9 Colli... ben 205km di fatica verso... Klagenfurt.

Pubblicato da GIAN CARLO martedì 21 maggio 2013 ,


10 ore di fatica meritavano il penultimo post di questo Blog !
La preparazione per Klagenfurt prosegue bene, lotto con il mal di gola, mio solito tallone d'Achille, ma sostanzialmente riesco a sostenere carichi importanti.
Dal primo gennaio a oggi ho corso + di 900 km, ho nuotato per + di 90 e ho pedalato per + di 2700 ...così tanto per restare ad un multiplo di 90.
90 è la paura, quella paura che si chiama Iron-Man e che ogni giorno mi spinge a questo supplizio di Tantalo al fine di trovarmi la... tra 40 giorni ...con la quasi consapevolezza di potercela fare.
Così, un anonimo giorno non + lontano di 2 mesi fa, per la prima volta ho pedalato per 110km, poi per 120, poi per 130, poi per quasi 140 ad una Gran Fondo(La Garibaldina) con circa 2000 metri di dislivello... poi su fino a 170 e finalmente... sono alla partenza della 9 Colli.
Questa gara con 12500 biciclette al via è la manifestazione ciclistica + partecipata d'Italia. Alla 43esima edizione la 9 Colli è macchina oliata capace di soddisfare in tutto e per tutto il palato degli amanti delle 2 ruote.
Non sono e non sarò mai un vero ciclista, ma la bici mi piace e gestisco bene l'idea di essere nelle retrovie del gruppo a differenza di quando sono runner... annuso la novità e lentamente mi accorgo di poter far valere quelle doti di endurance che ho faticosamente costruito negli anni.
Ho amici ciclisti doc che rubano il tempo alla vita pur di pedalare, ma... di sicuro non si sognano di farlo per 10 ore di fila perchè lo ritengono tanto disumano quanto irraggiungibile.
La sera prima del via all'expo incontro Giorgio un mio amico ex maratoneta da circa 2h e 45 ci salutiamo e ci lasciamo con questo dialogo: 
Gian Carlo, quanto pensi di metterci ? 
...Giorgio, tu quanto ci hai messo al debutto ?
2 anni fa ho fatto 9h e 57!
Allora penso di metterci 9h e 56 ! 
Alle 5.30 del mattino, appena allo scorgere del primo chiarore, sono in griglia. L'attesa è lunga e la colazione abbondante fermentata dal caffè genera disordine ... magicamente approfitto di un bagno chimico disabitato... e la smollo alla grande.
Leggero come una piuma ascolto il cazzeggio degli immancabili, Linus, Zorzi, Juri Chechi... ... finchè ... il brusio degli elicotteri... saluta l'avvio dei primi, le frecce... addirittura un paio di campioni impiegheranno meno di 6 ore per coprire l'intero percorso. Finalmente la luce si fa + viva, i pedali si agganciano e siamo liberi.
Seguo Giancarlo, già prezioso compagno di viaggio in moltissime pagine della mia vita sportiva: sul Resegone (per vincere quel caffè), ma anche a Boston, a NY, a Stoccolma, ad Atene, ...nella lunga marcia del Passatore... etc. Di lui ciclista so poco e confesso che l'avevo anche sottovalutato... pensavo di valerlo ed invece mi supera di una spanna abbondante.
Viaggiamo in scia sempre sopra ai 35 orari, con punte che spesso superano i 40. il gps è partito regolare e al km 9 realizzo che siamo a oltre 37 di media... lui è infervorato dall'idea di raggiungere 2 suoi amici partiti circa un minuto prima. Capisco che non è aria e saluto. Devo gestire. Impossibile pensare di sparare tutte le cartucce nella prima ora di pianura e poi di dover fare altri 170 km con quasi 4000 mt di dislivello.
Ora sono solo, come lo sarò  all' Iron Man, testa collegata, energie da centellinare, alimentarsi, resistere, giocare, resistere, vivere, resistere, amare, resistere... e ancora resistere.
I colli si susseguono uno dopo l'altro, qualche goccia di pioggia, tanto vento, un pò di freddo, il suono delle ambulanze, il verde delle colline, i tanti dialetti, i colori, la fatica, i suoni della natura, la passione, lo stridio dei freni, ...resistere.
Ecco il Barbotto, il quarto colle, quello con la nomea meritatissima di essere il + duro... 
...che mi chiedo ...ma che bisogno c'era di fare una strada così ripida su una collina così morbida ?
Sembra la storia dell'uovo e della gallina... forse l'hanno fatta così per farci una gara  e non ...dato che era così ...l'hanno inserita in una gara.
Sono in vetta. 
Mai appoggiato il piede per terra. Sto da Dio, per nulla stanco, il sole fa capolino. Dei 10000 che si classificheranno oltre 6000 qui decideranno di puntare al percorso "breve" da 130 km; qualcuno lo farà per scelta deliberata in origine e qualcuno lo farà perchè esausto di tanto arrampicarsi... io non esito, mi fermo al ristoro, mangio come un bufalo, come del resto a tutti i tanti ristori presenti e viro per il percorso lungo da 205 km.
Passato il bivio, mi fermo e provo a chiamare i miei amici Giancarlo, Gianluca e Sandro... i primi 2 non rispondono, ... tanto sono avanti (Gianluca è anche partito prima), Sandro invece è partito 15 minuti dopo e mi dice che se lo aspetto lui a breve sarà li. Non mi do pena, mi rilasso e attendo fiducioso. Ristoro compreso son circa 12 minuti di stop. Finalmente Sandro, amico di tanti allenamenti, arriva e dopo poco pedalare ci fermiamo ancora dato che lui l'ultimo ristoro l'aveva saltato proprio per non farmi aspettare troppo. Mangio again(sono senza fondo), ora mancano 5 colli e scatta la quinta ora... riuscirò a stare nelle 10 ore ? Lentamente prendo coscienza del fatto che da qui all'arrivo sarà un crescendo e che posso cominciare a rischiare un pò di più. Salgo con maggiore piglio, ora che i più ci hanno lasciato, la strada è meno trafficata, palesemente ...mi accorgo che comincio a superare... anche in salita. Sandro, tanto in salita è ancora autorevole, tanto in discesa ha paura e soffre un pò, specie quando le curve sono da pennellare. Essere motociclista mi aiuta e stimola quell'ebbrezza del rischio che  diventa divertimento. Inizio sempre l'ascesa successiva in vantaggio e sempre mi raggiunge prima della vetta... nella lunga e pericolosa discesa dopo il settimo colle svernicio tutti. Sono in fuga per la vittoria. Ora la consapevolezza è in me. E' fatta. Sulla punta dell'ottavo colle Sandro non mi ha raggiunto e ne approfitto per una piadina, una coca cola e per appartarmi quel minimo che mi consente di lasciare sulle colline emiliane un pò di metabolismo renale.
Distratto, non mi accorgo che Sandro è passato, mi guardo intorno convinto sia al banco dei dolci... invece lui...non avendomi visto, ha tirato dritto. Il Valentino Rossi che è in me va in picchiata per la discesa supero, supero e ancora supero, ma ora la strada è solo poco pendente e davanti a me a 100 metri c'è un gruppetto di 10 unità. Per 3 km viaggio a 40 orari e riesco a ridurre il distacco a 30 metri... ma sono in riserva... mi sfuggiranno ??? Fortunatamente arriva la cavalleria, 4 ruote ad alto profilo sibilano l'aria alle mie spalle e si lanciano sul gruppo... con un ultimo sforzo mi aggancio e il contatto diventa possibile. Sandro è con loro. Tra pochi km ci sarà l'ultima durissima salita della corsa. Il Gorolo. 5km di erta vera, con picchi al 16% quando hai già alle spalle 170km. Stavolta non ho vantaggio da gestire e temo sarà Sandro a dovermi aspettare, anche se ho intuito che con il passare dei km la sua azione si è fatta + pesante. Curva a sinistra e ci siamo. Da subito è tostissima e passiamo sul tappeto di rilevamento posto per ufficializzare la crono scalata. E' l'ultima faticaccia... posso osare. Il cuore va oltre l'ostacolo, Sandro non mi stacca, anzi.. indugia, mentre uno ad uno risalgo tutti quelli del gruppetto. Un uomo solo al comando. Delirio di onnipotenza. Volo a prendermi questa vittoria virtuale.... in realtà Master farà anche questo tratto 37 secondi meglio di me con il 39X25(un mito). In cima c'è il ristoro, ma da ora è tutta discesa e so di non averne bisogno, aspetto Sandro, che arriva proprio con una brutta cera, ha sentito i crampi, e ora si riposa, mangia, beve, espleta i suoi bisogni. Lo aspetto senza esitazione. Da gennaio siamo usciti 20 volte in bici insieme e lui ha sempre aspettato me sarebbe follia andarsene. Mi chiede di lasciarlo per il mio bene, ma lo ignoro. Finalmente ripartiamo. Il gps dice 176.4 quando leggo il cartello dei -30. Sono passate 9 ore e 4 minuti. Impossibile stare nelle 10 ore ? Boh. Io ci provo. La discesa è morbida e larga, ma Sandro un paio di volte si stacca lo stesso. Rallento ma siamo spesso oltre i 40 orari. Un gruppo ci sfugge e sarebbe stato oro da li al traguardo. Pazienza faremo da soli. - 20 km e siamo a 9 ore e 22 minuti. Ora la discesa è leggera, ma il vento che tanto ha infastidito ora aiuta. - 10 km a 9 ore e 40 precisi. Discesa finita. Energie al lumicino. Servono ancora i 30 km all'ora, ma temo di non farcela, invece d'improvviso Sandro risorge, passa e scatena l'inferno... da che non dava un cambio a ora che fatico a tenerlo. Nel finale troviamo un altro alleato che ci aiuta, mentre superiamo qualche eroe della 200 km running partito da oltre 28 ore sullo stesso percorso(hanno fatto le montagne in solitaria di notte... stima infinita). Voliamo. Circuito finale, il gps da segnale di batteria quasi scarica da 10 minuti, ma continua a girare fino oltre il traguardo dove arrivo con 205.9 km in totale coma adrenalinico. 
9h e 56... per la precisione.
Dedico questa gara proprio a Giorgio che mentre pedalava sul tratto finale del percorso da 130km è caduto e si è rotto il femore.... ma è un grande e tornerà + forte di prima.
A Klagenfurt... passo e chiudo.



43 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. Karim ha scritto:
  2. Un grande! L'ultimo sarà per L'IM e poi chiudi?

     
  3. GIAN CARLO ha scritto:
  4. @Karim, si ! La vena è esaurita, un pezzo di vita chiude. Sarò sempre RB finchè salute vorrà, ma di raccontarmi non ne sento + la necessità.

     
  5. stefanoSTRONG ha scritto:
  6. sarà un piacere ed un onore gareggiare con te tra 40 giorni!

    veramente 38, per dirla tutta...

     
  7. insane ha scritto:
  8. Bel post,peccato sia il penultimo,non lo sapevo e mi dispiace,i BT si stanno "esaurendo"... Complimenti per la 9 colli! Gara storica e dura,bravissimo! ;-)

     
  9. Alex B ha scritto:
  10. Grande impresa... una di quelle cose in stile passatore... non importa come va a finire, ma basta finirla per entrare nella leggenda. E Klag sarà lo stesso. Poi se asfaltassi il Master..

     
  11. theyogi ha scritto:
  12. essì, ne valeva la pena.... ed è strano: dovrei esserne contento, eppure.....

     
  13. Ibiza130 ha scritto:
  14. Grande! Un grosso in bocca al lupo per l'IM!

     
  15. MauroB2R ha scritto:
  16. un grande per post per coronare una grande giornata!!
    Davvero un bel racconto che mette voglia di provarci!!

     
  17. GIAN CARLO ha scritto:
  18. @StefanoStrong, il piacere sarà mio, anche se starai anni luce avanti e ti intravedrò solo agli A-R del running.
    Vedi di organizzare qlcs(cena) per farmi recuperare il body prima di klag(vorrei provarlo).

    @Insane, alcune volte l'avevo preannunciato e poi negato, mentre stavolta l'abbandono è arrivato naturalmente... per distacco.

     
  19. GIAN CARLO ha scritto:
  20. @Alex, mai dire mai... ma Gianluca in bici, specie su un percorso + easy mi prenderà moltissimo(diciamo 40 minuti) e anche ammesso che nei due T e nel nuoto saprò stare al suo passo... recuperare un simile gap in maratona non dipenderà da me... ma solo da un suo crollo(che non mi auspico davvero).

     
  21. GIAN CARLO ha scritto:
  22. @Yo, come dice un mio caro amico... sono chiavi di lettura.

     
  23. GIAN CARLO ha scritto:
  24. @MauroB2R, chi ha meno anni di Cristo ha dalla sua la possibilità ... e a mio avviso il dovere di provare tutto.

    @Ibiza130, grazie di cuore... spero di meritare il vostro interesse anche a Klagenfurt

     
  25. Ciccò ha scritto:
  26. Copio pari, pari il commento a Giunluca:
    Bravo, bravissimo! ma io so che la tua testa sta già pedalando verso la Maratona dles Dolomites 2014

     
  27. bibe ha scritto:
  28. Avrai pure perso la vena, ma da sempre i tuoi post mettono voglia di correre. Adesso pure in bici!

    A presto, divertiti in questi 40 giorni e soprattutto a Klagenfurt!

     
  29. Tosto ha scritto:
  30. complimenti! vai alla grande io per ora sono arrivato a 1000km di bici e max 100km ma se il tempo si sistema conto di cambiar registro. Il problema è se il tempo si sistema qui da noi è sempre brutto!

     
  31. Kikko ha scritto:
  32. Un post bellissimo,una gara entusiasmante,un grande protagonista e delle forti amicizie...tutto quello che si può desiderare!
    Complimenti per tutto caro Giancarlo...a presto.

     
  33. kaiale ha scritto:
  34. hai messo un grande mattone per Klag.....
    il segreto:
    mangiare, gestire e non avere fretta....
    keep calm

     
  35. Master Runners ha scritto:
  36. Ma come Giorgio si è rotto il femore????
    L'ho visto sul secondo colle, ma non ho fatto in tempo a riprenderlo, l'ho riconosciuto dalla sua Giant e dal completo... mi spiace cavolo... Se lo senti portagli i miei saluti!
    A te ormai ho già detto tutto, ma voglio dirti anche bravo, dimostri sempre tenacia e grinta in quello che fai, ti stimo.
    Ora basta però, in Austria ti terrò d'occhio e a debita distanza...

     
  37. orlando ҉ magic ha scritto:
  38. quanta roba!
    mai stato così tanto tempo e per tanti km in sella!
    onorato anch'io di gareggiare con te a Klagenfurt ;)

     
  39. GIAN CARLO ha scritto:
  40. @Ciccò, hai fatto centro... il prossimo anno tenterò il sorteggio e vorrei essere davvero a quel via.

    @Bibe, in effetti in questo momento meglio correre e pedalare che vedere i Moratti boys

     
  41. GIAN CARLO ha scritto:
  42. @Tosto, anche da noi l'inverno e la primavera sono state piovose, ma forse rispetto alla media io riesco meglio ad incastrare i tempi del lavoro.

    @Kikko, grazie mille e sappi che anche il tuo sms su wa mi ha caricato

     
  43. GIAN CARLO ha scritto:
  44. @Alessio, e figurati che tu finisci l' IM in 9 ore... prova a mettercene 13 e ti accorgi di quanto è vero che devi mangiare e restare calmissimo.

    @Master, purtroppo Giorgio è caduto nella discesa dopo il Barbotto... 5 km dopo il bivio. Per Klag cerca di tenermi lontano sul serio altrimenti se vedo rosso... moltiplico le forze

     
  45. GIAN CARLO ha scritto:
  46. @Orlando, premesso che avete vinto solo 29 scudetti di cui almeno 10 rubati, è normale che tu non abbia mai pedalato per 10 ore... del resto alla tua velocità... lo farai solo il giorno in cui ti cimenterai nel doppio IM.
    See you a Klag!

     
  47. Kikko ha scritto:
  48. Allora ti arriverà un sms su wa anche prima di Klagenfurt:-)

     
  49. GIAN CARLO ha scritto:
  50. @Kikko, ci conto

     
  51. francos ha scritto:
  52. Bravissimo , leggendo le tue righe è stata un'impresa ben riuscita.

     
  53. nino ha scritto:
  54. una parola: grande

     
  55. kaiale ha scritto:
  56. sgrat sgrat

     
  57. GIAN CARLO ha scritto:
  58. @Alessio, a 70 anni... al tuo IM numero 50 ti succederà

     
  59. GIAN CARLO ha scritto:
  60. @Nino, io grande... ahimè ...Master grandissimo.

    @Francosc, se ti tornano gli acciacchi... (cosa che non ti auguro), pensa alla bici ...che dopo una certa età(azz l'ho detto) è + gestibile

     
  61. in bocca al lupo per l' IRONMAN :D

     
  62. Albe che corre ha scritto:
  63. mi fanno male le gambe e il collo solo a leggerti..
    P.S. ..tra i tanti con voi c'era pure mio cugino!!

     
  64. lello ha scritto:
  65. grande bel post e una bella avventura .....bravo ... sei sempre un mito
    cosa possiamo fare per convincerti a scrivere ancora?????????????

     
  66. GIAN CARLO ha scritto:
  67. @Lello, non potete fare nulla, tu se proprio mi vuoi bene scommetti un altro caffè con me a Firenze.

    @Cinzia, stragrazie 1000. Spero che un giorno anche tu sarai presente a un evento dei Blogtrotters(... parlo di brava gente ....anche se oggi sono fuori moda)

     
  68. GIAN CARLO ha scritto:
  69. @Albe, saluta tuo cugino, che magari è ciclista vero e... èprta il tuo gruppo (te compreso) a Firenze per la Maratona e li ci rincontriamo... in corsa

     
  70. Pimpe ha scritto:
  71. i blog non si chiudono si parcheggiano...
    .. senno' chiudi l'inter che fai prima :D

     
  72. GIAN CARLO ha scritto:
  73. @Pimpe, infatti sarà l'ultimo post di un blog parcheggiato... e poi, ora che ci penso il blog lo aprii con lo scudetto vinto dall'inter(sul campo) dopo tanti anni di ladrocinii subiti... e se un giorno riaccadesse ecco che il blog... potrebbe uscire dal parcheggio

     
  74. Albe che corre ha scritto:
  75. Lorenzo c'ha messo 6h43'..ma è forte anche nella corsa!!
    ..per Firenze ci faccio un pensierino e di solito ci sono sempre dato che è a poco più di un'oretta di macchina da casa mia
    ..a presto e complimenti!! (..che non t'avevo fatto prima)

     
  76. Anonimo ha scritto:
  77. Sapere che smetterai di postare sul blog mi ha fatto lo stesso effetto di quando Guccini, qualche mese fa, ha annunciato la fine dei suoi concerti: non e' giusto per noi lettori (o ascoltatori) e spero nel ripensamento!
    E poi, scusa, il penultimo post e' quello su Klag, l'ultimo sulla maratona di Firenze...
    Leo (Brontorunner)

     
  78. GIAN CARLO ha scritto:
  79. @Albe, tu hai amici troppo pericolosi come quello che corre la maratona in 2h e 22

    @Leo,diciamo che se a Firenze sarà una gran Blogtrotters day allora il post ci sarà

     
  80. Gianluca ha scritto:
  81. Sei sempre il numero 1....e continuerò ad "approfittare" dei tuoi consigli!

     
  82. GIAN CARLO ha scritto:
  83. @Gianluca, lungo il percorso ho sentito anche il dialetto fondano(sai che non mi sbaglio... al massimo erano di M. S. Biagio)... ma non ho avuto energie per attaccare bottone

     
  84. GIAN CARLO ha scritto:
  85. @Tutti, cancellando gli spam forse ho cancellato pure qualche commento buono... vi chiedo scusa.... sapete che non ho mai censurato nessuno, neanche chi talvolta mi ha "contestato" e di sicuro in questo ultimo post non l'aveva fatto nessuno, quindi....

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi