Quasi una continuazione del post di ieri(vedi è sotto) ....oggi ho trovato... DAL SUPPLEMENTO SALUTE di Repubblica

Tendiniti, strappi e fratture i passi falsi dei corridori
di Fabio Lodispoto *
Infortuni in aumento: perché cresce l'età media dei partecipanti alla maratona e così pure il tipo di stress a cui viene sottoposto il fisico. Domenica a Roma e a Milano in strada migliaia di sportivi. Ma per gli appassionati poco allenati disturbi ad articolazioni e muscoli sono sempre più in agguato. Ecco come evitarli...


I punti deboli dei corridori
Maratoneti in calo in Italia; sotto la soglia dei 30.000 per la pri ma volta dopo decenni di continui incrementi. Crescono invece gli infortuni sportivi per numero e gravità. Una forbice che si spiega con l´aumento dell´intensità degli allenamenti, degli obiettivi agonistici e dell´età media. Ma anche con dei semplici numeri: per preparare una maratona, come stanno facendo i partecipanti ai due grandi appuntamenti nazionali, la maratona di Roma e di Milano di domenica prossima, si devono in media compiere 1 milione di falcate in 4 settimane. Tendiniti e sindromi da affaticamento articolare e muscolare i problemi più comuni, soprattutto agli arti inferiori. A soffrirne soprattutto gli amatori che affrontano questo sport spesso senza la necessaria assistenza e competenza. Di qui gli allenamenti inadatti per modalità, intensità e frequenza che sono la causa principale delle patologie. Unica terapia: il riposo. Fino a completa risoluzione dei disturbi. Insistere ignorando il dolore, anche se lieve, aggrava il problema. Il ricorso alle fisioterapie e ai farmaci su indicazione dell´ortopedico sono necessarie solo se il dolore non accenna a diminuire. Cautela nei massaggi: i dolori così detti da acido lattico sono in realtà uno stato di sofferenza e di stress meccanico delle fibre muscolari. Si deve dare tempo al muscolo di riparare le sue fibre con il riposo. Il massaggio se troppo energico e profondo aggiunge stress meccanico al muscolo già sofferente. Fratture da stress. Riguardano le ossa lunghe del piede (i metatarsi) e la tibia, ma anche il calcagno e l´astragalo che fa da sostegno e da snodo alla caviglia. Sono lesioni progressive dell´osso che si fissura e perde resistenza fino a fratturarsi. Si manifestano con un dolore al piede o alla gamba, che compare sotto sforzo e regredisce con il riposo. Poi il dolore diventa persistente e invalidante, penalizzando la corsa, ma anche la comune deambulazione e le attività quotidiane. Le radiografie, dopo alcune settimane mostrano una stria più intensa di reazione periostale, segno indiretto della frattura che progredisce. La Nmr invece coglie le fini alterazioni delle trabecole osseee già nelle primissime fasi della frattura. Col riposo nel giro di poche settimane il problema si risolve e si possono riprendere gradualmente gli allenamenti. Di aiuto i campi magnetici pulsati e, in caso raro di ritardo di consolidazione, la terapia ad onde d´urto. Sindrome della bendelletta ileo-tibiale. Il dolore al lato esterno del ginocchio è tipico del maratoneta, specie se ha la tibia o l´articolazione troppo vara (con le gambe arcuate da cavallerizzo o calciatore). Può essere confuso con una lesione del menisco laterale o con un dolore rotuleo, mentre invece il dolore è scatenato dalla frizione di una robusta fascia fibrosa che ad ogni passo scavalla la sporgenza laterale del ginocchio. E´ la bendelletta ileo-tibiale. Se l´attività è troppo intensa e se la sporgenza, come in caso di varismo, risulta troppo prominente, la parte s´infiamma. Immediato il riposo e la valutazione di scarpette, plantari e postura in modo da neutralizzare il più possibile la tendenza al varismo del ginocchio. Valide anche le fisioterapie come la tecarterapia e il laser a CO2 defocalizzato per sfiammare la parte e il ricorso per brevissimi periodi a farmaci antiinfiammatori. La spina calcaneare e la fascite plantare. Il piede è arcuato ed elastico come una arco. In effetti ha un arco plantare (la volta longitudinale) composto dalle ossa del piede e una corda: la fascia plantare. Se tesa troppo spesso si infiamma. Accade in chi ha il piede troppo cavo o troppo piatto e specie se pratica uno sport come la maratona. Se si infiamma la parte centrale il dolore è al centro del piede e si parla di fascite. Se si infiamma la sua origine che fa presa sul calcagno è questo che duole e si parla di entesite. Quest´ultima con il tempo da luogo ad una deformazione da trazione del profilo del calcagno comunemente nota come sperone calcaneare. In una piccola percentuale di casi riposo, farmaci e altre cure non risolvono e bisogna intervenire, "allentando" chirurgicamente la fascia plantare per via endoscopica. Tendinite di Achille. E´ la più comune e invalidante tendinite che colpisce i corridori. Nella top five delle tendiniti più frequenti, seguono, la tendinite del tendine della rotula al ginocchio (knee jamper´s), la tendinite del tibiale posteriore alla caviglia e quella dei peronei sempre alla caviglia. Per tutte una sola raccomandazione: immediato riposo e sospensione degli allenamenti. I tendini infatti hanno una spiccata facilità a cronicizzare le infiammazioni. Se prese nei primi giorni di insorgenza, il riposo, il ghiaccio e blandi farmaci antinfiammatori hanno ragione in poco tempo dei disturbi. Al contrario, se ignorati, cronicizzano e diventa molto più complicato il ritorno allo sport e aumenta il rischio di rottura. In questo caso utile la terapia con fattori di crescita piastrinici che avviano i processi di riparazione e guarigione biologica del tessuto. *

Specialista ortopedia-traumatologia e med. dello sport, Roma

36 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. the yogi ha scritto:
  2. hmm, l'aveva segnalato mercurio... a questo punto risparmio i soldi :)

     
  3. Master Runners ha scritto:
  4. Dipende da un sacco di cose, sicuramente hanno ragione al 50%
    L'altro 50 è la nostra cocciutaggine a non ascoltare il nostro corpo, vedi Bucci ...ops!
    Me deve na capocciata ancora! ;)

     
  5. kaiale ha scritto:
  6. rassegnamoci ad accettare la triste realtà:
    LO SPORT AGONISTICO FA MALE :(

    lo dicono tantisimi studi scientifici...
    però ... è troppo bello :)

     
  7. nicolap ha scritto:
  8. ma allora è vero che è il giornale della cultura dell'odio

     
  9. GIAN CARLO ha scritto:
  10. @Nicola, parole sante ...me l'aveva detto Silvio di non perderci la vista sopra ...ma io ho peccato ...ho tanto peccato !

    @Alessio, ...siiii ...poi fa male pure il sesso, andare in moto, bere vino, etc etc ... per il suicidio poi qualcuno ha dei consigli ?

     
  11. GIAN CARLO ha scritto:
  12. @Master, perchè hai detto quella cosa brutta all'aichetto mio che già stasera rischia di lasciare il fegato spappolato davanti alla TV.

    @Yo', dai che se i soldi non li spendevi così ...alla fine li lasciavi tutti alle femmine

     
  13. Lucky73 ha scritto:
  14. una toccatina ai maroni no? :)

     
  15. GIAN CARLO ha scritto:
  16. @Lucky, quella la faccio alle 20,44

     
  17. Marco Bucci ha scritto:
  18. Poi quando becco quell'infame del Master je faccio il pelo ed il contropelo...
    Circa stasera... eppure con la Beneamata io sono sempre ottimista... staremo a vedere...
    Circa l' oggetto del post, niente da dire..
    Io stavolta mi sono fermato immediatamente e ripreso dopo 15 per constatare che non bastava eppure ancora sto fermo ai box, quindi, a volte non bastano pochi giorni purtroppo...

     
  19. insane ha scritto:
  20. Diventeremo dei vecchi rotti ma soddisfatti e con qualcosa da raccontare.. preferisco così.. ;)

     
  21. GIAN CARLO ha scritto:
  22. @Insane, io non sono ancora vecchio(ci macherebbe) ma mi accontenterei di diventarlo ...e va benissimo pure acciaccato ;DDD

     
  23. GIAN CARLO ha scritto:
  24. @MarcoB, tu (stando al post ...specie quello prima) hai tirato la corda troppo prima di farti male.
    Lo so so infame pure io, mica solo Master... vabbè vado a sentire un po' di musica al buio che mi rilassa... mica tanto ..giusto un paio d'ore ;DDD

     
  25. TylerDurden ha scritto:
  26. Mejo un pò acciaccati che bolliti a 70 anni...quando ho letto della bandelletta me se stava a gelà er sangue. Pallosissima...

     
  27. Pimpe ha scritto:
  28. abbastanza condivisibile... pero' ... al cuor non si comandda...;-)

     
  29. GIAN CARLO ha scritto:
  30. @Maurizio, ogni volta che faccio 20km tirati dentro la villa su percorso duro (tipo la gara di natale) il giorno dopo mi si infiamma la bandelletta... poi 2 giorni di riposo e 3 allenamenti sul piano senza lavori a giorni alterni e torno a posto.

    @Pimpe, ne al cuore ...ne ....(censured) !

    @Tutti, grande INTER

     
  31. Marco "Zanger" ha scritto:
  32. PAZZA INTER AMALAAAAAA!!!!!


    YESSSS!

     
  33. GIAN CARLO ha scritto:
  34. @MarcoZ, io l'ho sempre amata un po' troppo ...pure se adesso temo che viene eliminata dal CSKA

     
  35. Marco Bucci ha scritto:
  36. A Gianca'... E BASTAAAA !!
    A chi tocca, TOCCA.... Credice !!

     
  37. GIAN CARLO ha scritto:
  38. @MarcoN, vabbè ..ce credo e ...mo ..vado al lavoro che oggi sono di "corvè" sul serio !

     
  39. Anonimo ha scritto:
  40. ....SOLO INTER....OGGI!!!!! salutoni Giancarlo. p.s.= hai pensato ai cugini ieri sera o agli amici juventini? Luca M.

     
  41. antherun ha scritto:
  42. dalla bandelletta tutti passano all'inizio: è come un rito di iniziazione :-) per il resto, come già detto, meglio la possibilità di qualche acciacco che la sicurezza di invecchiare male, senza movimento..

     
  43. Paolo Isola ha scritto:
  44. In effetti si può anche cambiare sport come sto facendo io nelle ultime settimane, non è mica obbligatorio fare la corsa a piedi se si è acciaccati. La bicicletta, se fatta in salita, non ha niente da invidiare come frequenze cardiache alla corsa a piedi e non provoca gli accidenti(infortuni) della corsa, basta andare piano in discesa per evitare di cadere

     
  45. Marinesdicorsa ha scritto:
  46. abbiamo scelto lo sport MIGLIORE.prendiamo atto di TUTTO......CMQ.....AMALA PAZZA INTER AMALA UNA STORIA INFINITA CHE DURA UNA VITA PAZZA INTER AMALA.....

     
  47. stoppre ha scritto:
  48. oh ma mo che te sei infortunato mi sembri medicina 33 !

     
  49. Francescarun ha scritto:
  50. FORZAAAAAAAAAAA ROMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AHAHAHAHAHAH:))))) mi fate morire dal ridere ahahahah...gianco partirò domenica dal colosseo....hihihihi vediamo ì che combino :))))))))

     
  51. Filippo Lo Piccolo ha scritto:
  52. ma... che la finiscono di scrivere mink...e quando?

     
  53. MFM ha scritto:
  54. Mah questi articoli scontestualizzati da un discorso più generale, sulla salute e sui benefici che porta una sana attività fisica, li trovo un po' inutili.
    Chi non capisce nulla di certe cose è quasi portato a pensare che è meglio essere dei bradipi sedentari. La verità è che scarseggiando un minimo di cultura sportiva si finisce per ondeggiare da un estremo all'altro.

     
  55. Alvin ha scritto:
  56. Letto tutto con le mani sulle palle!

     
  57. GIAN CARLO ha scritto:
  58. @Alvin, le puoi togliere oltre un certo time ...è considerata masturbatio ;DDD

     
  59. GIAN CARLO ha scritto:
  60. @Filippuccio, anche sul mi blog voglio rinnovarti i miei complimenti ...altro che minkiate ...sei stato un grandissimo.

    @MfM, in un'Italia politicamente così ... offuscata ...ondeggiare da una parte all'altra ...è normale ...e in questo momento anche sperabile.

     
  61. GIAN CARLO ha scritto:
  62. @Francesca, parti dal Colosseo e di sicuro arrivi a casa ...anche perchè una volta che dopo 10km sei a Testaccio e i mezzi non ci sono ... voglio vedere che fai ??

     
  63. GIAN CARLO ha scritto:
  64. @Stoppre, 33 trentini entrarono a trento tutti e 33 trotterellando.
    Behh, come LP non è male !

    @Marines, pensa se dopo 4 scudetti vinciamo 4 champions(vabbè ho esagerato !!)

     
  65. GIAN CARLO ha scritto:
  66. @Luca, non mi fate(te e Gianluca) tardi domenica mattina prossima arrivando alla partenza quasi alle 9.
    Sabato sera io cena con i Blogtrotters ..lascio il tifo per l'inter tutto sule tue spalle.

     
  67. GIAN CARLO ha scritto:
  68. @Paolo, in una città come roma la bicicletta è molto + pericolosa della corsa .....c'ho perso un amico 10 anni fa ...e ne ho visti molti altri con le ossa rotte... chi ti scrive è assolutamente innamorato della sua MTB

    @Antherun, l'importante è invecchiare...
    oggi ho parlato con un sedentario caffeinomane super lavoratore che a 45 anni si è salvato da un infarto per miracolo...
    ma da oggi per cio' che gli resta vivrà con i beta bloccanti e mai + potrà fare sport.... avesse fatto sport(magari da pazzo come me) prima forse oggi era un'altra persona.

     
  69. Paolo Isola ha scritto:
  70. Hai ragione Gian Carlo, io mi dimentico che non tutti hanno la fortuna di abitare a 350 metri da una pineta dove passa una macchina ogni morte di papa e a 375 metri da strade di campagna sterrate dove le macchine sono mosche bianche. In pratica abito quasi in campagna. Comunque esistono anche le piscine, anche se ammetto che a molti il nuoto non piace e poi le piscine costano e non sono neanche ambienti salutistici

     
  71. GIAN CARLO ha scritto:
  72. @PaoloI, ovviamente io penso pure che abitare a 20 metri dalla scuola dove mia figli ha fatto materna elementari e medie sia un bel vantaggio come avere un supermercato a - di 100 metri, a 30 mt un autobus che ti porta diretto in centro in 20 minuti e anche avere una pizzeria al taglio proprio attaccata al cancello... oltre al lavoro a 1,5km e essere a meno di 4km dalla partenza della Maratona.

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi