svizzera ? ... o in Spagna ?

    @Bress, ho avuto modo di conoscere una delle figurine che hai messo.... 6 un grande... oggi metto il post gara.. e sarà furioso.

     
  43. Gianluca ha scritto:
  44. @micio, grazie dei consigli,nessuna offesa, anzi il confronto non può che aiutarmi a migliorare,
    @Diego, è stato un piacere conoscerti e un onore correre alcuni km con te, hai ragione (se solo ti avessi ascoltato quando hai detto di stare calmo perchè davanti scoppiavano...!). A Roma ti seguirò fino al traguardo!
    @tutti, grazie...

     
  45. GIAN CARLO ha scritto:
  46. @Gianluca, temo per te che Hulk(Diego) a Roma correrà in meno di 2h e 50

     
  47. Anonimo ha scritto:
  48. ciao e buondi a tutti! io penso che Gianluca per fare meno di 3 ore deve allenarsi con me....ah..ah.ah...!!! scherzi a parte ho ammirato tantissimo Gianluca negli sforzi che ha dovuto sostenere durante la preparazione, anche se ci siamo confrontati di rado (io stavo preparando Venezia)...sicuramente cio' ha fatto maturare lo stesso Gianluca dal punto di vista sportivo e sono certo che se avesse puntato ad un crono un tantino piu' alto (3h/3h05') non avrebbe avvertito tutta quella tensione che un pochino lo ha limitato con l'avvicinarsi della gara! dopotutto uno che ha corso la 30km a 4'02" vale meno di 3 ore, ma bisogna anche tener conto che Gianluca partiva da una base (certa!) di 3h13'....Pazienza, tutto fieno in cascina...anche se io, valutando le condizioni fisiche, farei un pensierino a Reggio!!!! o no, tu che ne pensi Giancarlo? Luca (Fondi).

     
  49. GIAN CARLO ha scritto:
  50. @Luca, io farei decantare... 2 schiaffi di fila possono far male.
    Gianluca corre da poco ed è in continuo miglioramento. Roma è un obiettivo non lontano, il lavoro fatto finora non scamparirà in 4 mesi... basterà solo dedicarsi ai lenti svelti sui 4.20 e ai medi corsi un pizzico sopra ai 4 al km.

    La 30km di Ostia era dura e faceva caldo.
    Io qui a Firenze sono andato solo 7 secondi al km + lento di allora...con lo stesso metro Gianluca poteva correre in 2h e 55.

    Deve acquisire consapevolezza, non strafare e correre a Roma tenendosi un po' frenato... se crisi sarà... deve arrivare solo agli ultimi 4-5km quando al massimo perdi 2-3 minuti.

     
  51. Gianluca ha scritto:
  52. @Luca, no niente Reggio,in questi giorni sto valutando gli accorgimenti x migliorare i miei punti deboli, l'obiettivo (stavolta da non fallire)è Roma.
    @Gianfranco, hai perfettamente ragione, a Roma prometto di correre al coperto fino al 35 km..

     
  53. GIAN CARLO ha scritto:
  54. @Gianluca, farai bene ne sono certo !

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi