Confesso che ci speravo. Confesso che l'avevo sognato. Confesso tutto e alla bisogna son pronto anche a cospargermi il capo di cenere, ma giuro sulla mia bimba che non ero affatto certo di farcela.
Anzi con la pragmaticità che mi contraddistingue pensavo di avere solo il 33.3 % di possibilità di riuscire.

Lo scorso anno avevo sofferto come una bestia per chiudere la Roma-Ostia in 1h 29.51 e i normali parametri di declino stavolta mi davano battuto...
...comodamente avrei potuto abbassare l'asticella, magari a 90 o a 91, del resto questo folle gioco finchè c'è vita e salute è perseguibile, ma ho preso il toro per le corna e sfidato quel declino decidendo di osare ancora.
Come rinunciare aprioristicamente ad una grande emozione come era stata quella del 2014 ?

Bene, non resta che spiattellare agli amici, ai compagni di squadra, a casa... e sui social che la Mission è ancora under 90 e vedere l'effetto che fa.

In ultimo, come ogni anno, alla casa della Roma-Ostia c'è la premiazione dei pace-maker della Christmas Run e così è che quando vengo chiamato sul palco a ricevere dalla Presidente del Municipio e dall' amico Claudio il giusto riconoscimento mi piazzano, a sorpresa, un microfono davanti e mi chiedono di dichiarare il tempo che farò domenica: 
senza esitazioni mi sento pronunciare 1h 29.59

Ovviamente, di tutto questo blaterare, che oramai va avanti da un mese, al mondo intero non gliene frega una beneamata ceppa, ma al tuo io che così tanto si è esposto si... e quindi...: bevo un goccio di vino in meno, lascio una forchettata di pasta, faccio una ripetuta in più... cercando di non pensare che a dirla tutta anche nel 2014 avevo fatto così.
Crederci sempre... il margine c'è ...o almeno andiamo a scoprire se c'è.

Domenica il clima apparentemente è perfetto, sole e niente vento... ma io so che un minimo il caldo si farà sentire.
Saluti e abbracci, prima con i compagni di squadra, poi con gli amici di twitter... come sempre rilassante e divertente... ma è già ora di andare... s'è fatta 'na certa.

Canottiera e pantaloncini, gabbia buona, cronometro e non GPS che pesa troppo. 
Ci sono.
Al mio fianco Nino, milanese e milanista che, in viaggio premio per partecipare a questo evento, decide di scortarmi non avendone abbastanza per tentare il suo meglio.

Sparo.
Partenza lanciata. Sconsiderazione. Quasi 2500 piedi mi precederanno all'arrivo e son tutti già belli scalpitanti davanti a me quando lo stendardo del primo km arriva in 4.02.
Troppo veloce anche se c'era tanta discesa e sullo stesso pari è veloce anche il secondo(4.08) ancora con declivio favorevole.
Devo smorzarmi per evitare il fuori giri e allora comincio a parlare un pò con Nino e un pò con le facce amiche che mi transitano vicino.
Imbocchiamo la Colombo e quando la strada prende a salire non commetto l'errore di tenere botta e mantengo il cuore nei range.
Ecco il quinto, al solito anticipato di 50 metri(guardatevi anche i tempi dei top e si capisce bene): 21.01 addirittura 3 secondi meglio dello scorso anno, anche se so bene che è tutto frutto della partenza alla garibaldina.
Fino al km 7 si sale apprezzabilmente, Fabio, bordo strada, semi arrampicato su un albero mi incita, come ogni anno, ormai da almeno un decennio. 
E' una certezza e di queste mi nutro.
Ancora un cult, i pacemaker dell'ora e 30 arrivano da dietro e salgono con un passo da schianto, perchè metterla giù così dura per poi gestire in discesa ? ... unica solita spiegazione ...so' ragazzi !
Nino è socievole, si guarda intorno, a tratti sembra rapito a tratti sembra che studi, grande persona, ma troppo controllato per esser personaggio.
Ora so che sto perdendo rispetto allo scorso anno, ma sono consapevole che non posso dare di più, sarà quel che sarà.
Al km 9.7 la strada si inerpica sul serio, tengo la sinistra, ma hanno tagliato la siepe all'interno del guard rail e non c'è protezione; esposto al sole sento caldo. Ignorare.
10km 42.39 ...dramma, 8 secondi in ritardo rispetto allo scorso anno. Ho perso 11 secondi in 5km di questo passo si finisce in 90.20. Non c'è margine, bisogna alzare il livello di rischio e correre i prossimi 11km esattamente come nel 2014 per provare a starci dentro.
Salita. La salita del campeggio. La conosco a memoria, non la temo, ma per lei ho grande rispetto.
Quando credi sia finita hai ancora davanti a te 1500 metri all'uno per cento ed è quell' uno per cento che ti stronca.
Scrocco l'acqua dalle mani di Giampiero al rifornimento.
Il passaggio al 12esimo dice che il ritardo è salito a 11 secondi, ma ci sta, ora la strada scende e senza esagerare devo forzare un minimo.
Agganciamo Franco, compagno di tante battaglie corsaiole a Villa Pamphili, lui è runner da distanze brevi, non corre maratone e benchè mi sia superiore soffre mentalmente i 21km.
Respira meglio di me, è sotto soglia, semplicemente non tollera l'idea di correre 1h e mezza.
Per tre km viaggiamo veloci, forse troppo, dico a Nino di sentirmi abbastanza bene e che comunque ancora ci credo.
Il quindicesimo arriva in 1h 04 e 11 e il ritardo sullo scorso anno è sceso a 6 secondi.
Ora fa caldo, nel 2014 in questo punto preciso una pioggierella lievissima diede conforto per 2/3 km ora non è facile(anche i top runner rispetto all'anno passato qui hanno perso una manciata di secondi)... e io non ho una manciata di secondi da gestire.
Al 18esimo la discesa finisce e subito è "crisetta".
Franco mi va via, mentre sulla massa colorata continuiamo a recuperare e nei 6 km finali colleziono oltre 130 sorpassi... seppur la brillantezza necessaria per il target... sembri persa.
Al km 19 Sandro, Giorgio e Amelio mi incitano da bordo strada a cavallo delle loro biciclette. Amici veri !
Ultima salitella. Yogi mi immortala in foto(vedi pic in alto) sono oltre la frutta.
20esimo km ritardo sul 2014 tornato a 10/11 secondi... devo correre gli ultimi 1100 metri a 4.01 sfruttando la discesetta ai -800 metri e  lo sprint finale.
Raggiungo i pacemaker che però viaggiano sul loro real time ed essendo partiti da dietro stanno gestendo. 
Sul lungomare nei 300 metri verso nord d'improvviso mi pianto, non ne ho più. Nino mi incita, ma io sono catatonico... morto ...è finita. Dico a Nino che è stato bello, ma che arriveremo con 10 secondi di ritardo. Lui urla di non mollare.
In un barlume di lucidità giro l'ultima curva e vedo che ho solo un minuto e 15 per fare troppa strada. Out.
Ora viaggio verso l'ade mentre preparo la bandiera bianca della resa.
Little Big Horne, il Generale Custer è morto... 
...poi qualcosa d'imponderabile succede... ho un defibrillatore sul petto, sono sulla barella della sala operatoria in una vecchia puntata del serial di E-R e qualcuno urla "libera" ... è una scarica da 360 joule... un brivido mi pervade.
Lazzaro risorgi dalle tenebre e vai verso il traguardo.
Ora corro sulle punte, il mondo diventa lento e va indietro... ci credo.
1h 29.41 ai 21km ... e come cazzo ho fatto a leggerlo se sono quasi a occhi chiusi resta un mistero ... la mente vola... al liceo feci 11.6 sui 100 metri mi basta fare 18 su soli 97 metri. 
Fattibile ? 
Sento Nino che urla mentre perde la mia scia.
Corro, corro e ancora corro... finchè finally è... Finitaaaaaa. 
Clicco e guardo 1h 29.59.82. Fatico a respirare. Momentaccio. Sono uno straccio. Poi, chissà da quale meandro recondito, mi parte un urlo liberatorio.
Grande prova. Mi lovvo.
30 minuti dopo l'apoteosi. Tds conferma 1h 29.59.

Ora penso al 2016, alla gabbia buona dalla quale partirò ancora una volta... e mi tornano alla mente le parole che un amico mi diceva 40 anni fa quando provavo dribbling rocamboleschi giocando a calcio negli allievi regionali: 
" Giancà, mo' che te voi inventà ? ...Ormai se so' 'nventati tutto ...lascia perde".









47 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. nino ha scritto:
  2. sei un cazzaro. anzi il re dei cazzari. io non ho perso la tua scia. ti ho lasciato varcare la finish-line per primo. come quando, sul tram si lascia il posto alle persone più anziane.
    ps:
    è stato un piacere !!

     
  3. GIAN CARLO ha scritto:
  4. @nino, l'unica prova testimoniale è quella che sei arrivato dietro.

     
  5. Brontorunner ha scritto:
  6. Piu' bello ed avvincente della Roma-Ostia esiste solamente il racconto che ne fai tu!

    Un altro grande trofeo per la tua bacheca infinita. Complimenti a te e fischi a Nino, il quale ha succhiato la tua scia nel finale invece di lanciarti la volata ;-)

     
  7. GIAN CARLO ha scritto:
  8. @Leo, fortuna che almeno tu hai capito subito come stavano effettivamente le cose.

     
  9. Grandissima prestazione Janco, ora vai con il cambio mantello nella cabina telefonica e trasformazione in triathblade!

    P.S.: io 89 l'avevo detto......

     
  10. Stefano Colasanti ha scritto:
  11. Un mito detto fatto !! complimenti Maestro

     
  12. Stefano La Cara ha scritto:
  13. fenomeno!
    si saranno inventato tutto ma tu non finisci mai di sorprendermi

     
  14. Alex B ha scritto:
  15. Bella Janko, non fossi interista, farei il tifo per te :-)

     
  16. MauroB2R ha scritto:
  17. tutto molto bello ma a sto giro non basterà per scroccare il caffè a Lello!!!

     
  18. GIAN CARLO ha scritto:
  19. @MauroB2R, infatti stavolta di caffè ne voglio 2 pure quello che non mi avete ancora pagato l'altra volta

     
  20. GIAN CARLO ha scritto:
  21. @LucaGert, si da domani torno triathleta, ma tra 20 giorni c'è pur sempre una maratona da correre, magari senza stress, ma di 42km parliamo

     
  22. GIAN CARLO ha scritto:
  23. @StefanoCol, ho saputo che hai pedalato con il mio amico Giancarlo... lui si che è un mito... sappilo!

     
  24. GIAN CARLO ha scritto:
  25. @StefanoStrong, a breve sistemo l'iscrizione 2015 con Zona Cambio anche se come ho scritto in chat(se l'hai letto) ho fatto fare dal medico 3 certificati(Atletica,Ciclismo,Triathlon) ma in quello che serve a te ha dimenticato di mettermi il timbro.

     
  26. GIAN CARLO ha scritto:
  27. @Squonimo, non puoi non tifare x me ...almeno finchè non farai 42km sotto a 3h

     
  28. Kikko ha scritto:
  29. Sapevo tutto da un po,visto che Nino me ne aveva parlato di persona venendomi a trovare al lavoro,nella mia testa c'era il pensiero che a un calcolatore come te non serve un pacemaker,ma avere un amico vicino per tutta la gara invece è una gran cosa...alla fine le cose sono andate come dovevano andare.
    Mitico:-)

     
  30. GIAN CARLO ha scritto:
  31. @Kikko, come ho scritto in un tweet senza Nino che m ha preso 3 rifornimenti avrei perso almeno 6 secondi o 4 ammettendo che 1 lo saltavo... e probabilmente negli ultimi metri avrei mollato chidendo in 90.10, ma la gara sarebbe stata comunque "quasi" perfetta... verità vuole che quel "quasi" fa la differenza.

     
  32. FabioG ha scritto:
  33. Se non fossi stato tu a scriverlo, non crederei che non sia stato fatto apposta.

     
  34. GIAN CARLO ha scritto:
  35. @FabioG, e da subito, appena tagliato il traguardo stremato ho detto a Nino di testimoniare come stavo a chi mi avrebbe accusato di aver rallenato ad arte.
    Certo 12 anni fa, sbagliai una Roma-Ostia per esser partito troppo forte, camminai e corricchiai tantissimo e chiusi fresco come una rosa in 1h 29 e spicci

     
  36. theyogi ha scritto:
  37. il prox anno avrai il vento a favore, ci scommetto...

     
  38. FabioG ha scritto:
  39. 12 anni fa avevi circa la mia eta`... tra dodici anni spero di riuscire ad imitarti

     
  40. GIAN CARLO ha scritto:
  41. FabioG, sei molto più veloce di come ero io... e ha già scoperto quel gerovital del triathlon.
    Tra 12 anni(testa permettendo) farai molto meglio.

     
  42. GIAN CARLO ha scritto:
  43. @Yogi, il prox anno l'importante sarà avere la stessa testa di oggi(e non è scontato) e gli stessi amici a sfotterti e fotografarti, poi qualsiasi cosa accadrà sarà comunque... spettacolo

     
  44. Stefano ha scritto:
  45. Bravo! come al solito. Fammi sapere dove aspettarti per fare qualche km insieme alla maratona di Roma.

     
  46. Mauro Battello ha scritto:
  47. m'hai emozionato, ti ho iniziato a leggere in auto per continuare mentre ero a spasso col cane, curioso di sapere il "come"...
    tanto di cappello nonno Blade e come dice Fabio, ci metterei la firma per garantirmi i prossimi anni così.... bravo, bravo e bravo
    sto ancora a ride per il "libera" ahaha matto :)
    ps:
    peccato per nn detenere più il primato nel Passatore, altrimenti sarebbe una carriera encomiabile la tua ahahahahahhahhaahhaha

     
  48. GIAN CARLO ha scritto:
  49. @Stefano, il percorso lo conosci... se mi aspetti dove lo scorso anno va benissimo... ma magari se ti metti proprio al 30esimo km(che è vicino al ponte della musica) è più sicuro che ci vediamo.
    Se tutto fila liscio ci passo in 2h e 20/21 quindi alle 11.20

     
  50. GIAN CARLO ha scritto:
  51. @Mauro Battello, io faccio triathlon solo per durare qualche anno in più altrimenti ...lo sai ...correrei solamente, ma fare il Passatore alla fine di Maggio vuol dire compromettere le gare di triathlon che x me sono tutte e 3/4 dai primi di giugno fino alla prima decade di luglio.
    Non fosse così(tradotto se il Passatore era ad Ottobre) ...già t' avevo tolto il sorriso.
    Ma andare da solo a Seregno a fare una 100km pure poco frequentata mi sembra una follia

     
  52. Mauro Battello ha scritto:
  53. ma si lo sembra pure a me, non ci andare IHIHIHIHI

     
  54. nicolap ha scritto:
  55. THE KING
    Tra due settimane proverò ad emularti, scadute come sono la mia dedizione e disponibilità di tempo.

     
  56. GIAN CARLO ha scritto:
  57. @Nicola, farai senza dubbio meglio... disponi di un motore migliore ...sei solo poco adattato alla "distanza"

     
  58. GIAN CARLO ha scritto:
  59. @Battello, poi so che sei così felice di questo primato... che ci vorrebbe la cattiveria di un guerriero dell'ISIS per togliertelo

     
  60. lello ha scritto:
  61. senza parole......gara perfetta

     
  62. Mauro Battello ha scritto:
  63. piuttosto:

    - considerando che il lunghissimo più lungo dopo l'abetone di giugno scorso (6:17) è stato il l'under 210 di Napoli

    in vista della STRASIMENO di domenica che suggerisci?

    l'anno scorso impiegai 5:24 (rispetto a napoli mancherebbero 16km e quasi due ore)...

    considerando che l'anno scorso il passo fu di 5'43'', un calcolatore come te che suggerimento ha da darmi? grazie

     
  64. Mauro Battello ha scritto:
  65. alla fine so che correrò a sensazione ma con l'esperienza accumulata negli ultimi 15 mesi, però son curioso di sapere il parere di un GURU :)

     
  66. GIAN CARLO ha scritto:
  67. @Battello, impossibile fare previsioni... tenterei di dirti un ottimistico 5.35

     
  68. GIAN CARLO ha scritto:
  69. @Lello, non voglio complimenti... metti le mani in quella saccoccia a lumaca che c'hai e vedi di pagarmi il caffè... che alla fine li fate passare tutti in cavalleria.
    Di questo passo ...sto diventando fin troppo calmo!

     
  70. Mauro Battello ha scritto:
  71. gianca' detto tra me e te, stasera ho fatto un 3x3000 rec. 1000 per tararmi, beh, sto bene, recuperavo a 4'55/5'... alla Strasimeno per correrla tutta senza alternare tratti al passo, forse solo all'unica reppa intorno al 10°

     
  72. francos ha scritto:
  73. Confessa che gia sapevi come finiva,sei sempre giovane

     
  74. Anonimo ha scritto:
  75. Bravissimo Gian Carlo, un uomo, una certezza! I tuoi racconti sono patrimonio mondiale dell'Unesco! Complimenti alla prossima impresa! Massimo

     
  76. GIAN CARLO ha scritto:
  77. @Massimo, sei il Massimo di Napoli ? Comunque...chiunque tu sia ... grazie 1000.

     
  78. GIAN CARLO ha scritto:
  79. @Francoscr, eravamo d'accordo di non dirlo in giro :)

     
  80. GIAN CARLO ha scritto:
  81. @Battello, mi stai dicendo che se vieni a fare la 50km di Romagna... c'è il rischio che quando arrivo ti trovo già sulla linea del traguardo ?

     
  82. Mauro Battello ha scritto:
  83. oh MADONNA se ti avventuri sarò onorato di dare il massimo, ma consapevole che nonno BLADE potrà solo darmi un'altra lezione di esperienza e saggezza!
    l'anno scorso la chiusi in 4:51' che poteva essere 4:49 se non sbagliavo strada l'ultimo km e soprattutto se qualcuno dell'organizzazione mi avesse avvertito, dopo 49km!
    cmq, daje Gianca' ti aspetto, considera che la farò due settimane dopo l'ultra Connemarathon, ed una settimana prima della Collemarathon (se non l'hai mai fatta, lassa perde la 50 de romagna e viette a fare quella, è stupenda!!!)... dopodichè sarà ufficiale l'inizio dello scarico per il Passatore!
    merito dell'attuale condizione è anche dovuto alle scarpe nuove che ho comprato da una settimana, le RIDER 18, considera che ancora correvo con quelle usate al Passatore a maggio scorso, le Cumulus, un valore affettivo ci legava :D :D :D
    DAJE GIANCA', se giocamo un caffè? ahahahahaha

     
  84. GIAN CARLO ha scritto:
  85. Già se faccio questa 50 faccio una cazzata oceanica che le gare di triathlon si avvicinano... se poi continuo a correre pure a maggio allora è sicuro che sbaglio tutto.
    50 di Romagna ultima data run

     
  86. Mauro Battello ha scritto:
  87. cioè? quindi? ci sei, giusto? VAI COL TANGO KILOMETRICO

     
  88. GIAN CARLO ha scritto:
  89. @Battello, non dipende da me... l'ho promesso ad un'amica di mia moglie che l'accompagnavo e con l'occasione eravamo 2 famiglie che andavamo in gita... solo che lei ora è infortunata e quindi... forse salta

     
  90. Black Knight ha scritto:
  91. 1:29:59 è mitico. Quel ...... "59" è sempre la parte finale di ogni desiderio.

     
  92. GIAN CARLO ha scritto:
  93. @Cavaliere Nero, qual buon vento... mi auguro che la tua strada sia sempre lastricata di allegria e di lunghe corse

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi