Tutti i segreti del percorso della Roma-Ostia

Pubblicato da GIAN CARLO mercoledì 22 febbraio 2012


A 4 giorni dal via dalla Madre di tutte le gare, dedico un post alla spiegazione tecnico altimetrica di questo magico percorso.
Intanto va detto che siamo all'edizione numero 38 e la gara pur rimanendo ancorata al concetto che dalla città si va al mare ha mutato spesso pelle, sia nella parte iniziale che in quella finale. Quest'analisi comunque si soffermerà solo sull'attuale svolgimento.
Si parte al fianco del Palazzo dello sport ad un'altitudine non ufficiale di circa 40 metri slm. I primi 300 metri sono in discesa ripida e si percorrono in direzione Roma-Centro cioè... esattamente al contrario rispetto al mare. Quindi, per ora niente mare, ma acqua si e a volontà... quella del laghetto dell'Eur... sopra al quale si passa. Curva a destra e poi subito a sinistra (come fosse una chicane)... ma tranquilli la sede stradale è larghissima. 150 metri di leggerissima salita e prima di intravedere sulla destra l'imponente involucro della nuvola di Fuksas si vira a sinistra verso Viale Europa. Questo è il salotto buono dell'Eur, con tutti i negozi griffati, il fondo stradale è perfetto e la strada assolutamente in pianura e il primo km è andato. Alla fine di Viale Europa siamo di fronte alla Basilica parrocchiale di San Pietro e Paolo di epoca Mussoliniana. Qui si gira a sinistra su Viale Umberto Tupini prima di immettersi quasi naturalmente su Viale dei Primati sportivi, il tutto rimanendo sempre in perfetta pianura, il secondo km si fa da parte e all'altezza del tristemente abbandonato velodromo Olimpico(dove pattinavo da bambino) si gira a sinistra su Viale dell'Oceano Pacifico che è il luogo da dove, molti anni fa, partiva la gara nelle prime edizioni a cui io partecipai(94-95 etc etc). Il terzo km si lascia superare con facilità e poco dopo si gira a destra a riprendere Viale Cristoforo Colombo stavolta verso Ovest. Da qui al mare la strada non cambia più per 17km, ma l'altimetria si e di questa vi voglio parlare. Siamo a circa 25 metri sul livello del Mare e appena entriamo nella Colombo la strada si inerpica. Inevitabile, i km cominciano a durare di più. Sulla destra occhio ai grattacieli(uno non ultimato) e al grande centro Commerciale... stiamo lasciando la città. Il quarto km ancora beneficia del primo tratto in pianura, il quinto poi è vallonato e all'altezza del primo rilevamento vi presenterà un conto teoricamente favorevole(spero sia 21.20). Anche se in realtà rispetto alla partenza saremo circa alla stessa altezza o al massimo solo 5 metri più in basso. Dal quinto al sesto però la strada sale decisa e ci porterà circa 10 metri più in alto rispetto al via. Passado sotto al raccordo anulare, superiamo il sesto km e cominciamo ad avere la sensazione che la strada stia spianando, ma attenzione ...in bici si avverte con chiarezza che ancora un minimo si sale fino al  settimo km. Ora siamo oltre i 50 metri slm, quando d'improvviso la discesa "picchia" proprio mentre superiamo il labaro dell'ottavo. In un attimo siamo scesi a 30 metri di altitudine e da qui ci sono ancora 2 leggere vallonature che comunque continuano ad avere un trend favorevole, passiamo il nono e continuando a battere veloci sull'asfalto arriviamo sotto ai 20 metri di altezza. In questo punto, anche quando c'è vento forte, tutto tace siamo in una conca inaccessibile. Bene. Fine dei giochi. Il carrello delle montagne russe punta dritto in alto. Ora si sale davvero. Dopo poco c'è il decimo che  è sicuramente qualche metro più in basso del via(come non sperare 42.50). In questi 7/800 metri di erta la pendenza è circa del 5% e  solo ultimamente sono riuscito in bici(sputando sangue) a non scendere sotto i 20 km/h ...eppure le migliori lepri etiopi e keniane ci riescono con facilità. Passiamo il campeggio e il simbolo dell'undicesimo km(ovviamente il più lento)... qui il Mare appare in lontananza e la copertura del vento(se c'è) salta. Non lasciatevi ingannare... impercettibilmente ancora stiamo salendo e lo faremo anche oltre il dodicesimo km. Finalmente scolliniamo a 66mt slm. Mancano meno di 9km. Se ancora ne avete è segno che il tempo lo farete alla grande. Lo scorso anno ho corso gli ultimi 9100 metri a 4.01 di media circa al passo che, in quell'epoca d'oro, potevo tenere su un diecimila secco e pianeggiante. Purtroppo passiamo il tredicesimo che già ci siamo giocati una gran fetta di bonus. La discesa vera è lunga circa un km ed è ripida al punto che ultimamente ho letto 60km/h sul tachimetro della bici. Meglio sarebbe stato se la discesa fosse stata più morbida, ma ...questo è ...e ... e allora occhio a non forzare troppo e a cercare un passo gestibile. 
In questa alchimia strategica c'è il succo di questa sfida.

Amo questa gara. Ci ho sbattuto il muso tante volte, sia quando ero in fasce, che quando in adolescenza tentavo follemente sempre il PB; ....oggi son maggiorenne e non la sbaglio più. 
E' tecnica, intrigante, spietata, ma se impari a domarla, la cavalchi come fosse un onda che si infrange rabbiosa sulla spiaggia. E' poesia... quando, fuggendo dalla città, ti unisci a lei in una simbiosi di colori e di suoni (ndr 2011).

Il quindicesimo e ultimo rilevamento(1h 04.30 si auspica) lo passiamo a 15 metri slm... poi si scende ancora mano a mano sempre più leggermente  fino al diciottesimo, quando per circa 1500 praticamente siamo in piano.. o addirittura in leggerissima inapprezzabile salita. Qui purtroppo c'è un'ultima sorpresa, la strada torna a salire palesemente e il mare sparisce alla vista ...per circa 3/400 metri si soffre. E' solo una piccola variazione, ma vi prende quando le forze sono allo stremo, tant'è che termina proprio poco oltre l'altezza del ventesimo km. Qui si scavalla e finalmente il mare si offre nudo a voi. Non resta che gettarsi a pesce in quest'ultimo declivio favorevole e arrivare alla Rotonda dove terminano tutte le sofferenze. Purtroppo ancora si deve compiere un'andata e ritorno di circa 350 metri sul lungomare puntando prima verso nord... ma qui c'è il calore del pubblico ad aiutarvi e sul lato opposto potete vedere correre i vostri compagni... all'andata chi, seppur di poco, vi ha preceduto, al ritorno di chi avete fortunatamente lasciato dietro(Master, Zorro, Stefano Strong etc etc) ...alzate le braccia al cielo, mettete la medaglia al collo ...la mezza più partecipata d'Italia (in 1h 29.59) è finita.

29 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. Massimo ha scritto:
  2. Peccato non esserci, ma mi ha fatto tanto bene riviverla attraverso la tua (sempre) precisa descrizione.

     
  3. theyogi ha scritto:
  4. qualche km lo guadagno già prima della partenza: inizio a correre con max subito dopo il bp....

     
  5. Marco Cimino ha scritto:
  6. Ottima rinfrescata, ho rivissuto perfettamente la gara dell'anno scorso!
    @Yo' - se tutto fila liscio mi piacerebbe unirmi anche io a voi 2

     
  7. GIAN CARLO ha scritto:
  8. @Massimo, ancora è chiaro il ricordo della buca che ci hai dato l'anno scorso.

    @Yo, io invece neanche un minuto di riscaldamento.... vado subito in gabbia...giusto il tempo di passare al volo da Pomodoro.

     
  9. GIAN CARLO ha scritto:
  10. @MarcoC, vedrai che i 2 scagnozzi per fare + km di riscaldamento prima partiranno negli inferi e li perderai... a meno che anche tu non sarai pronto per i gironi danteschi

     
  11. Marco Bucci ha scritto:
  12. Ti capisco quando dici che la ami.....
    E tu cerca di capire me : feci la prima edizione che non ero maggiorenne, avevo una preparazione al max per 10 km e ne misurava 28 e passa...
    Partii a circa 3.10 ed arrivai camminando....
    1.23 e' il PB ma due anni fai avrei potuto limare piu' di un minuto....
    Quest'anno... mi bastera' arrivare...

     
  13. GIAN CARLO ha scritto:
  14. @MarcoB, amo pure l'inter come te ...ma sono sfinito di questo amore mal corrisposto.

     
  15. nino ha scritto:
  16. chissà se prima o poi riuscirò a correrla

     
  17. Gianmarco Pitteri ha scritto:
  18. Bellissima descrizione, ci penso seriamente per il prossimo anno!

     
  19. Fatdaddy ha scritto:
  20. "E' tecnica, intrigante, spietata, ma se impari a domarla, la cavalchi come fosse un onda che si infrange rabbiosa sulla spiaggia. E' poesia... quando, fuggendo dalla città, ti unisci a lei in una simbiosi di colori e di suoni"

    Poesia pura, mette di spirito buono per iniziare un'altra giornata in trincea!

     
  21. GIAN CARLO ha scritto:
  22. @Gianmarco, preparala bene e il PB ti sorriderà.

    @Nino, tra 25 giorni fai cadere questo "caxxo" di muro e il prossimo anno scendi per correre fino al mare.

     
  23. GIAN CARLO ha scritto:
  24. @Marcello, ho copiato e incollato quelle righe dal post dello scorso anno proprio perchè ricordavo che a qualcuno erano piaciute(TE COMPRESO)... naturalmente ti aspetto da queste parti per correrla insieme. Almeno per altri 3-4 anni potrei farcela a stare al tuo passo ...poi mi sarà impossibile.

     
  25. stefanoSTRONG ha scritto:
  26. incrociarti sul lungomare di ostia significherebbe comunque esserti vicino e ci metterei la firma!
    (anche perchè con una distanza così a pescara ci campo di rendita :)

    e comunque, sto imparando questo post a memoria, davvero ottimi consigli!

     
  27. lello ha scritto:
  28. vediamo se il prossimo anno verro' a ostia per abbattere i 90 minuti!!!!!!!!

     
  29. MFM - bummi ha scritto:
  30. In bocca al lupo. ;-)

     
  31. Fatdaddy ha scritto:
  32. Ti informo che in questi mesi sto correndo mediamente a 6'/km, temo che stare al mio passo rischierebbe di imballarti il motore! :DD

     
  33. GIAN CARLO ha scritto:
  34. @Marcello, basta che ci metti la testa e vai a 4.30 ..il problema è che tra 3 anni io a 4.30 non ci vado + neanche se di teste ce ne metto 2

    @MFM, grazie ...ma tu sei della partita?

     
  35. GIAN CARLO ha scritto:
  36. @Lello, nel 2013 saresti il benvenuo solamente se non avrai lo scudetto sul petto.

    @Stefano, su 10km ormai mi puoi anche battere, su 21 ti do pochissimo... al massimo 2 minuti... i 21 dopo il nuoto e la bici sono un po' diversi ..li diventa una storia di tenuta e la rendita potrebbe(dico potrebbe) non bastare.

     
  37. insane ha scritto:
  38. Coincide sempre con la Terre Verdiane dietro casa,mi tenta da matti ma il fatto di averne una a mezz'ora mi ha sempre bloccato,anche se mi ripeto che "non posso non correre la mezza più corsa d'italia"..

     
  39. lello ha scritto:
  40. @ INSANE 2013 tutti alla roma ostia...

     
  41. Black Knight ha scritto:
  42. E' la mia gara preferita, quella che cerco di non saltare mai. Li ho stabilito il mio record sulla mezza e, nella notte dei tempi (1990), sono anche andato a premio sulla combinata Roma Ostia e Romaratona (allora si chiamava così).
    Solo la S.Silvestro aveva lo stesso fascino o forse addirittura la superava.
    Purtroppo non ci sarò. Correte anche per me.
    In culo alla balena!!!! (da buon marinaio questo è il mio augurio).

     
  43. GIAN CARLO ha scritto:
  44. @Insane, so benissimo della coincidenza di date con terre verdiane.
    Infatti l'unico anno della mia vita che avrei potuto correre la roma-ostia sotto a 4 al km ero a Salsomaggiore a fare 2h e 59

    @Lello, lascia lo scudetto sul piatto e vieni tranquillo.

    @BKnight, benissimo la correremo anche per te.
    Anche io partecipai molti anni fa ad una gran combinata... certo ...caro il mio marinaio ...non siamo proprio di primo pelo.

     
  45. er Moro ha scritto:
  46. your precious analyze is poetry to our legs.. Thx very much dear, see you at blogpoint?!? sure boy, sure

     
  47. GIAN CARLO ha scritto:
  48. @Er Moro, ce sto ... ce sto !

     
  49. MFM - bummi ha scritto:
  50. Le gare podistiche ormai le guardo solo in TV. Non sono manco più tesserato. Però corro... ;-)

     
  51. Pimpe ha scritto:
  52. guarda che devi recuperare il kikkone che vien giu a correrla ;-)))
    p.s. ieri ho pranzato a Novarello , con alcuni ragazzi del novara calcio, poi e' arrivato anche Mondonico che ti saluta ;-)
    ciaoo :-))

     
  53. GIAN CARLO ha scritto:
  54. @Pimpe, ormai in ogni posto del mondo qualcuno pranza con chi ha battuto l'inter ...diciamo che non è più un'impresa.
    Per il resto Kikkone appena taglio il traguardo sul lungomare lo vado a ribeccare ...tanto con i suoi 2.00 metri non riuscirà a sfuggirmi.

    @MFM, spero che per te sia solo una pausa di riflessione...

    ...personalmente non riuscirei ad essere costante negli allenamenti se non gareggiassi.
    Talvolta penso di essere troppo competitivo, ma se l'alternativa è la TV allora preferisco essere così.
    Inutile dirti che se oggi vivi davvero un equilibrio migliore senza l'adrenalina del pettorale allora hai sempre tutta la mia stima.

     
  55. Francorre ha scritto:
  56. Descrizione dettagliata, con venature poetiche. Pratica, utile, da memorizzare. Ci vediamo al Pomodoro.

     
  57. GIAN CARLO ha scritto:
  58. @Francorre, da uno come te mi aspettavo un appuntamento a... peperoncino e 'nduja

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi